Supersport: Eugene Laverty spiega la scivolata di Donington

Supersport: Eugene Laverty spiega la scivolata di Donington

Tanti punti persi in campionato per il pilota irlandese

Commenta per primo!

Era arrivato a Donington Park carico di speranze, Eugene Laverty. Il suo obiettivo era quello di recuperar punti su Cal Crutchlow, potendo vantare dalla sua il “fattore campo” ed un’ormai certa competitività della sua Parkalgar Honda. Tutto stava andando per il meglio, sino a quando al quarto passaggio è scivolato in uscita dalla Melbourne Hairpin. Ripartito, il pilota irlandese è riuscito a rimontare dalla 26° alla 5° posizione, anche se resta il rammarico per punti pesanti persi in classifica. Purtroppo per Laverty, non era la prima volta che si presentava un problema del genere, come ammesso a fine gara.

Stavo uscendo dal tornante Melbourne quando la mia Honda è partita di posteriore“, afferma Eugene Laverty. “Questo problema lo avevamo riscontrato sin dalle prove, ma pensavamo che con il cambio di temperatura e alcune modifiche alla moto eravamo stati in grado di risolverlo. Purtroppo non è stato così e sono scivolato… A quel punto ho pensato solo a tornare in zona punti dalla 26° posizione: non è stato facile perchè alcuni piloti erano difficili da passare, ed in più c’erano delle bandiere gialle che in alcuni punti mi hanno costretto a chiudere il gas spezzando il ritmo. In ogni caso ho finito quinto, non è male per come si eran messe le cose, sono a 28 punti da Cal ed è sempre meglio così che aver chiuso con uno zero“.

Adesso 28 punti sono tanti per il pilota Parkalgar Honda, ma nella sfortuna ci potrà essere la… fortuna di dover correre da adesso in avanti senza pressioni, dovendo soltanto vincere e, possibilmente, costringere Cal Crutchlow all’errore. Missione difficile, molto difficile considerando la straordinaria determinazione, costanza e velocità dell’inglese della Yamaha.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy