Supersport: Yamaha Yakhnich Motorsport vola a Jerez

Supersport: Yamaha Yakhnich Motorsport vola a Jerez

Sam Lowes bracca Sofuoglu, progressi per Leonov

Commenta per primo!

A due anni di distanza dal trionfo di Chaz Davies sotto le insegne del team ParkinGO, la Yamaha nel Mondiale Supersport torna ad ambire alla conquista del titolo iridato. Questo il verdetto della due-giorni di test a Jerez de la Frontera con Sam Lowes, neo-acquisto del Yakhnich Motorsport con il quale ha stipulato un accordo triennale (2013-2015, prevista la promozione in Superbike), il più veloce su pista bagnata e staccato di pochi centesimi da Sofuoglu su asfalto asciutto. Al secondo test con la Yamaha YZF R6 YEC preparata da YMS, l’ex campione del British Supersport ha staccato un miglior riferimento cronometrico in 1’43″977 a soli 87/1000 dal Campione del Mondo in carica, conferma dell’ottimo affiatamento trovato con la R6 dopo aver corso nelle ultime tre stagioni con Honda tra campionato britannico e mondiale. “Sono davvero molto soddisfatto dei miei tempi sul giro“, ha ammesso Sam Lowes, protagonista di una scivolata senza conseguenze. “La moto già adesso è molto competitiva, è stato facile arrivare a certi tempi sul giro senza forzare più di tempo. Sono impaziente di vedere a che punto siamo per Phillip Island, ho un buon feeling e credo possiamo far bene anche in Australia“. Ha cercato invece di trovare un buon feeling con le ultime novità tecniche (elettronica, sospensioni Bitubo) Vladimir Leonov, capace lo scorso anno di condurre la Yamaha R6 del Yakhnich Motorsport sul podio ad Assen ed in casa al Moscow International Raceway. “E’ stato un test particolarmente impegnativo, ho girato il più possibile per provare diverse impostazioni di messa a punto. Nel finale siamo riusciti a trovare un buon compresso che mi rende fiducioso in vista di Phillip Island“. Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy