Supersport: Kawasaki all’attacco dopo i test di Phillip Island

Supersport: Kawasaki all’attacco dopo i test di Phillip Island

Broc Parkes e David Salom protagonisti in Australia

Commenta per primo!

Sembra esser l’anno buono per la Kawasaki nel mondiale Supersport. Anche alla luce dei test ufficiali di Phillip Island a poche ore dall’inizio della stagione 2011, le due Ninja ZX-6R del team Provec Motocard.com sono state costantemente ben piazzate in classifica, giusto a ridosso della prima posizione detenuta dalla Honda Ten Kate di Fabien Foret.

Broc Parkes, due volte vice-campione del mondo subentrato lo scorso anno a stagione in corso per sostituire l’infortunato Joan Lascorz dal Nurburgring in avanti, è arrivato a soli 14 millesimi dal miglior tempo (nonchè record) dei test, viaggiando con un passo gara da… vittoria.

Questi due giorni di test per noi sono stati molto importanti“, spiega il pilota australiano. “Ad Almeria nelle precedenti prove faceva molto freddo, mentre a Portimao ha piovuto per quasi tutto il tempo. Qui siamo riusciti a percorrere molti kilometri con lo stesso treno di pneumatici, così da trovare un buon assetto in vista della gara. La moto è andata molto bene, ho provato anche a fare un giro veloce e sono arrivato ad una manciata di millesimi dal primato e, a quel punto, ho capito che eravamo a posto. Mi sento pronto per il weekend di gara, adesso dobbiamo verificare i dati che abbiamo acquisito, ma in linea di massima il nostro set-up è già competitivo anche perchè abbiamo percorso 20 giri con lo stesso treno di gomme“.

Allo stesso modo può ritenersi soddisfatto David Salom, ex-Yamaha Spain e Triumph BE1, nuovo acquisto della squadra di Guim Roda. Caduto rovinosamente a Portimao (anche in Australia, ma senza conseguenze), il pilota maiorchino è rimasto “in scia” al proprio compagno di squadra, aspettando domenica di vederlo nella lotta per il podio e qualcosa in più.

Sto prendendo le cose un passo alla volta per capire i progressi che riesco a compiere con la moto, per questo sono sorpreso di ritrovarmi così vicino alla testa della classifica. Ho commesso solo un piccolo errore volando a terra, ma per fortuna nessun problema. Stiamo lavorando bene come dimostrano i tempi sul giro, io ho spinto al limite, ma sono in una buona squadra e ho una moto competitiva per ambire ad un buon risultato“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy