Supersport Donington Qualifiche 2: Lowes non si batte

Supersport Donington Qualifiche 2: Lowes non si batte

Tempone e quarta pole 2013, stacca di mezzo secondo Sofuoglu

Commenta per primo!

Imprendibile, sensazionale. Dopo un turno così è doveroso esaltare l’operato di Sam Lowes, tutt’uno con la Yamaha R6 del Yakhnick Motorsport, giunto alla sua quarta pole position stagionale su cinque round, la nona in carriera nel Mondiale Supersport. Parso già di per sè inavvicinabile nei turni di prove libere, nella decisiva seconda sessione di qualifiche ufficiali il capoclassifica di campionato ha ritoccato in cinque distinte occasioni il proprio miglior riferimento cronometrico fino a staccare un rimarchevole 1’30″276, quasi mezzo secondo di vantaggio rispetto al Campione del Mondo Kenan Sofuoglu, l’unico insieme al talentuoso pilota di Lincoln a scender sotto il muro dell’1’31”. Con un tempo “da Superbike” (sarebbe rientrato abbondantemente tra i 15 eletti della Superpole), Lowes spera domani di far sua la terza vittoria consecutiva e “scappar via” in campionato a scapito dei suoi più diretti inseguitori.

Si prospetta una missione difficile, ma non impossibile per Kenan Sofuoglu, secondo in griglia con la Kawasaki Ninja ZX-6R del MAHI Racing Team India in una prima fila “multi-marca” completata dall’esperto australiano Glen Richards, pluri-Campione britannico (2007 in Superstock 1000, 2008 e 2012 in Supersport, 2011 nella classe “Evo” del British Superbike), wild card d’eccezione con la Triumph Daytona 675R del team ufficiale Smiths Triumph condotta al titolo nella passata stagione e 5° sempre a Donington in gara nel Mondiale. Gran bel giro dell’esperto “aussie” dai trascorsi vittoriosi nell’Endurance, suo malgrado incappato in una rovinosa caduta nel finale alla “McLean’s” coinvolgendo l’incolpevole Alex Schacht, entrambi rimasti a terra dopo questo imprevisto.

Sarà da valutare per domani il potenziale di Richards a seguito di questa battuta d’arresto, così come saranno da seguire con un occhio di riguardo i piloti di casa: sul tracciato amico si esaltano Jack Kennedy (6° con la Honda Rivamoto) e Christian Iddon (7° con la prima MV Agusta F3 675 del team ParkinGO), lo scorso anno in corsa per la vittoria nel campionato britannico, oggi preceduti in griglia da un sempre più convincente Florian Marino (4°) e da Lorenzo Zanetti, 5° con la Honda CBR 600RR 2013 preparata da Ten Kate e nuovamente il migliore dei nostri in classifica.

Penalizzato dal traffico dell’ora di punta non è andato oltre l’undicesimo tempo Luca Scassa preceduto da un acciaccato Fabien Foret, a seguire è 13° Raffaele De Rosa, 14° Riccardo Russo, 16° Roberto Rolfo con Luca Marconi 19°, Alex Baldolini (passato da Honda Lorini a Suzuki Suriano) 21°, Massimo Roccoli 22° seguito da Andrea Antonelli (23°) e dall’esordiente Riccardo Cecchini, 29° e promosso per l’occasione dal Team Lorini dall’Europeo Superstock 600. Proseguono invece i problemi di Michael van der Mark, 20esimo e giustificatissimo per la frattura di quattro dita del piede sinistro riportate a Monza.

Supersport World Championship 2013
Donington Park Racing Circuit, Classifica Combinata Qualifiche

01- Sam Lowes – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 1’30.276
02- Kenan Sofuoglu – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 0.457
03- Glen Richards – Smiths Triumph – Triumph Daytona 675R – + 0.824
04- Florian Marino – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 1.063
05- Lorenzo Zanetti – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 1.085
06- Jack Kennedy – Rivamoto – Honda CBR 600RR – + 1.106
07- Christian Iddon – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – + 1.134
08- Sheridan Morais – PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 1.172
09- Vladimir Ivanov – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – + 1.324
10- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 1.326
11- Luca Scassa – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 1.386
12- Kev Coghlan – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – + 1.442
13- Raffaele De Rosa – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 1.525
14- Riccardo Russo – Puccetti Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 1.565
15- Billy McConnell – Smiths Triumph – Triumph Daytona 675R – + 1.583
16- Roberto Rolfo – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – + 1.710
17- David Linortner – Team Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 1.736
18- Gabor Talmacsi – ProRace – Honda CBR 600RR – + 1.764
19- Luca Marconi – PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 1.954
20- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – + 1.996
21- Alex Baldolini – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 2.001
22- Massimo Roccoli – Team Pata by Martini – Yamaha YZF R6 – + 2.048
23- Andrea Antonelli – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R – + 2.058
24- Mathew Scholtz – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – + 2.457
25- Matt Davies – Team Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 2.507
26- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – + 2.730
27- Sam Hornsey – RLR Motorsports – Suzuki GSX-R 600 – + 2.876
29- Riccardo Cecchini – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 3.370
30- Tony Covena – Nito Racing – Kawasaki ZX-6R – + 3.442
31- Balazs Nemeth – Complus SMS Racing – Honda CBR 600RR – + 3.543
32- Alex Schacht – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 3.552
33- Mitchell Carr – AARK Racing – Triumph Daytona 675R – + 3.646
34- Imre Toth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 3.823
35- Yves Polzer – Team MRC Austria – Honda CBR 600RR – + 4.403
36- Eduard Blokhin – Rivamoto – Honda CBR 600RR – + 6.689

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy