Supersport Imola Gara: vince Foret, Davies e Scassa KO

Supersport Imola Gara: vince Foret, Davies e Scassa KO

Sul podio anche Sam Lowes e Broc Parkes

Commenta per primo!

Succede tutto ed il contrario di tutto sul tracciato di Imola, in occasione della gara Supersport. Ad ottenere il successo è Fabien Foret (Honda Ten Kate), il primo della stagione ed il tredicesimo della carriera. Il pilota tansalpino è stato autore di un’ottima rimonta ed ha saputo trarre vantaggio dallo sfortunato ritiro del leader della corsa Chaz Davies (Yamaha ParkinGO), fermo al quattordicesimo giro a causa della rottura del propulsore, mentre stava agevolmente comandando la gara con più di 9 secondi di vantaggio.

La domenica nera del team di Giuliano Rovelli è completata dalla caduta di Luca Scassa, anche lui per rottura del motore nel corso della tornata numero 8, mentre aveva tra le mani un podio sicuro. Ad ottenere la seconda posizione finale è così il campione britannico in carica Sam Lowes (Parkalgar Honda), il quale ha provato fino alla fine il sorpasso su Foret dopo che quest’ultimo lo aveva beffato nel finale della corsa.

Completa il podio l’australiano Broc Parkes (Kawasaki Motocard.com), davanti ad un veloce ma incostante Florian Marino (HANNspree Honda Ten Kate), al compagno di squadra David Salom ed all’inglese James Ellison. Settimo è il nostro Vittorio Iannuzzo (Kawasaki Lorenzini by Leoni), mentre il suo compagno di squadra Massimo Roccoli ha gettato alle ortiche un’ottima possibilità a causa di un lungo prima, e di una scivolata fatale alla “Tosa”, poi. A proposito di cadute, da segnalare quella nel finale di cui è stato vittima Gino Rea (Honda Step Racing), anch’egli finito per terra alla “Tosa”, nel corso dell’ultimo giro, mentre lottava per il gradino più basso del podio.

Completano la top ten il portoghese Miguel Praia (Parkalgar Honda), la wild-card proveniente dal CIV Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing) ed il nostro Danilo Dell’Omo. Sfortunato invece Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing), lasciato a piedi dalla sua YZF-R6 nelle fasi iniziali della corsa. Nonostante lo “zero”, Davies mantiene la leadership di campionato con 35 punti di vantaggio su Foret e 48 su Salom, con ancora due gare da disputare e 50 punti in palio.

Cronaca di Gara

Scatta bene Scassa, ma Davies all’esterno ha la meglio. Secondo Florian Marino, davanti all’aretino ed all’autore della pole Broc Parkes. Contatto tra Marco Jerman e Bastien Chesaux alla curva 3 con la moto dello svizzero che prende  fuoco. Ritiro per Robbin Harms, non in grado di correre dopo la brutta caduta di ieri. Il gruppo viaggia compatto, con Davies in testa seguito da Marino e Scassa. Quarto Broc Parkes a precedere Gino Rea, Roberto Tamburini e Massimo Roccoli. Giro più veloce di Scassa al secondo passaggio, mentre al contempo Florian Marino si riaggancia con il leader Davies. Problema tecnico per Roberto Tamburini, alla staccata della “Rivazza”. Il pilota di casa è costretto alla resa dopo una promettente prima parte di gara.

Davies e Marino fanno ad elastico, con Scassa che punta a sopravanzare l’avversario per ottenere la seconda posizione. Il centauro italiano riesce nell’impresa alla “Variante Alta”, nel corso del quinto passaggio, ritrovandosi con un secondo e sei decimi di distanza dal compagno di box. Nuovo record in gara fatto segnare da Sam Lowes, alla tornata numero cinque. L’inglese è in settima posizione, nel mezzo di un gruppetto di piloti agguerriti che lottano per il quarto posto e non eccessivamente distanti dai primi tre. Lungo di Massimo Roccoli alla curva numero 18, il romagnolo rientra in pista in quattordicesima posizione.

Florian Marino, in evidente difficoltà di rendimento, viene pressato da Gino Rea per il terzo posto. Termina nel modo peggiore la promettente gara di Luca Scassa, finito nella ghiaia nel corso del giro numero otto. Bella battaglia in pista tra Rea e Marino, che ora si contendono la seconda piazza, seguiti a distanza ravvicinata da Parkes e Lowes. Giro più veloce della corsa per Fabien Foret il quale, in sesta posizione, prova a recuperare i due secondi che lo separano dal quartetto in lotta per il secondo posto. Davies intanto gestisce nella maniera migliore l’ottimo gap che detiene sugli inseguitori, risultando nonostante tutto il più veloce in pista.

Marino torna in seconda e Lowes sale al sesto posto, nel corso del quattordicesimo passaggio. Foret si ricongiunge definitivamente al quartetto, superando agevolmente sia Parkes che Rea, con quest’ultimo che poco prima era stato sopravanzato da Lowes (alle “Acque Minerali”). Il pilota Parkalgar si ritrova clamorosamente primo, al quattordicesimo giro, per l’inaspettato problema tecnico di Chaz Davies (motore rotto per il gallese).

Lowes prova a fare il vuoto ma viene inseguito da Foret, mentre Marino deve difendere la posizione da un arrembante Gino Rea e da Broc Parkes. Caduta per Roccoli al diciassettesimo giro, alla curva numero 7 (la “Tosa”). Foret conquista la leadership al termine del terzultimo passaggio, all’ultima chicane prima del traguardo, al contempo Rea prova in ogni modo a sopravanzare Marino, con il fiato sul collo di Broc Parkes. “Speedy-G” riesce nel suo intento alla “Tosa”, al penultimo giro.

Numero di Gino Rea alla “Variante Bassa” prima di entrare nell’ultimo passaggio: il pilota Step Racing Honda riesce a rimanere in piedi, ma nulla può fare dopo la perdita dell’anteriore alla “Tosa” (il giovane centauro inglese rientrerà in pista concludendo in undicesima posizione). Lowes prova un ultimo disperato tentativo per vincere la corsa ma si deve arrendere a Foret. Completa il podio Broc Parkes, davanti a Florian Marino, David Salom e James Ellison.

Supersport World Championship 2011
Imola, Classifica Gara

01- Fabien Foret – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 6000RR – 19 giri in 35’56.214
02- Sam Lowes – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 0.166
03- Broc Parkes – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 2.499
04- Florian Marino – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 3.833
05- David Salom – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 6.325
06- James Ellison – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 21.872
07- Vittorio Iannuzzo – Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 25.826
08- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 27.553
09- Stefano Cruciani – Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 30.044
10- Danilo Dell’Omo – Suriano Racing Team – Triumph Daytona 675 – + 31.140
11- Gino Rea – Step Racing Team – Honda CBR 600RR – + 32.212
12- Pawel Szkopek – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 32.845
13- Patrik Vostarek – Prorace – Honda CBR 600RR – + 33.402
14- Ondrej Jezek – SMS Racing – Honda CBR 600RR – + 42.637
15- Imre Toth – Team Hungary Toth – Honda CBR 600RR – + 43.177
16- Catalin Cazacu – PTR Romania Honda – Honda CBR 600RR – + 1’49.642
17- Eduard Blokhin – RivaMoto – Yamaha YZF R6 – a 1 giro

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy