Superstock 1000 Misano Gara: Maxime Berger domina

Superstock 1000 Misano Gara: Maxime Berger domina

Xavier Simeon secondo nuovo leader di campionato

Commenta per primo!

Dopo il terribile incidente di questa mattina, le posizioni in griglia sono scalate di un posto per coprire il vuoto lasciato dal materano Colucci. Prima fila mutata quindi, con Simeon in pole seguito da Maxime Berger (nella foto Crash.net), Santiago Barragan e Michele Magnoni. Allo spegnimento del semaforo rosso, Maxime Berger gira per primo, seguito da Corti, Magnoni e l’autore della pole position Xavier Simeon. E’ proprio tra il belga e l’ialiano che si accende la sfida, con quest’ultimo che subisce il sorpasso del diciannovenne di Bruxelles a poche curve dal via. Berger accumula vantaggio già dal primo giro, seguito da uno scatenato Simeon che passa anche Corti e si lancia all’inseguimento del francese. Corti viene sorpassato anche da Magnoni e retrocede così in quarta posizione, tallonato dalla Kawasaki di Javier Fores; nel corso del secondo giro, caduta per Luca Verdini, senza importanti conseguenze, mentre li davanti il vantaggio di Berger su Simeon è di due secondi abbondanti. Nelle retrovie, ottima partenza per Daniele Beretta che aveva il quindicesimo posto in griglia: il ventenne di Madone ha recuperato cinque posizioni ed è in lotta con Antonelli e Napoleone.

Simeon non demorde anche se il ritardo da Berger aumenta di qualche decimo rispetto al giro precedente, il terzo, mentre Giugliano, in settima posizione, riesce a recuperare terreno e a passare Fores, trovandosi cosi in sesta piazza. Una grandissima prova, fino a questo momento, è quella di Michele Magnoni, wild card per il team Bevilacqua, in terza posizione e autore di due derapate al limite che hanno fatto sussultare i cuori dei tifosi del giovane ligure; Corti passa Barrier che si porta in quarta posizione, a sei decimi dal terzo posto occupato da Magnoni.

Nelle retrovie, è sempre battaglia tra Baz e Beretta per l’ottava posizione, con il giovanissimo francese che ha un vantaggio molto risicato sull’italiano; nel corso del quinto giro, Davide Giugliano recupera decimi su quelli davanti, formando cosi un quartetto di tutto rispetto assieme a Magnoni, Corti e Barrier. E ‘ proprio il comasco a insidiare da vicino Magnoni, che però riesce a tenere a bada i continui attacchi dell’ufficiale Suzuki, mentre la davanti si riduce il distacco tra Simeon e Berger, che ora è intorno ai due secondi.

A tre giri dalla fine, continuano i punzecchiamenti di Corti su Magnoni: il comasco punta alla terza posizione e fa di tutto per poter sorpassarlo, ma alla fine è Corti a subirne le conseguenze in seguito al bellissimo sorpasso di Sylvain Barrier, il quale ormai ha nel mirino Magnoni. Nel giro di due giri, Berger ha raddoppiato il suo vantaggio su Simeon, portandolo a oltre quattro secondi, mentre ci sono due ritiri, quello di Schouten e del nostro Denis Sacchetti. I tre in lotta per il terzo gradino del podio sono agguerriti, con Barrier che riesce a superare Corti al fotofinish.

Quinto Michele Magnoni, autore comunque di un’ottima prestazione, sesto Giugliano, settimo posto per Fores, ottavo Beretta che recupera un’ulteriore posizione su Loris Baz all’ultimo giro. Conclude la top ten il ceco Jezek. Tra gli altri italiani, Antonelli quattordicesimo, Morelli sedicesimo, Vivarelli diciannovesimo, Rosso 22°, Biaggi 24°, Sandi 26°, seguito da Guarino e Valsecchi. La classifica mondiale vede Xavier Simeon balzare in testa, con 80 punti, seguito da Claudio Corti con 72, terzo il vincitore del round misanese, Maxime Berger, con 66. Nella top ten anche Daniele Beretta, sesto con 35 punti, e Michele Magnoni, ottavo con 24 punti a parti merito con Loris Baz.

Superstock 1000 FIM Cup 2009
Misano Adriatico, Classifica Gara

01- Maxime Berger – Ten Kate Honda Racing – Honda CBR 1000RR – 9 giri in 15’07.296
02- Xavier Simeon – Ducati Xerox Junior Team – Ducati 1098R – + 5.596
03- Sylvain Barrier – Garnier Junior Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 8.647
04- Claudio Corti – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 8.907
05- Michele Magnoni – Bevilacqua Corse – Yamaha YZF R1 – + 9.066
06- Davide Giugliano – Unionbike Gimotorsports – MV Agusta F4 312R – + 12.028
07- Javier Fores – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 12.361
08- Daniele Beretta – Ducati Xerox Junior Team – Ducati 1098R – + 13.509
09- Loris Baz – MRS Racing – Yamaha YZF R1 – + 13.609
10- Ondrej Jezek – MS Racing II – Honda CBR 1000RR – + 16.051
11- Santiago Barragan – Holiday Gym Racing – Honda CBR 1000RR – + 16.344
12- Renè Måhr – TKR Suzuki Switzerland – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 20.867
13- Michael Savary – Coutelle Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 21.160
14- Andrea Antonelli – Yamaha Italia Jr Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 23.502
15- Loic Napoleone – Celani Race – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 23.735
16- Luca Morelli – Pro Action – Kawasaki ZX 10R – + 24.152
17- Gregg Black – Garnier Junior Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 24.318
18- Dominic Lammert – BWIN Yoshimura Racing – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 26.295
19- Nico Vivarelli – Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 28.466
20- Hampus Johansson – SRT Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 30.508
21- Franck Millet – Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 31.069
22- Niccolò Rosso – Yamaha Lorenzini by Leoni – Yamaha YZF R1 – + 32.389
23- Barry Burrell – MS Racing I – Honda CBR 1000RR – + 32.457
24- Federico Biaggi – JiR Junior Team Gabrielli – Aprilia RSV4 Factory – + 36.297
25- Alex Lowes – UnionBike Gimotorsports – MV Agusta F4 312R – + 36.821
26- Federico Sandi – JiR Junior Team Gabrielli – Aprilia RSV4 Factory – + 37.409
27- Matteo Guarino – Team Gomme & Service – Honda CBR 1000RR – + 39.417
28- Patrizio Valsecchi – Team RCGM Moto 2000 – Yamaha YZF R1 – + 39.830
29- Per Bjork – Azione Corse – Honda CBR 1000RR – + 40.893
30- Philippe Thriet – MS Racing I – Honda CBR 1000RR – + 49.386
31- Nicolas Pouhair – MRS Racing – Yamaha YZF R1 – + 49.698
32- Danilo Andric – Yamaha Italia Jr Trasimeno – Yamaha YZF R1 – + 56.229
33- Pere Tutusaus – Go Eleven PMS – KTM RC8R – + 58.331

Sara Vimercati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy