Superstock 1000: i piloti italiani a caccia di Barrier a Monza

Superstock 1000: i piloti italiani a caccia di Barrier a Monza

Terzo round con la sfida tra BMW, Ducati e Kawasaki

Ad oltre 300 orari al “Tempio della Velocità”. La Superstock 1000 FIM Cup affronta il terzo round 2012 all’Autodromo Nazionale di Monza, ultimo appuntamento in calendario ad anticipare un mese di sosta (i campionati Stock saltano le trasferte del mondiale a Donington Park e Salt Lake City) con la prospettiva di assistere ad un interessante confronto tecnico tra le case costruttrici rappresentate nella categoria in termini velocistici e di affidabilità, complice la normativa che impone l’utilizzo di soli tre propulsori per affrontare tutta la stagione. Con queste premesse, da sempre Monza regala spettacolo ed emozioni nella serie riservata ai giovani talenti del motociclismo internazionale under-26, a suon di staccate nelle tre varianti (l’ex Goodyear, Roggia e Ascari), con l’uscita dalla “Parabolica” spesso e volentieri decisiva per decretare vincitori e vinti. Questo copione, secondo logica, sarà rispettato domenica in gara (partenza alle 10:30) per un round “cruciale” e quasi “decisivo” in vista del prosieguo del campionato. Sylvain Barrier, al quarto anno nella categoria e secondo consecutivo con BMW Motorrad Italia, ha messo a segno due vittorie nei primi due round disputati tra Imola e Assen, ritrovandosi a punteggio pieno al comando della classifica di campionato e con ottimi riferimenti acquisiti nella vittoriosa comparsata da wild card nel CIV lo scorso fine settimana, indiscusso dominatore nonostante una rovinosa caduta nella giornata di test del giovedì. Il pilota francese, volo nelle prove di Monza a parte, fin qui non ha commesso errori, determinato a mantenere l’imbattibilità stagionale con l’eventuale terza vittoria consecutiva nell’ambito della FIM Cup. Sulla carta non può che esser lui il favorito della vigilia, anche se in Brianza incontrerà una concorrenza agguerrita come non mai: “interna” in BMW con il compagno di squadra Lorenzo Baroni (primo scorcio di campionato decisamente sfortunato) e con il giovane tedesco pupillo BMW Motorrad Motorsport/alpha Technik Markus Reiteberger (Team alpha Racing, 4° a Monza lo scorso anno), ma anche “esterna” con Kawasaki e Ducati all’inseguimento della prima vittoria in questa stagione. Anzi, nel caso della casa italiana, si tratterebbe della prima affermazione a Monza nella Superstock 1000, dal 1999 “feudo” delle moto a 4 cilindri di Yamaha, Suzuki e BMW. La nuova 1199 Panigale, nonostante problemi di gioventù, cresce bene grazie all’ottimo lavoro svolto dal Barni Racing Team schierando la giovane coppia del Team Italia FMI composta da Eddi La Marra e Lorenzo Savadori, rispettivamente 2° e 4° in campionato, a posizioni invertite sul podio in quel di Assen. Per La Marra, poleman ad Imola, Monza rappresenta un’opportunità importante per aggiudicarsi la prima vittoria nella categoria e ridurre il gap di 18 punti in classifica da Barrier. Propositi ambiziosi comprensibilmente condivisi anche per Savadori, reduce dal primo podio in carriera tra le Superstock, come per il proprio compagno di squadra presente nella giornata di test pre-gara del CIV dello scorso giovedì 26 aprile trovando riferimenti utili in vista del 3° round della FIM Cup. Sempre in “Casa Italia”, a Monza non mancheranno al via Marco Bussolotti (Ducati 1098R del SK Energy Racing Team), Massimo Parziani (Aprilia RSV4 APRC del M.V. Racing Team) e Fabio Massei (Honda Ten Kate Junior Team, OK dopo il brutto volo al 1° giro di Assen), non Federico Sandi complice l’uscita di scena dell’Althea Racing che ha deciso, al termine del secondo round, insieme a Ducati Corse di “sospendere” il programma Superstock con la nuova Ducati 1199 Panigale. L’ex protagonista del CIV Superbike sta già cercando una sistemazione in vista del prosieguo del campionato (non necessariamente nella FIM Cup), ma in compenso a Monza ci sarà l’apporto di tre wild card provenienti dal Campionato Italiano Velocità, tutti su Aprilia: come ad Imola non mancherà Federico Dittadi (Team Riviera), si presenteranno anche i fratelli Tommaso e Matteo Gabrielli con le RSV4 dell’omonimo team protagonista del CIV anche nella classe Moto3. Non dovrebbe mancare, nonostante una prestigiosa chiamata dalla Kawasaki per correre prossimamente in Superbike (a partire da Donington Park?), l’ex campione europeo Superstock 600 Loris Baz, 2° ad Imola, terzo in campionato complice la penalizzazione di 5″ inflitta nel dopo-gara di Assen dai commissari per un’irregolarità tecnica riscontrata alla propria Kawasaki Ninja ZX-10R del MRS Racing (supporto in carbonio dell’impianto di scarico). La Kawasaki non ha mai vinto a Monza tra le Stock 1000, ma quest’anno anche grazie all’ex campione australiano Superbike Bryan Staring (Team Pedercini) ha tutto il potenziale per giocarsela in uno degli appuntamenti più attesi e spettacolari della FIM Cup 2012. Superstock 1000 FIM Cup 2012 L’entry list di Monza 5- Marco Bussolotti – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R 11- Jeremy Guarnoni – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 14- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 15- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR 20- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR 21- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR 22- Matteo Gabrielli – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 APRC 24- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale 30- Bogdan Vrajitoru – CSM Bucharest – Kawasaki ZX-10R 32- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale 36- Philippe Braga Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R 37- Andrzej Chmielewski – Red Devils Roma – Ducati 1098R 39- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R 40- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto Team – Honda CBR 1000RR 42- Heber Pedrosa – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R 44- Federico Dittadi – Team Riviera – Aprilia RSV4 APRC 47- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale 55- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R 61- Alexey Ivanov – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale 65- Loris Baz – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R 67- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 71- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R 88- Massimo Parziani – M.V. Racing Team – Aprilia RSV4 APRC 93- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R 114- Tommaso Gabrielli – Gabrielli Racing Team – Aprilia RSV4 APRC 155- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R La classifica dopo i primi 2 round 01- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 50 02- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – 32 03- Loris Baz – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R – 30 04- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – 28 05- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR – 26 06- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale – 14 07- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 11 08- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 11 09- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – 10 10- Andrzej Chmielewski – Red Devils Roma – Ducati 1098R – 10 11- Jeremy Guarnoni – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 9 12- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 8 13- Marco Bussolotti – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – 7 14- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – 7 15- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R – 6 16- Federico Dittadi – Team Riviera – Aprilia RSV4 APRC – 5 17- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto – Honda CBR 1000RR – 4 18- Philippe Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – 4 19- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – 3 20- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R- 3 21- Danilo Lewis – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – 1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy