Supersport: tutti a caccia di Sofuoglu al Nurburgring

Supersport: tutti a caccia di Sofuoglu al Nurburgring

Ottavo round con il pilota turco in fuga mondiale

Commenta per primo!

Un solo interrogativo alla vigilia dell’ottavo e penultimo appuntamento stagionale del World Supersport: al Nurburgring chi fermerà Kenan Sofuoglu? Questa la domanda indirizzata ai suoi più diretti inseguitori nella classifica di campionato, già all’ultima chiamata per riaprire i giochi-campionato a seguito dei responsi del decimo round disputatosi lo scorso 26 agosto al Moscow International Raceway. Al ritorno quest’anno nella “sua” categoria, il pilota turco nonostante la battuta d’arresto di Imola, un (serio) infortunio al menisco del ginocchio destro e la necessità di scoprire le pecualirità della Ninja ZX-6R ottimamente preparata dal team Kawasaki Lorenzini, si presenterà al ‘Ring con 33 punti di vantaggio in campionato grazie a sette podi conseguiti nelle dieci gare sin qui disputate, comprensivi delle tre vittorie conquistate tra Phillip Island, Misano Adriatico e Mosca. Un ruolino di marcia sensazionale per l’iridato 2007 e 2010 della categoria, sempre più recordman del mondiale riservato alle sportive di media cilindrata con 20 vittorie all’attivo e l’incredibile numero di podi totalizzati: 46 in 66 gare disputate. Con questi dati impressionanti Kenan Sofuoglu vola verso il terzo titolo personale, potenzialmente il primo per la Kawasaki da 11 anni a questa parte (l’ultimo nel 2001 con Andrew Pitt), con la concorrenza dei piloti Honda costretto ad una vera impresa a partire dal Nurburgring. Classifica alla mano, il pilota del momento risponde al nome di Jules Cluzel, in trionfo a Silverstone, secondo a Mosca ed in gran spolvero in sella alla CBR 600RR di PTR Honda. Il pilota transalpino dai trascorsi nel Motomondiale sarà all’esordio al Nurburgring, un tracciato già conosciuto da Sam Lowes, 3° a 35 punti dalla vetta e a -2 dal proprio compagno di squadra (ma non di colori) in Performance Technical Racing, chiamato a farsi perdonare la partenza anticipata di Silverstone che ha pregiudicato un possibile buon risultato e, col senno di poi, punti preziosi per il campionato. Scontano invece rispettivamente 46 e 64 punti di svantaggio due veterani della categoria del calibro di Fabien Foret (Kawasaki Intermoto Step) e Broc Parkes (Honda Ten Kate Racing Products), con l’australiano alla ricerca di una vittoria indispensabile per interrompere il digiuno di successi della formazione di Nieuwleusen che prosegue da 12 gare a questa parte, con l’ultimo hurrà ad Imola 2011 ad opera di Foret. Fuori dal contesto che vale il titolo, puntano al podio al “Mini Nordschleife” i sudafricani Sheridan Morais (Kawasaki Lorenzini) e Ronan Quarmby (PTR Honda), così come i nostri portabandiera. Ci è già riuscito quest’anno all’esordio nel WSS Alex Baldolini, ottavo in generale a precedere il proprio compagno di squadra in Triumph Suriano Vittorio Iannuzzo e Roberto Tamburini, decimo con la Honda del Team Lorini. Crescono le aspettative per Andrea Antonelli, il migliore dei nostri a Mosca trovando un buon feeling con la R6 del Bike Service Racing Team, la ex-moto di Massimo Roccoli, atteso nuovamente ai nastri di partenza questo week-end con il Team PATA by Martini come sostituto a tempo pieno del campione italiano STK600 in carica Dino Lombardi, passato al Team Lorini. Sempre a proposito dei piloti italiani, obiettivo zona-punti per Luca Marconi, a segno in 7 delle 10 gare disputate, medesima aspirazione per il proprio compagno di squadra in VFT Racing Fabio Menghi e Danilo Marrancone (Honda Kuja Racing). Chi conta di ribadire quanto di buono messo in mostra negli ultimi round è invece l’ex iridato 125 GP dai trascorsi in MotoGP Gabor Talmacsi (Honda ProRace) più Vladimir Leonov, sul podio in casa a Mosca, ormai presenza fissa nelle posizioni che contano del WSS con la R6 di Yakhnich Motorsport. Con Leonov si allargano i confini di una Supersport sempre più internazionale grazie all’impegno a lungo termine della formazione anglo-indiana MSD R-N Racing Team India Kawasaki con Dan Linfoot e Florian Marino, senza scordarci delle due wild card iscritte al Nurburgring: l’olandese Leon Bovee (DTC Racing) e l’austriaco David Linortner, con la R6 del GERIN-SKM Racing Team già al via a Donington Park (21°), ma pur sempre reduce dalla vittoria conseguita domenica scorsa al Sachsenring nell’IDM Supersport. Supersport World Championship 2012 La Classifica di Campionato 01- Kenan Sofuoglu – Kawasaki Lorenzini – Kawasaki ZX-6R – 173 02- Jules Cluzel – PTR Honda – Honda CBR 600RR – 140 03- Sam Lowes – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – 138 04- Fabien Foret – Kawasaki Intermoto Step – Kawasaki ZX-6R – 128 05- Broc Parkes – Ten Kate Racing Products – Honda CBR 600RR – 109 06- Sheridan Morais – Kawasaki Lorenzini – Kawasaki ZX-6R – 84 07- Ronan Quarmby – PTR Honda – Honda CBR 600RR – 70 08- Alex Baldolini – Power Team by Suriano – Triumph Daytona 675 – 67 09- Vittorio Iannuzzo – Power Team by Suriano – Triumph Daytona 675 – 51 10- Roberto Tamburini – Team Lorini – Honda CBR 600RR – 40 11- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 48 12- Andrea Antonelli – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – 47 13- Jed Metcher – RivaMoto Junior Team – Yamaha YZF R6 – 31 14- Gabor Talmacsi – ProRace – Honda CBR 600RR – 26 15- Lorenzo Lanzi – ProRace – Honda CBR 600RR – 25 16- Romain Lanusse – Kawasaki Intermoto Step – Kawasaki ZX-6R – 20 17- Stefano Cruciani – Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – 19 18- Massimo Roccoli – Bike Service WTR Ten10 – Yamaha YZF R6 – 18 19- Imre Toth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – 16 20- Luca Marconi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – 16 21- Raffaele De Rosa – Team Lorini – Honda CBR 600RR – 15 22- Joshua Day – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – 14 23- Balazs Nemeth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – 13 24- Mathew Scholtz – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – 13 25- Glen Richards – Smiths Gloucester – Triumph Daytona 675 – 11 26- Valentin Debise – SMS Racing – Honda CBR 600RR – 10 27- Twan Van Poppel – TRG Motorsport – Yamaha YZF R6 – 8 28- Billy McConnell – Smiths Gloucester – Triumph Daytona 675 – 7 29- Stuart Voskamp – Konvi Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – 6 30- Lukas Pesek – ProRace – Honda CBR 600RR – 6 31- Florian Marino – MSD R-N Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – 5 32- Thomas Caiani – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – 4 33- PJ Jacobsen – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – 3 34- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – 3 35- Dino Lombardi – Team PATA by Martini – Yamaha YZF R6 – 2 36- Kieran Clarke – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – 2 37- Luke Mossey – Smiths Gloucester – Triumph Daytona 675 – 1 38- Martin Jessopp – Riders PTR Honda – Honda CBR 600RR – 1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy