Supersport Silverstone Gara: spettacolare vittoria per Laverty

Supersport Silverstone Gara: spettacolare vittoria per Laverty

Battuto Kenan Sofuoglu, primo podio per Gino Rea

di Redazione Corsedimoto

Eugene Laverty vince una gara monumentale nella categoria Supersport sul circuito di Silverstone, riducendo il gap in classifica a 17 punti sul rivale Kenan Sofuoglu con il quale ha lottato fino alla bandiera a scacchi in una manche tiratissima. L’alfiere Parkalgar Honda, vice campione in carica della categoria, è partito benissimo dalla prima casella di partenza, dopo che la gara era stata sospesa da un incidente proprio da lui (involontariamente) innescato e che ha avuto come vittime (a quanto sembra senza grosse conseguenze a livello fisico per entrambi) lo spagnolo Joan Lascorz (Kawasaki Provec Motocard.com) e il nostro Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing Team).

Il #50 si è ritrovato come avversario nella prima parte di corsa il britannico Gino Rea, scattato benissimo e capace di tenere il passo del compagno di marca per più di sette giri, salvo poi alzare il ritmo e “accontentarsi” del terzo posto. Proprio il pilota Intermoto è stato sorpassato infatti nel corso dell’ottava tornata da Sofuoglu (partito non benissimo, e non è una novità) grazie ad una staccata imperiosa alla curva “Stowe”, con quest’ultimo che si è poi messo all’inseguimento del rivale per il titolo Laverty, che nel frattempo aveva guadagnato un piccolo margine sui due inseguitori.

L’aggancio in vetta da parte dell’alfiere Honda Ten Kate avviene poco più tardi e proprio all’undicesimo giro che si accende la bagarre per il successo, con Kenan Sofuoglu che infila Laverty al “Brooklands Corner”, con la replica immediata di Laverty alla prima staccata dopo il traguardo e la contro-risposta del turco poco più tardi. L’ex pilota del mondiale 250 ha atteso l’ultimo giro e, dopo essersi studiato il rivale, ha compiuto una manovra magistrale alla curva “Abbey”, mantenendo la leadership fino alla bandiera a scacchi. Terzo al traguardo Gino Rea il quale, dopo l’ottimo quarto posto rimediato a Brno, corona finalmente il sogno del podio alla sua stagione da “rookie” in Supersport.

Dietro all’inglese si classifica il connazionale Chaz Davies, primo pilota Triumph ParkinGO BE-1, che ha avuto la meglio sul danese Robbin Harms (riuscito a prendere parte alla gara dopo l’inconveniente che non gli aveva permesso di schierarsi in griglia), al portoghese Miguel Praia (Honda Parkalgar) e ai due compagni di squadra Matthieu Lagrive e David Salom.

Nono è il nostro Massimo Roccoli, secondo pilota Honda Intermoto, seguito dalla prima delle wild card Sam Lowes, pilota Honda GNS (il fratello Alex è stato costretto al ritiro a causa di una scivolata alla prima curva della tornata iniziale, per fortuna senza conseguenze). Ritiro anche per la talentuosa Jenny Tinmouth, caduta nel corso del decimo passaggio.

Supersport World Championship 2010
Silverstone, Classifica Gara

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 16 giri in 34’35.068
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.220
03- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 12.451
04- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 13.683
05- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 13.839
06- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 15.699
07- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 16.709
08- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 17.593
09- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 22.837
10- Sam Lowes – GNS Racing – Honda CBR 600RR – + 23.092
11- James Westmoreland – CAME Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 31.189
12- Fabien Foret – Team Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 32.562
13- Billy McConnell – CAME Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 37.623
14- Vittorio Iannuzzo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 40.614
15- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 40.762
16- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 54.686
17- Christian Iddon – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 55.198
18- Ronan Quarmby – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 58.957
19- Danilo Dell’Omo – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 1’11.342
20- Ian Lowry – IFS Lowe Racedays – Yamaha YZF R6 – + 1’11.723
21- Max Hunt – Race Lab Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 1’38.475
22- Mark Aitchison – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 1’41.788
23- Imre Toth – Team Toth – Honda CBR 600RR – a 1 giro

Valerio Piccini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy