Superstock 1000: dopo il ‘Ring duello per la FIM Cup 2012

Superstock 1000: dopo il ‘Ring duello per la FIM Cup 2012

La Marra e Barrier separati da soli 6 punti

Commenta per primo!

In una stagione così, può davvero cambiare tutto da un momento all’altro nella Superstock 1000 FIM Cup. La dimostrazione è l’ultima gara disputatasi lo scorso 9 settembre al Nurburgring, con una classifica di campionato in continua evoluzione (quasi “rivoluzione”) a gara in corsa. Da una potenziale “fuga” di Eddi La Marra passando per il ritrovarsi con 4 piloti separati da una manciata di punti, si è arrivati al trionfo finale di Sylvain Barrier e le eccellenti “auto-eliminazioni” nella corsa al titolo di Jeremy Guarnoni e Bryan Staring, a terra proprio sul più bello sfiorando la leadership in campionato. Nella “saga degli errori” inaugurata al terzo giro da Eddi La Marra (il primo “zero” stagionale), Sylvain Barrier questa volta ha approfittato di una situazione a dir poco favorevole tornando ad una vittoria che mancava da Misano Adriatico (la quarta stagionale), ma soprattutto riportandosi a ridosso di La Marra in campionato, distanziato di soli 6 punti con la possibilità negli ultimi due round di correre su tracciati sulla carta favorevoli al potenziale della propria BMW S1000RR. Da +31 Eddi La Marra si è così ritrovato a depauperare in una sola gara un invidiabile “tesoretto” ai fini campionato, con la conseguenza da Portimao di dover tornare alla strategia di sempre: con soli 6 punti di vantaggio sarà indispensabile dare il massimo in sella alla propria Ducati 1199 Panigale per vincere gara e titolo. Sarà un bel confronto tra Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia GoldBet) ed Eddi La Marra (Barni Racing Team Italia), con una vasta schiera di potenziali “arbitri” di questa sfida che vale il titolo, tuttora in gioco per una difficile (ma non impossibile) rimonta in campionato. Questo è il caso del poleman al Nurburgring Bryan Staring (Kawasaki Team Pedercini) e Jeremy Guarnoni (Kawasaki MRS Racing) distanziati rispettivamente di 33 e 37 punti dalla vetta, ora seguiti da vicino da Lorenzo Savadori (Barni Racing Team Italia) e Markus Reiterberger (sul podio, per la prima volta in carriera, al Nurburgring con la BMW del Team alpha Racing), entrambi a -41 dalla leadership, aritmeticamente in corsa per la FIM Cup, ma con qualche rammarico per un 2012 che poteva esser e non è stato… Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy