Supersport Phillip Island Prove 2: sempre Sam Lowes

Supersport Phillip Island Prove 2: sempre Sam Lowes

Si avvicina Kenan Sofuoglu, brutta caduta di Foret

Commenta per primo!

Sempre Sam Lowes in testa, ma Kenan Sofuoglu si rifà sotto. Questo il verdetto del turno di prove libere del sabato mattina del Mondiale Supersport a Phillip Island con il velocissimo pilota britannico, passato con contratto triennale in tasca da PTR Honda alla Yamaha R6 del Yakhnich Motorsport, confermatosi al comando della classifica dei tempi staccando un best time in 1’33″143, distante sì dall’incredibile 1’32″545 conseguito ieri nelle prime qualifiche ufficiali, ma pur sempre meglio di 192/1000 rispetto al tri-Campione del Mondo Kenan Sofuoglu, quest’anno al via con la Kawasaki Ninja ZX-6R del rinnovato MAHI Racing Team India. I due attesi protagonisti, contendenti alla vittoria in una gara accorciata per il secondo anno consecutivo da 21 a 15 giri per ragioni di sicurezza e tenuta degli pneumatici (specie per i piloti Honda), hanno fatto selezione nel sabato mattina a Phillip Island lasciando ad oltre 1″ il Campione Europeo Superstock 600 in carica Michael van der Mark (Honda Ten Kate), seguito nell’ordine dall’altra R6 Yakhnich di Vladimir Leonov, un convincente Kev Coghlan (con la Kawasaki del rinnovato Team Lorenzini in partnership con DMC Racing) ed i nostri Roberto Rolfo (MV Agusta F3 675 del team ParkinGO) ed Alex Baldolini (Honda Lorini), a braccetto rispettivamente in sesta e settima piazza. Kenan Sofuoglu secondo con la MAHI Kawasaki Completano la top-10 l’altra MV di Christian Iddon, il vice-Campione British Supersport 2012 Jack Kennedy (alla prima stagione mondiale con la Honda ex-PTR del team russo Rivamoto) e la wild card Joshua Hook (Honda Motologic), poco staccati in questo “gruppone” di inseguitori i nostri Raffaele De Rosa (11°), Lorenzo Zanetti (12°), Massimo Roccoli (14°), si ritrova 17° dopo un venerdì da protagonista Andrea Antonelli con Roberto Tamburini 20° su Suzuki Suriano, Dino Lombardi 22°, Luca Marconi 26°, chiudono la schermata dei tempi Fabio Menghi (penalizzato da un problema tecnico alla propria R6) e l’esordiente Luca Salvadori. Sempre a proposito dei nostri portabandiera, non è sceso in pista (ma ci proverà nelle seconde qualifiche) un dolorante Luca Scassa, ha completato soltanto 5 giri invece il suo compagno di squadra in Kawasaki Intermoto David Salom complice la frattura del mignolo della mano destra ed una brutta botta alla schiena conseguenza della caduta di ieri. Non correrà invece per il trauma cranico rimediato l’ex Campione del Mondo 125 GP Gabor Talmacsi, persistono infine i problemi tecnici alla PTR Honda di Sheridan Morais. Doverosa menzione finale per Fabien Foret, incappato in uno spaventoso volo al via della sessione alla velocissima “Swan Corner”, restando “a gattoni” nel bel mezzo del rettifilo dei box: fortunatamente l’iridato 2002 è riuscito a scappar via proprio quando stavano transitando due suoi colleghi ad oltre 200 orari. Supersport World Championship 2013 Phillip Island, Classifica Prove Libere 2 01- Sam Lowes – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 1’33.143 02- Kenan Sofuoglu – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 0.192 03- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 1.006 04- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – + 1.016 05- Kev Coghlan – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – + 1.333 06- Roberto Rolfo – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – + 1.352 07- Alex Baldolini – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 1.606 08- Christian Iddon – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – + 1.653 09- Jack Kennedy – Rivamoto – Honda CBR 600RR – + 1.658 10- Joshua Hook – Team Honda Racing – Honda CBR 600RR – + 1.693 11- Raffaele De Rosa – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 1.757 12- Lorenzo Zanetti – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 1.791 13- Kevin Curtain – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1.840 14- Massimo Roccoli – Team Pata by Martini – Yamaha YZF R6 – + 1.875 15- Matt Davies – Team Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 1.897 16- Vladimir Ivanov – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – + 1.962 17- Andrea Antonelli – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R – + 2.023 18- Mathew Scholtz – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 2.074 19- David Salom – Kawasaki Intermoto PonyExpres – Kawasaki ZX-6R – + 2.111 20- Roberto Tamburini – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 2.161 21- David Linortner – Team Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 2.204 22- Dino Lombardi – Team Pata by Martini – Yamaha YZF R6 – + 2.208 23- Mitchell Carr – AARK Racing – Triumph Daytona 675R – + 2.225 24- Imre Toth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 2.249 25- Nacho Calero Perez – Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 2.304 26- Luca Marconi – PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 2.427 27- Alex Schacht – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 2.652 28- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.692 29- Luca Salvadori – Team Pata by Martini – Yamaha YZF R6 – + 2.824 30- Eduard Blokhin – Rivamoto – Honda CBR 600RR – + 6.034

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy