Supersport: a Istanbul Lowes per il titolo, Sofuoglu all’attacco

Supersport: a Istanbul Lowes per il titolo, Sofuoglu all’attacco

In casa Sofuoglu vuole riaprire i giochi campionato

Commenta per primo!

Per la prima volta nella storia il Mondiale Supersport scenderà in pista il prossimo fine settimana all’Intercity Istanbul Park, precedentemente riconosciuto come “Istanbul Otodrom” meta di Formula 1 e Motomondiale nel recente passato, per un terz’ultimo appuntamento stagionale che può risultare decisivo nella corsa al titolo iridato. Grazie alla quinta vittoria conseguita al Nurburgring e conseguente scivolata di Kenan Sofuoglu, in Turchia Sam Lowes, con due prove d’anticipo, potrà laurearsi Campione del Mondo 2013 in sella alla Yamaha YZF R6 del Yakhnich Motorsport. Con un vantaggio di 54 punti nei confronti del tre volte iridato (e 64 lunghezze a scapito di Fabien Foret, aritmeticamente tuttora in corsa per l’obiettivo finale), il talentuoso pilota di Lincoln a Istanbul potrà suggellare una stagione a tutti gli effetti sensazionale: otto pole su dieci eventi, cinque vittorie (quattro consecutive tra Assen, Monza, Donington Park e Portimao più la recente affermazione al Nurburgring), ulteriori due secondi posti per un bottino complessivo di 185 punti. Un ruolino di marcia impressionante per l’alfiere Yakhnich Yamaha, alla terza stagione consecutiva di presenza nel Mondiale Supersport dopo la conquista del titolo britannico 2010, che potrà regalare uno storico titolo al Yakhnich Motorsport, il quarto per la Yamaha già sul trono delle sportive di media cilindrata con Jorg Teuchert (2000), Cal Crutchlow (2009) e Chaz Davies (2011). Sulla carta Sam Lowes ha tutto il potenziale per chiudere i giochi con due round d’anticipo, ma dovrà riuscirci in uno dei weekend che si prospettano più impegnativi di tutta la stagione se non altro per il “fattore campo” che giocherà a favore di Kenan Sofuoglu, indiscusso idolo di casa, deciso a dar battaglia per riaprire il discorso-mondiale. Sofuoglu (54) e Foret (99) puntano a riaprire i giochi Incappato in una scivolata al ‘Ring passando in un sol colpo da 29 a ben 54 lunghezze da recuperare con più soltanto 75 punti in palio, per Kenan Sofuoglu l’obiettivo-quarto-titolo si fa sempre più in salita, ma all’Intercity Istanbul Park correrà con la “spinta” del pubblico amico su un tracciato, strano da dirsi, mai visto prima se non per una breve esibizione negli anni scorsi con una Honda CBR stradale. Questa volta in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R del MAHI Racing Team India, il recordman del WSS con tre titoli (2007, 2010, 2012), 24 vittorie, 54 podi e 19 giri più veloci ha promesso battaglia nella conferenza stampa di due settimane or sono, invitando il pubblico a sostenerlo un pò come accaduto al rivale Lowes lo scorso mese di agosto a Silverstone. Basterà? Lo spera Sofuoglu e tutta la compagine anglo-indiana supportata da Kawasaki, che oltre al buon Kenan può vantare anche Fabien Foret (distante soli 10 punti dal proprio compagno di squadra) potenzialmente in corsa per il titolo piloti con interessi legati anche alla graduatoria marche con la casa di Akashi in vantaggio di 7 lunghezze rispetto alla Yamaha per un riconoscimento mai conseguito dalla “Verdona” nella storia della categoria. Lorenzo Zanetti (26) primo italiano in classifica Per una gara inusitatamente in programma domenica alle 12:30 locali (le 11:30 italiane), oltre al confronto che vale il titolo i due alfieri del Pata Honda World Supersport Team Michael van der Mark ed il nostro Lorenzo Zanetti, distanziati da soli 5 punti in classifica, cercheranno di metter al sicuro il quarto posto in campionato e porre fine ad un lungo digiuno di successi di Ten Kate Honda che perdura da addirittura 25 gare, con l’ultimo hurrà del 25 settembre 2011 all’Autodromo Internazionale di Imola a firma Fabien Foret. Propositi ambiziosi per il duo Pata Honda, altrettanto per attesi protagonisti come Kev Coghlan (sul podio al ‘Ring con Kawasaki DMC Lorenzini), Jack Kennedy (gran stagione d’esordio nel mondiale con Honda Rivamoto) e Vladimir Leonov (Yakhnick Yamaha), senza scordarci degli altri nostri portabandiera. Sesto in campionato, Luca Scassa (Kawasaki Intermoto) punta a riscattare il problematico weekend vissuto all’Eifel, mentre Roberto Rolfo con la MV Agusta F3 675 in continua ascesa del team ParkiGO mira alla top-10 in campionato. Cercano conferme anche i due alfieri del Team Lorini Raffaele De Rosa e Roberto Tamburini, entrambi in evidenza in quest’ultimo scorcio del campionato, così come Alex Baldolini (già diversi punti all’attivo con Suzuki Suriano), Luca Marconi (PTR Honda), Massimo Roccoli (Yamaha R6 del Martini Corse) e Fabio Menghi (Yamaha VFT Racing) mentre mancherà all’appello il vice-Campione europeo STK600 in carica Riccardo Russo, protagonista al Nurburgring, atteso al rientro soltanto per i conclusivi due eventi di Magny Cours e Jerez de la Frontera, forse con già Sam Lowes Campione del Mondo 2013… Supersport World Championship 2013 La Classifica di Campionato 01- Sam Lowes – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 185 02- Kenan Sofuoglu – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – 131 03- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-6R – 121 04- Michael van der Mark – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – 91 05- Lorenzo Zanetti – Pata Honda World Supersport Team – Honda CBR 600RR – 86 06- Luca Scassa – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – 69 07- Jack Kennedy – Rivamoto – Honda CBR 600RR – 64 08- Andrea Antonelli – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R – 55 09- Florian Marino – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – 53 10- Kev Coghlan – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – 51 11- Roberto Rolfo – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – 51 12- Vladimir Leonov – Yakhnich Motorsport – Yamaha YZF R6 – 48 13- Riccardo Russo – Puccetti Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – 38 14- Sheridan Morais – Team GoEleven – Kawasaki ZX-6R – 36 15- Christian Iddon – ParkinGO MV Agusta Corse – MV Agusta F3 675 – 29 16- Alex Baldolini – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – 24 17- David Salom – Kawasaki Intermoto Ponyexpres – Kawasaki ZX-6R – 19 18- Vladimir Ivanov – Kawasaki DMC Lorenzini Team – Kawasaki ZX-6R – 18 19- Raffaele De Rosa – Team Lorini – Honda CBR 600RR – 18 20- Massimo Roccoli – Team Pata by Martini – Yamaha YZF R6 – 18 21- Roberto Tamburini – Team Lorini – Honda CBR 600RR – 17 22- Luca Marconi – PTR Honda – Honda CBR 600RR – 17 23- Glen Richards – Smiths Triumph – Triumph Daytona 675R – 6 24- Mathew Scholtz – Suriano Racing Team – Suzuki GSX-R 600 – 6 25- Gabor Talmacsi – ProRace – Honda CBR 600RR – 4 26- Fabio Menghi – VFT Racing – Yamaha YZF R6 – 3 27- David Linortner – Team Honda PTR – Honda CBR 600RR – 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy