Supersport Losail Gara: la cronaca della corsa play by play

Supersport Losail Gara: la cronaca della corsa play by play

Ecco cosa è accaduto giro dopo giro nella Supersport in Qatar

Commenta per primo!

Eugene Laverty ha sorpreso tutti nella Supersport a Losail, riuscendo a conquistare la vittoria alla sua personale quarta gara nella categoria, precedendo sul traguardo per soli 63 millesimi Andrew Pitt, campione del mondo in carica e, adesso, nuovo leader di campionato. Laverty ha consegnato così la prima vittoria al team Parkalgar Honda, mentre con il terzo posto Cal Crutchlow è salito per la prima volta sul podio nel Mondiale Supersport, precedendo un Kenan Sofuoglu pasticcione. Di seguito riportiamo cosa è accaduto nella gara della 600 a Losail, con la classica cronaca “play by play”, ovvero giro dopo giro con riportati tutti i momenti significativi della contesa.

Partenza: Crutchlow conserva la leadership su Laverty, Pitt e Sofuoglu, mentre per una maleaugurata coincidenza arrivano larghe alla prima curva le due Triumph di Nannelli e McCoy ben piazzate in griglia

Giro -1: Laverty passa subito Crutchlow e sembra avere un buon ritmo. La classifica recita così Laverty, Crutchlow, Pitt, Sofuoglu, Harms, Lagrive, Fujiwara e Aitchison

Giro -2: Pitt passa Crutchlow in quinta posizione, ma in rettilineo la R6 dell’inglese riconsente una immediata replica. Cadono nel frattempo in seguito ad un incredibile multi-crash Vostarek, Szkopek, Smrz e Morillas

Giro -3: nel tentativo di recuperare dalla nona posizione, Fabien Foret vola a terra alla curva 16 che immette sul rettifilo dei box. La sua gara si conclude lì, ancora a secco di punti in Qatar

Giro -4: la gara prende una dimensione chiara, con davanti un folto gruppetto composto da Laverty, Crutchlow, Pitt, Sofuoglu, Harms, Lagrive e Aitchison un pò più staccato.

Giro -5: Robbin Harms passa Kenan Sofuoglu per la quarta posizione a sorpresa

Giro -6: il pilota turco restituisce il favore, ripassando il pilota del team Veidec Honda. Davanti Andrew Pitt in staccata alla curva 6 passa Cal Crutchlow, consentendo così a Laverty di guadagnare qualche metro

Giro -7: che contatto tra Crutchlow e Sofuoglu! Anteriore della CBR contro il posteriore della R6, un rischio incredibile che, fortunatamente, non porta a terra entrambi i piloti. Davanti invece si registra il primo passaggio di consegne, con Laverty che arriva leggermente lungo aprendo la porta a Pitt

Giro -8: Pitt dunque comanda su Laverty, terzo è invece Sofuoglu che si è finalmente sbarazzato di Crutchlow con un preciso attacco alla curva 4

Giro -9: Sofuoglu non si ferma più e passa anche Eugene Laverty

Giro 10: incredibile Kenan Sofuoglu! In tre giri passa da un rischio di trovarsi a terra al comando, grazie ad un perfetto attacco sul team-mate Pitt in fondo al lungo rettifilo dei box

Giro 11: sembra in grado di allungare Kenan Sofuoglu, con Andrew Pitt che sta dando il massimo per reggere il ritmo del compagno di squadra

Giro 12: Crutchlow commette una piccola sbavatura alla curva 16, consentendo a Laverty di ripassare in terza posizione

Giro 13: Momento importante della corsa, con Pitt che attacca duramente Sofuoglu in fondo al dritto favorendo anche l’avanzata di Laverty, mentre Crutchlow si riavvicina in quarta posizione

Giro 14: sorpresa-Laverty. L’irlandese passa Pitt installandosi al comando, ma Pitt, Sofuoglu e anche Crutchlow sono a stretto contatto

Giro 15: vola a terra Jesco Gunther, ma soprattutto nel gruppetto di testa si registra il crash di Mark Aitchison alla curva 6: era in quinta posizione, davanti al suo team-mate Lagrvie e Harms

Giro 16: Kenan Sofuoglu prova a conquistare il comando ma arriva largo alla curva 4, aprendo la porta ad Andrew Pitt. La gara si deciderà solo all’ultimo giro

Giro 17: volata finale. Laverty passa primo in fondo al rettilineo, ma Pitt si inventa un sorpasso incredibile al curvone. Non è finita qui, perchè sono gli ultimi 500 metri a decretare vincitori e vinti: Sofuoglu arriva lungo all’ultima curva e apre al primo podio di Crutchlow, ma là davanti di scia Laverty beffa Pitt e vince la sua prima gara in Supersport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy