Supersport Aragon Gara: vittoria per Davies su Lowes

Supersport Aragon Gara: vittoria per Davies su Lowes

A terra sia Parkes che Scassa, bene Roccoli 4°

Commenta per primo!

Chaz Davies ottiene il successo nella gara Supersport di Aragon, conquistando il terzo successo stagionale dopo le vittorie di Assen e Monza. Il pilota di Knighton, Regno Unito, portacolori del team ParkinGO, ottiene la cinquantesima affermazione di Yamaha nella categoria, balzando prepotentemente in testa alla classifica piloti. E’ stata una gara ricca di colpi di scena, corsa sul filo di lana fino alla bandiera a scacchi, con la vittoria contesa fino al termine da Davies e Sam Lowes (Parkalgar Honda), entrambi autori di una gara superlativa.

Le sorprese l’hanno però fatta da padrona, due su tutte la caduta di Luca Scassa (Yamaha ParkinGO) al quindicesimo giro, con l’aretino che navigava in sesta posizione e aveva già mostrato qualche difficoltà di troppo nella corsa, dopo un buon scatto al via, ma soprattutto la scivolata al passaggio seguente dell’allora leader della corsa Broc Parkes (Kawasaki Motocard.com), in testa sin dal primo passaggio ma vittima di una perdita dell’anteriore alla curva 9. Il pilota australiano qualche giro prima aveva già avuto avvisaglie di problemi di aderenza, spingendo comunque al limite fino alla caduta.

Questa scivolata ha lasciato campo libero a Chaz Davies e Sam Lowes, che con il pilota Motocard.com avevano formato un inossidabile trio in vetta. I due non si sono risparmiati affatto nel finale, ma per il centauro Parkalgar, secondo al traguardo, l’appuntamento per la vittoria è ancora rimandato. Completa il podio David Salom (Kawasaki Motocard.com) penalizzato da una bruttissima partenza ma in grado di farsi strada tra gli avversari nel corso della gara.

Il centauro spagnolo ha preceduto l’ottimo Massimo Roccoli (Kawasaki Lorenzini by Leoni), decisamente in palla sul tracciato di Aragon, ed il nostro Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing), capace di avere la meglio nel finale sugli agguerriti Gino Rea (Honda Step Racing) e Fabien Foret (HANNspree Honda Ten Kate), dopo una fantastica rimonta. Cambio di leadership dunque in classifica piloti, con Chaz Davies in testa a quota 105, seguito da Parkes a 85 e da Salom e Scassa, rispettivamente a 71 e 70 punti.

Cronaca di gara

Ottima partenza per Broc Parkes, scatta bene  anche Luca Scassa che si pone davanti a Davies, ma l’inglese lo ripassa poco dopo. Quarta posizione per Sam Lowes, seguito da Massimo Roccoli e Gino Rea. Sorpasso di David Salom, partito male dalla seconda casella, ai danni di Fabien Foret. Lungo di Florian Marino alla curva 16, con il pilota che finisce in fondo alla classifica. Parkes prova a scappare, seguito da vicino da Davies con Scassa terzo leggermente più staccato e Lowes che prova a non perdere troppo terreno. Sorpasso alla curva numero 12 all’interno di Salom su Roccoli, mentre Ellison sopravanza Gino Rea per la settima posizione. Il pilota inglese è però protagonista di un lungo alla prima staccata del terzo giro, probabilmente per un piccolo problema tecnico.

Chaz Davies prova a stare addosso al leader Parkes, mentre Sam Lowes incalza Luca Scassa per la terza piazza. Il pilota del Lincolnshire fa segnare il giro più veloce della corsa, spingendo Scassa verso la coppia di testa. il pilota Parkalgar riesce a sopravanzare l’aretino al quarto passaggio, mettendo in obiettivo la coppia di testa. Velocissimo Salom in pista, che recupera terreno sul quarto classificato, Luca Scassa. Lotta agguerrita tutta Honda per la settima posizione tra Fabien Foret, Gino Rea e Robbin Harms. Giro più veloce ancora una volta per Sam Lowes al sesto passaggio, con il pupillo di Buckmaster che ha girato 8 decimi più veloce dei due davanti a sé, e con questi compone ora un trio al vertice che promette spettacolo.

Errore di Luca Scassa all’ottavo passaggio, nel tentativo di tenere dietro David Salom, con l’italiano che va oltre la linea bianca ed è costretto a chiudere leggermente il gas, venendo passato dallo spagnolo e momentaneamente anche dal connazionale Massimo Roccoli. Momento di difficoltà per “Ska”, che viene ripassato dal pilota Lorenzini by Leoni e continua a perdere terreno dai due piloti Kawasaki che gli stanno davanti. Sbavatura di Salom, che va largo alla curva 10 al dodicesimo giro, con Roccoli che ottiene per qualche curva il quarto posto ma viene ripassato. I due continuano a battagliarsi, permettendo a Scassa di rifarsi sotto mentre il terzetto di testa è più compatto che mai, senza però avvicendamenti di posizione.

Caduta a sorpresa per Luca Scassa al quindicesimo passaggio, alla curva 5, con il pilota che conclude nei peggiore dei modi una gara ed un difficile week-end. Ma il colpo di scena più grande avviene il giro seguente, nella discesa della curva 9, con l’uscita di scena del leader della corsa Broc Parkes che perde mestamente l’anteriore in percorrenza. La battaglia per il successo resta quindi una questione a due tra Chaz Davies e Sam Lowes, con i due inglesi che non si risparmiano e guidano ben oltre il limite.

La velocità sul dritto della YZF-R6 dà un piccolo vantaggio al gallese, con il rivale che prova in ogni modo a stare nei tubi di scarico del pilota Yamaha senza però riuscire ad avvicinarsi quanto basta per provare il sorpasso. Vince quindi Chaz Davies davanti a Sam Lowes, con il pilota di casa David Salom terzo a chiudere il podio. Quarto classificato è il nostro Massimo Roccoli, autore di un’ottima gara così come Roberto Tamburini, quinto al traguardo, che ha la meglio su Gino Rea, Fabien Foret e Robbin Harms dopo un’incredibile rimonta.

Completano la top 10 altri due piloti Honda, ovvero Miguel Praia e Florian Marino, con il transalpino che ha faticato parecchio in questa corsa, soprattutto nelle fasi iniziali.

Supersport World Championship 2011
Motorland Aragon, Classifica Gara

01- Chaz Davies – Yamaha ParkinGO Team – Yamaha YZF R6 – 18 giri in 37’06.751
02- Sam Lowes – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 0.564
03- David Salom – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 4.645
04- Massimo Roccoli – Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 10.984
05- Roberto Tamburini – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 23.792
06- Gino Rea – Step Racing Team – Honda CBR 600RR – + 24.009
07- Fabien Foret – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 24.297
08- Robbin Harms – Harms Benjan Racing Team – Honda CBR 600RR – + 33.850
09- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 42.657
10- Florian Marino – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 42.669
11- Vladimir Ivanov – Step Racing Team – Honda CBR 600RR – + 56.947
12- Balazs Nemeth – Team Hungary Toth – Honda CBR 600RR – + 1’02.633
13- Pawel Szkopek – Bogdanka PTR Honda – Honda CBR 600RR – + 1’06.378
14- Danilo Dell’Omo – Suriano Racing Team – Triumph Daytona 675 – + 1’12.983
15- Imre Toth – Team Hungary Toth – Honda CBR 600RR – + 1’21.663
16- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 1’23.068
17- Roman Stamm – MACH Racing – Honda CBR 600RR – + 1’36.654
18- Yves Polzer – Team MRC Austria – Yamaha YZF R6 – + 2’02.621
19- Mitchell Pirotta – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 2’05.646
20- Eduard Blokhin – RivaMoto – Yamaha YZF R6 – a 1 giro

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy