Supersport: dopo Silverstone campionato apertissimo

Supersport: dopo Silverstone campionato apertissimo

Quattro piloti in piena corsa per il titolo mondiale

Commenta per primo!

Un campionato bellissimo. Da tempo nel Mondiale Supersport non si assisteva ad un simile confronto nella corsa al titolo iridato: archiviate 9 delle 13 gare del calendario 2012, ben quattro piloti sono in lizza per l’obiettivo finale racchiusi in 30 punti esatti.

Cinque differenti vincitori (addirittura nelle prime cinque gare), un acceso duello tra i migliori alfieri di Honda e Kawasaki: questi gli elementi che presentano un campionato a dir poco “apertissimo” con 4 gare e 100 punti ancora in palio.

Kenan Sofuoglu, nonostante la battuta d’arresto di Imola e due risultati al di sotto le aspettative (per differenti ragioni) tra Silverstone ed Aragon, conduce tuttora la classifica con 148 punti in sella alla Ninja ZX-6R del team Kawasaki Lorenzini.

A 14 lunghezze insegue Sam Lowes, in trionfo tra Donington Park e Aragon, penalizzato sì dal doppio-errore di Assen e Misano, ma dal potenziale velocistico e tecnico per portare il team Bogdanka PTR Honda alla vittoria.

Stesso proposito per un esordiente di lusso della categoria come Jules Cluzel, capace di vincere alla sua quarta gara disputata (a Monza) e ripetersi settimana scorsa a Silverstone, ritrovandosi ora a 28 punti dal leader Sofuoglu.

Sono invece 30 le lunghezze da recuperare per Fabien Foret, penalizzato da un rendimento altalenante riuscendo tuttavia a portare il team Kawasaki Intermoto Step alla vittoria tra Imola e Brno.

Tra loro sarà eletto il Campione del Mondo Supersport 2012 con la quasi certezza che si deciderà tutto soltanto nell’ultima gara in programma il prossimo mese di ottobre a Nevers Magny Cours.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy