Supersport Losail Qualifiche 1: i commenti dei piloti

Supersport Losail Qualifiche 1: i commenti dei piloti

Le dichiarazioni dei piloti protagonisti della Supersport

Commenta per primo!

La prima giornata della Supersport a Losail ha offerto nelle qualifiche ufficiali la doppietta delle Yamaha ufficiali, con Cal Crutchlow capace di sorprendere il compagno di squadra Fabien Foret al debutto assoluto sul tracciato del Qatar. Entrambi, in sella alle nuove YZF R6, hanno preceduto Kenan Sofuoglu, vincitore di Phillip Island e per il momento migliore dei piloti Honda davanti alle CBR del team Althea con Matthieu Lagrive e Mark Aitchison, mentre Andrew Pitt non è andato al di là della decima posizione. Per quale ragione? Sentiamo le opinioni di tutti i piloti, con le dichiarazioni rilasciate al termine delle qualifiche ufficiali. Cal Crutchlow, Yamaha World Supersport Team (1°)Posso esser soddisfatto di questo risultato, specie pensando che non avevo mai girato prima qui su di una moto da corsa. Rispetto alla mattinata le condizioni sono cambiate molto: dal 2’12” della mattina sono arrivato a segnare un 2’04”, è incredibile! Per questo che sono convinto che domani la situazione sarà diversa, pertanto cercherò di migliorarmi ulteriormente e punterò sicuramente a portarmi a casa la mia prima pole position“. Kenan Sofuoglu, HANNspree Ten Kate Honda (3°)Questa mattina la pista era molto scivolosa, ma nel pomeriggio la situazione è notevolmente migliorata. La prima fila era quello che volevamo per oggi, e per domani l’obiettivo è di confermarci quantomeno in questa posizione. Partire in prima fila qui è importante, allo stesso tempo trovare una buona messa a punto alla moto per puntare a vincere domenica“. Matthieu Lagrive, HANNspree Honda Althea (4°)Questo primo giorno di prove si è svolto certamente meglio rispetto a quello di Phillip Island. Ho trovato subito un buon feeling con la moto e sono stato in grado di lavorare molto con i miei tecnici per trovare l’assetto più adatto a questo circuito. Dopo aver lavorato sulle sospensioni ed aver trovato un buon set up ho provato a percorrere molti giri per accertarmi delle prestazioni della mia moto sulla distanza. Domani dovremo fare la scelta degli pneumatici per la gara e naturalmente cercherò di migliorare il mio miglior tempo sul giro“. Mark Aitchison, HANNspree Honda Althea (5°)Sono soddisfatto delle mie prove odierne. Era la prima volta che correvo con una Honda su questo circuito e mi sono subito sentito a mio agio sulla mia moto. Dobbiamo lavorare ancora un poco per migliorare l’assetto all’anteriore e dobbiamo scegliere gli pneumatici giusti per la gara di sabato. Già quest’oggi abbiamo provato diversi tipi di gomme ma dobbiamo ancora stabilire quali siano le migliori. Penso che domani la pista sarà più pulita e questo permetterà a tutti i piloti di migliorarsi“. Mark AitchisonEugene Laverty, Parkalgar Honda (7°)Ho terminato le prime qualifiche in settima posizione e, per il momento, sono in seconda file. Sono soddisfatto di come sta procedendo il nostro programma di lavoro perchè abbiamo lavorato con diverse scelte a livello di pneumatici, con una soluzione finale che ci ha offerto un sensibile miglioramento. Rispetto alla mattinata sono riuscito ad abbassare i tempi di circa 3″, questo dimostra come possiamo ancora far meglio domani“. Anthony West, Stiggy Racing Honda (9°)Nella mattinata ho avuto delle difficoltà a settare la moto, pertanto ho perso parecchio tempo prezioso. Ho cominciato con lo stesso set-up di Phillip Island, ma non si è rivelata una mossa azzeccata: non riuscivamo a trovare il giusto grip. Nel pomeriggio abbiamo fatto delle modifiche e, finalmente, la moto ha iniziato ad andar meglio. Abbiamo un buon passo, per domani penso soltanto di ottenere un competitivo tempo sul giro per un buon piazzamento in grigliaAndrew Pitt, HANNspree Ten Kate Honda (10°)Qui c’è solo una scelta di pneumatici da fare, e pertanto ho perso un pò di tempo tentando strade alternative. Abbiamo inizialmente usato lo stesso set-up di Phillip Island, ma qui non hanno funzionato a dovere, pertanto c’è ancora un pò di lavoro da fare. Credo sarà necessario caricare ulteriormente l’avantreno per ottenere una migliore guidabilità, così da poterci migliorare domani“. Gianluca Nannelli, ParkinGO Triumph BE1 RacingQuesto tracciato presenta delle particolarità uniche in quanto chiede alla ciclistica del mezzo un equilibrio praticamente perfetto altrimenti il tempo non viene fuori. La mia moto, pur se migliorata dalle libere di questa mattina, è ancora troppo nervosa e risulta poco equilibrata in particolare modo all’uscita delle curve. In inserimento è tutto ok ma quando vado ad aprire il gas il posteriore tende a scivolare in maniera esagerata facendomi perdere decimi preziosi. Siamo ovviamente tutti al limite, basta guardare i tempi, per cui dobbiamo solo trovare quelle modifiche infinitesimali che ci possano permettere di guadagnare 4-5 decimi. Sono convinto che questo traguardo sia alla nostra portata e domani voglio staccare un ottimo crono per la griglia di partenza“. Michele Pirro, Yamaha Lorenzini by Leoni (12°)Ho bisogno di percorrere quanti più chilometri possibili con la mia moto in quanto non ho ancora raggiunto il feeling ottimale per sfruttarla al 100%. Sono contento in quanto miglioriamo costantemente e questo testimonia che il team lavora nella giusta direzione mettendomi a disposizione tutta la sua esperienza. La pista è molto scivolosa e l’alta temperatura dell’asfalto mette alla frusta gli pneumatici dopo pochi giri. Sono moderatamente tranquillo perché ho ancora del margine da sfruttare, me ne sono accorto negli ultimi passaggi dove solo per il gran traffico trovato in pista non ho avuto la possibilità di confermare i buoni intertempi segnati. Abbiamo da controllare alcune cose e domani cercheremo di migliorare la nostra prestazione, è importante partire da una buona posizione in griglia per evitare rischi alla prima staccata“. Miguel PraiaMiguel Praia, Parkalgar Honda (14°)Oggi abbiamo lavorato per mettere a punto la moto pensando alla gara, quindi effettuando diverse tornate con lo stesso treno di pneumatici. La moto qui è competitiva, pertanto son convinto che domani posso risalire dalla quattordicesima posizione. D’altronde già stamattina ero là davanti con il secondo tempo, pertanto quando penserò esclusivamente ai riferimenti cronometrici potrò ritrovarmi subito al vertice“. Gianluca Vizziello, Stiggy Racing Honda (18°)Non sono per niente soddisfatto della mia attuale posizione. Ci sono state delle difficoltà nel cercare il miglior set-up della moto, pertanto domani dovremmo necessariamente compiere delle modifiche per cercare di risalire la classifica, sperando che nel frattempo anche le condizioni del tracciato siano migliori“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy