Superstock 1000 Misano Prove Libere 1: sorpresa Berger

Superstock 1000 Misano Prove Libere 1: sorpresa Berger

Quattro italiani alle sue spalle in classifica

Commenta per primo!

La prima sessione di libere della classe Superstock 1000 a Misano Adriatico ha visto molte novità interessanti, partendo dalla pole provvisoria di Maxime Berger. Il francese del team Ten Kate, primo con il tempo di 1’41.245, ha staccato un sorprendente Davide Giugliano di quattro decimi. Il diciannovenne romano sull’ MV Agusta preparata dal team UnionBike Gimotosports ha infatti stupito tutti scendendo anche lui sotto il muro dell’ 1’42, fermando il cronometro sull 12’41.652.

Terza posizione provvisoria per la wild card Michele Magnoni, che ha portato la Yamaha YZF R1 del team Bevilacqua Corse (dopo che ha corso le prime gare con il team RCGM) a sei decimi dalla pole position di Berger: chiude la prima fila provvisoria il comasco del team Suzuki Alstare Claudio Corti, che ha preceduto una delle new entry della categoria, il giovanissimo Fabio Massei, alla sua prima gara nel Mondiale con la Yamaha del team Lorenzini By Leoni.

Ottime le prestazioni dei due giovani italiani sulla Yamaha, dopo i dubbi sorti negli ultimi tempi sulle potenzialità effettive di questa moto nella categoria. Chiudono i primi dieci Barragan, Antonelli (reduce dai disturbi al braccio che hanno caratterizzato il suo inizio di stagione), Fores, Napoleone e Barrier. Attardate le due Ducati ufficiali, quella del belga Xavier Simeon, che non è andato oltre la sedicesima posizione (1’42.760) e del bergamasco Daniele Beretta, addirittura venticinquesimo con il tempo di 1’44.051,tempi decisamente poco consoni alle potenzialità delle loro 1098R. L’altra Ducati, quella del giovane materano Domenico Colucci, ha accusato diversi problemi tecnici durante la sessione di libere, relegandolo alla trentatreesima posizione in classifica.

Tra gli altri italiani, passo avanti per Luca Morelli del team Pro Action, che ha portato la sua Kawasaki in fino alla dodicesima posizone nonostante alcuni problemi tecnici accusati durante la sessione. Diciottesimo Vivarelli, ventunesimo Patrizio Valsecchi sulla Yamaha del team RCGM Moto 2000, seguito dal suo compagno di squadra Verdini, ventiseiesimo Federico Sandi con l’unica delle due Aprilia RSV4 Factory del team Gabrielli qualificata (l’altra, quella di Federico Biaggi, ha percorso solo due giri senza scendere sotto i due minuti). Sacchetti 28° e Niccolò Rosso 32° davanti all’ultimo degli italiani, Colucci. Una sola caduta, senza importanti conseguenze, si è verificata durante la sessione, quella di Ismael Ortega del team Pedercini a venti minuti dalla fine.

Superstock 1000 FIM Cup 2009
Misano Adriatico, Classifica Prove Libere 1

01- Maxime Berger – Ten Kate Honda Racing – Honda CBR 1000RR – 1’41.245
02- Davide Giugliano – UnionBike Gimotorsports – MV Agusta F4 312R – + 0.407
03- Michele Magnoni – Bevilacqua Corse – Yamaha YZF R1 – + 0.610
04- Claudio Corti – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 0.724
05- Fabio Massei – Yamaha Lorenzini by Leoni – Yamaha YZF R1 – + 0.836
06- Santiago Barragan – Holiday Gym Racing – Honda CBR 1000RR – + 0.881
07- Andrea Antonelli – Yamaha Italia Jr Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 0.912
08- Javier Fores – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 0.957
09- Loic Napoleone – Celani Race – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 1.041
10- Sylvain Barrier – Garnier Junior Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1.076
11- Ondrej Jezek – MS Racing II – Honda CBR1000RR – + 1.131
12- Luca Morelli – Pro Action – Kawasaki ZX 10R – + 1.165
13- Loris Baz – MRS Racing – Yamaha YZF R1 – + 1.234
14- Michael Savarty – Coutelle Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 1.308
15- Renè Mahr – TKR Suzuki Switzerland – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 1.348
16- Xavier Simeon – Ducati Xerox Junior Team – Ducati 1098R – + 1.515
17- Raymond Schouten – VD Heyden Motors Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.614
18- Nico Vivarelli – Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 1.649
19- Ismael Ortega – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 2.056
20- Dominic Lammert – BWIN Yoshimura Racing – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 2.102
21- Patrizio Valsecchi – Team RCGM Moto 2000 – Yamaha YZF R1 – + 2.495
22- Luca Verdini – Team RCGM Moto 2000 – Yamaha YZF R1 – + 2.551
23- Gregg Black – Garnier Junior Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 2.644
24- Alex Lowes – UnionBike Gimotorsports – MV Agusta F4 312R – + 2.710
25- Daniele Beretta – Ducati Xerox Junior Team – Ducati 1098R – + 2.806
26- Federico Sandi – JiR Junior Team Gabrielli – Aprilia RSV4 Factory – + 2.822
27- Franck Millet – Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 2.878
28- Denis Sacchetti – Go Eleven PMS – KTM RC8R – + 2.954
29- Barry Burrell – MS Racing I – Honda CBR 1000RR – + 2.960
30- Pere Tutusaus – Go Eleven PMS – KTM RC8R – + 3.021
31- Hampus Johansson – SRT Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 3.388
32- Niccolò Rosso – Yamaha Lorenzini by Leoni – Yamaha YZF R1 – + 3.697
33- Domenico Colucci – Barni Racing Team – Ducati 1098R – + 3.800
34- Nicolas Pouhair – MRS Racing – Yamaha YZF R1 – + 4.056
35- Matthieu Lussiana – Team ASPI-CSM Bucharest – Yamaha YZF R1 – + 4.058
36- Danilo Andric – Yamaha Italia Jr Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 4.333
37- Philippe Thriet – MS Racing I – Honda CBR 1000RR – + 4.900
38- Mateusz Stoklosa – Intermoto Czech – Honda CBR 1000RR – + 6.396

Sara Vimercati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy