Supersport Donington Gara: secondo centro di van der Mark

Supersport Donington Gara: secondo centro di van der Mark

Batte in volata Cluzel, costretto al ritiro Zanetti

Commenta per primo!

Ultime tre gare: un secondo posto, due vittorie. Un ruolino di marcia “mondiale” per Michael van der Mark, a Donington Park giunto alla sua seconda affermazione stagionale (ed in carriera) nel Mondiale Supersport concretizzando la prima “fuga” in campionato. Campione Europeo Superstock 600 nel 2012, vincitore lo scorso anno (all’esordio in sella ad una Superbike) alla 8 ore di Suzuka, il talentuoso pilota olandese con la Honda CBR 600RR Ten Kate ha dato vita ad una corsa capolavoro sui saliscendi dell’East Midlands sfruttando sì le disavventure occorse al compagno di squadra Lorenzo Zanetti (fuori gioco a cinque giri dal termine per un problema tecnico) e Kenan Sofuoglu (costretto a retrocedere fino alla quarta piazza per un “guasto” momentaneo al giro di boa della contesa), ma cercando con grinta e determinazione questa vittoria.

Autore ieri della prima pole in carriera tra le Supersport, “Magic Michael” è rimasto costantemente nel pokerissimo di testa formato da Kev Coghlan, dai già menzionati Zanetti e Sofuoglu più Jules Cluzel. Proprio con il pilota francese della MV Agusta ha ingaggiato un avvincente duello risoltosi soltanto nel finale: a 4 giri dal termine un perfezionistico sorpasso per la leadership al “Melbourne Hairpin” per poi rispondere colpo-su-colpo agli attacchi del rivale. Per van der Mark arriva così la seconda vittoria stagionale vantando ora 14 punti di vantaggio in classifica rispetto a Florian Marino (5°), 28 a scapito dello stesso Cluzel salito al terzo posto in campionato. Con Kev Coghlan a completare il podio in sella alla Yamaha R6 del DMC Racing, l’odierna gara a Donington Park ha rappresentato l’ennesima occasione mancata per Kenan Sofuoglu: il “Re” (e recordman) del Mondiale Supersport, proprio quando si era ritrovato in testa, è stato costretto a rallentare vistosamente per un problema alla propria Kawasaki Ninja ZX-6R preparata dal MAHI Racing Team India, salvo poi nel finale rimontare fino ad arrivare ad un soffio dal podio.

Il funambolico pilota turco sconta ora addirittura 52 punti di svantaggio dalla leadership di campionato, 41 invece Lorenzo Zanetti, tradito dalla sua stessa Honda Ten Kate quando si ritrovava in lizza per bissare il sensazionale trionfo di Imola. Con il forte pilota bresciano fuori gioco il miglior italiano sul traguardo è così Roberto Tamburini, ottavo con la Kawasaki Ninja ZX-6R del San Carlo Puccetti Racing vincendo la volata con Raffaele De Rosa (PTR Honda, 9°) e Roberto Rolfo (Kawasaki Go Eleven, 10°), punti mondiali anche per Marco Bussolotti (Honda Lorini, 11°) e Alessandro Nocco (Kawasaki Puccetti, 14°) scattati dalla seconda fila, tredicesimo invece Riccardo Russo, diciannovesimo Christian Gamarino con Fabio Menghi costretto alla resa.

Supersport World Championship 2014
Donington Park Circuit, Classifica Gara

01- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – 20 giri in 30’47.132
02- Jules Cluzel – MV Agusta Reparto Corse Yakhnich Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 0.114
03- Kev Coghlan – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 1.266
04- Kenan Sofuoglu – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 1.556
05- Florian Marino – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 7.472
06- PJ Jacobsen – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 10.557
07- Jack Kennedy – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 13.952
08- Roberto Tamburini – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 14.783
09- Raffaele De Rosa – CIA Insurance Honda – Honda CBR 600RR – + 15.363
10- Roberto Rolfo – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 16.585
11- Marco Bussolotti – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 22.829
12- Ratthapak Wilairot – Core PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 24.005
13- Riccardo Russo – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 38.908
14- Alessandro Nocco – San Carlo Puccetti Racing – Kawasaki ZX-6R – + 45.198
15- Vladimir Leonov – MV Agusta Reparto Corse Yakhnich Motorsport – MV Agusta F3 675 – + 46.175
16- Samuel Hornsey – Anvil Hire TAG Racing – Triumph Daytona 675R – + 54.335
17- Tony Covena – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – + 59.218
18- Fraser Rogers – Com Plus SMS Racing – Honda CBR 600RR – + 1’08.703
19- Christian Gamarino – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 1’11.424
20- Alexey Ivanov – DMC Panavto Yamaha – Yamaha YZF R6 – a 1 giro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy