Supersport: la “sorpresa” dei test di Portimao Sam Lowes

Supersport: la “sorpresa” dei test di Portimao Sam Lowes

Il campione britannico in carica velocissimo con la CBR

Commenta per primo!

Simon Buckmaster, titolare di Performance Technical Racing che gestisce il team Parkalgar Honda, sembra averci visto giusto ancora una volta. Dopo aver dato l’opportunità al compianto Craig Jones ed Eugene Laverty di lottare per le posizioni di vertice del mondiale Supersport per il 2011 ha deciso di puntare su Sam Lowes, 20enne pilota britannico che nel circus del World Superbike è conosciuto per i suoi trascorsi nella Superstock 600 (con Kawasaki O-Six) ed una mezza stagione 2009 con il team ECHO CRS Honda.

Una “scommessa”, ma di certo non azzardata: Lowes è il campione britannico in carica, riuscendo lo scorso anno a realizzare un vero e proprio miracolo con un team, il GNS Racing, da “budget zero” (tanto che due settimane or sono ha chiuso i battenti per mancanza di fondi). Pochi mezzi, ma abbastanza per conquistare il titolo nazionale davanti a squadre ufficiali, il tutto con una privatissima Honda CBR 600RR.

Il talento non manca e la conferma è arrivata a Portimao, dove al primo vero test con la CBR di Parkalgar Honda ha spiccato il miglior tempo dei tre giorni di prove restando, in ogni condizione, sempre nelle posizioni che contano della classifica anche davanti al più esperto team-mate James Ellison (seppur iscritto con i colori PTR Bogdanka).

Caduta a parte è stato un test molto positivo“, spiega Sam Lowes. “Siamo stati veloci in tutti i turni di prove con poche modifiche alla moto. La CBR mi ha impressionato, ha un potenziale enorme e anche sotto la pioggia mi sono trovato bene in sella. Complessivamente il bilancio è positivo, nell’ultimo giorno di test non abbiamo potuto provare nulla per le condizioni climatiche, ma siamo molto soddisfatti“.

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy