Supersport: conclusi i test a Mosca, svetta Sam Lowes

Supersport: conclusi i test a Mosca, svetta Sam Lowes

Cluzel vicinissimo davanti a Parkes, Sofuoglu 4°

Commenta per primo!

Clima mite (20°C nell’aria) e tanto tempo in pista per i piloti World Supersport, che hanno terminato la giornata di test ufficiali al Moscow Raceway con la seconda sessione da poco conclusa. Si abbassano nettamente i riferimenti cronometrici ma, come nella mattinata, sono tre le Honda CBR 600 RR ed i protagonisti sono stati i medesimi. A svettare questa volta è però Sam Lowes (Bogdanka PTR Honda) grazie ad un crono di 1’38.548. L’inglese, lo ricordiamo, è ancora perfettamente in gioco per il titolo mondiale avendo 14 punti di ritardo sul capo classifica Kenan Sofuoglu (Kawasaki Team Lorenzini), quarto nel finale ed in netto miglioramento. Stesso discorso per Jules Cluzel (PTR Honda), secondo classificato con un ritardo di soli 48 millesimi, vincitore dell’ultima gara in Gran Bretagna (la seconda della stagione), nonostante il francese accusi dalla vetta un ritardo doppio rispetto a quello del pilota di Lincoln.

Terzo posto per Broc Parkes (Honda Ten Kate Racing Products) a quasi due decimi e mezzo di distanza. Il veterano australiano della competizione verrà affiancato questo fine settimana dalla wild-card Michael van der Mark, impegnato a tempo pieno nel Campionato Europeo Superstock 600 (nel quale è secondo in classifica ed in lotta per il titolo) e debuttante nel Mondiale Supersport (il giovanissimo olandese ha chiuso ventesimo). Quarto è il già citato Sofuoglu, a precedere il centauro di casa Vladimir Leonov (Yamaha Yakhnich Motorsport), il compagno di squadra Sheridan Morais, Fabien Foret (Kawasaki Intermoto Step) e Roberto Tamburini (Honda Lorini, protagonista di una scivolata alla curva 14).

Chiudono la top-ten Gabor Talmacsi (Honda Racing Team Toth) e Ronan Quarmby (PTR Honda, vittima di una caduta alla prima curva dopo il traguardo), davanti a Valentine Debise (Honda SMS Racing), Mathew Scholtz (Bogdanka PTR Honda) ed ai nostri Alex Baldolini (Triumph Power Team by Suriano) ed Andrea Antonelli (Yamaha Bike Service Racing Team). Quindicesimo posto per Dan Linfoot, alla sua seconda trasferta con il MSD R-N Racing Team India Kawasaki, con a seguire Jed Metcher, pilota del team di casa RivaMoto Yamaha e vittima di una caduta nel finale alla curva 3, e Dino Lombardi (Team PATA by Martini Yamaha), 17esimo in classifica e seguito dai connazionali del VFT Racing Luca Marconi (23°) e Fabio Menghi (24°), Vittorio Iannuzzo (26°) con Danilo Marrancone 34°.

Da segnalare infine la scivolata di Federico D’Annunzio, ex-protagonista dell’Europeo Superstock 600, all’esordio proprio a Mosca con una delle due Honda CBR 600RR del Team Lorini. Problema tecnico invece per Robin Mulhauser, pilota del Team RivaMoto, abitualmente impegnato nella STK600. Per la Supersport l’appuntamento è ora rimandato a venerdì per l’inizio ufficiale del week-end di gara.

Supersport World Championship 2012
Test Moscow International Raceway, Classifica

01- Sam Lowes – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – 1’38.548
02- Jules Cluzel – PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 0.048
03- Broc Parkes – Ten Kate Racing Products – Honda CBR 600RR – + 0.246
04- Kenan Sofuoglu – Kawasaki Lorenzini – Kawasaki ZX-6R – + 0.473
05- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – + 0.900
06- Sheridan Morais – Kawasaki Lorenzini – Kawasaki ZX-6R – + 0.983
07- Fabien Foret – Kawasaki Intermoto Step – Kawasaki ZX-6R – + 0.989
08- Roberto Tamburini – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 1.020
09- Gabor Talmacsi – ProRace Honda CBR 600RR – + 1.034
10- Ronan Quarmby – PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 1.163
11- Valentin Debise – SMS Racing – Honda CBR 600RR – + 1.301
12- Mathew Scholtz – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 1.390
13- Alex Baldolini – Power Team by Suriano – Triumph Daytona 675 – + 1.787
14- Andrea Antonelli – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1.805
15- Dan Linfoot – MSD R-N Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 1.919
16- Jed Metcher – RivaMoto Junior Team – Yamaha YZF R6 – + 2.105
17- Dino Lombardi – Team PATA by Martini – Yamaha YZF R6 – + 2.276
18- Romain Lanusse – Kawasaki Intermoto Step – Kawasaki ZX-6R – + 2.291
19- Joshua Day – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 2.431
20- Michael van der Mark – Ten Kate Racing Products – Honda CBR 600RR – + 2.572
21- Florian Marino – MSD R-N Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – + 2.766
22- Imre Toth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 2.824
23- Luca Marconi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.892
24- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.937
25- Martin Jessopp – Riders PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 3.256
26- Vittorio Iannuzzo – Power Team by Suriano – Triumph Daytona 675 – + 3.278
27- Balazs Nemeth – Racing Team Toth – Honda CBR 600RR – + 4.315
28- Maxime Averkin – HELL Racing Team – Kawasaki ZX-6R – + 4.810
29- Federico D’Annunzio – Team Lorini – Honda CBR 600RR – + 5.064
30- Sergie Krapukhin – DMC Racing – Yamaha YZF R6 – + 5.065
31- Yves Polzer – Team MRC Austria – Yamaha YZF R6 – + 5.683
32- Eduard Blokhin – RivaMoto – Yamaha YZF R6 – + 5.993
33- Andrzej Chmielewski – Bogdanka Honda PTR – Honda CBR 600RR – + 7.410
34- Danilo Marrancone – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 8.855
35- Robin Mulhauser – RivaMoto – Yamaha YZF R6 – + 29.809

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy