Supersport: ultimo round a Portimao con Davies già campione

Supersport: ultimo round a Portimao con Davies già campione

Italiani all’attacco, confronto tra Yamaha e Honda

Commenta per primo!

Titolo piloti già assegnato, ma l’ultima prova del Mondiale Supersport 2011 in programma questo fine settimana all’Autodromo do Algarve di Portimao non sarà soltanto una meritata “passerella” per Chaz Davies, nuovo Campione del Mondo, strepitoso dominatore della categoria riservata alle sportive di media cilindrata, tutt’uno con la R6 del Yamaha ParkinGO Team. Eletto come successore nell’albo d’oro di Kenan Sofuoglu, il pilota britannico in territorio portoghese farà di tutto per conquistare la sesta affermazione stagionale congedandosi nel miglior modo dalla Supersport prima di progettare insieme alla formazione di Giuliano Rovelli lo sbarco in Superbike per il 2012. Sancito il verdetto per la graduatoria piloti, in Algarve resta da decidere chi potrà vantare il riconoscimento di “runner-up” della stagione con cinque piloti potenzialmente in corsa. Il primo della lista è l’iridato 2002 Fabien Foret, attuale 2° su Honda Ten Kate con 144 punti all’attivo, seguito a 8 lunghezze dalla coppia di Kawasaki Provec Motocard.com composta da Broc Parkes (protagonista a Magny Cours, in crisi sulla distanza a gomme finite) e dal maiorchino David Salom, tuttora alla ricerca della prima affermazione nella categoria. Rientrano in questa partita anche Sam Lowes, 5° a -15 da Foret in sella alla Parkalgar Honda (round di casa per la compagine anglo-portoghese diretta da Simon Buckmaster), così come il nostro Luca Scassa, tornato alla vittoria proprio in occasione del precedente appuntamento di Magny Cours, la terza stagionale dopo lo strepitoso avvio tra Phillip Island e Donington Park. Sarà un confronto aperto a cinque dei migliori interpreti della 600cc con inevitabili ripercussioni anche per la classifica marche: Yamaha conduce a +8 sulla Honda con la concreta possibilità di conquistare il quarto titolo nella propria storia dopo il triennio 1999-2001, ponendo la parola fine al predominio della casa dell’ala dorata lungo 9 anni (2002-2010). Questi motivi d’interesse per il gran finale di Portimao parlando di risultati prettamente sportivi, ma ci saranno altre ragioni per non mancare l’appuntamento con la sfida in Algarve: sarà l’ultima presenza nella categoria per Chaz Davies, ma anche per i team Yamaha ParkinGO e Kawasaki Provec, pronti alla promozione (con programmi in gran parte tuttora da definire) in Superbike per il mondiale 2012. Se la casa dei Tre Diapason rischia di ritrovarsi nuovamente senza una formazione di riferimento nella categoria, Kawasaki potrà contare sul Lorenzini by Leoni in cerca di conferme nell’ultimo round con Massimo Roccoli (in cerca del riscatto dopo la “fumata” di Magny Cours) e Vittorio Iannuzzo dal futuro incerto nella 600cc. Sempre a proposito degli italiani, prima di dare l’assalto sette giorni più tardi al “bis tricolore” nel CIV al Mugello, Roberto Tamburini punta a confermarsi tra i talenti emergenti della serie con la Yamaha R6 del Bike Service Racing Team affiancato dal rientrante Luca Marconi, assente per infortunio a Imola e Magny Cours. A completare il lotto dei nostri portabandiera al via non mancherà Danilo Dell’Omo, insieme a Ronan Quarmby in grado di condurre le Triumph Daytona 675 del team Suriano nella top-10 in quest’ultimo scorcio di campionato. Tra gli attesi protagonisti doverosa menzione per i talentuosi Gino Rea (dal rendimento altalenante con la Honda del Step Racing Team, sicuro di una promozione in SBK per il 2012) ed il pupillo di casa Ten Kate Honda (già riconfermato per l’anno prossimo) Florian Marino, mentre l’esperto James Ellison farà di tutto per ripetere il podio del Nurburgring con la CBR 600RR di Bogdanka PTR Honda, reduce da un positivo week-end nel British Superbike a Brands Hatch (in piena corsa per il podio con la Fireblade di SMT Honda). Punta invece alla top-10 in campionato l’idolo di casa Miguel Praia (anche grazie a lui che il mondiale fa tappa a Portimao), chiamato a confrontarsi in uno schieramento di partenza ricco di 35 piloti con alcune wild card d’eccezione. Il russo Vladimir Leonov, protagonista del CIV Superstock 600 (2° a 10 punti dal leader Lombardi con la finale di Mugello in agenda per il 23 ottobre), sarà della partita con la stessa Yamaha R6 del Yakhnich Motorsport con la quale disputerà tutta la stagione 2011. Dal competitivo campionato internazional-teutonico IDM Supersport si presenteranno invece i primi due classificati di questa stagione: il campione Jesco Gunther (Vector KM Racing Team) ed il suo vice Gunther Knobloch (GERIN SKM Racing Team), chiamati a sorprendere in questa comparsata “mondiale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy