Lorenzo Savadori 1° riaccende la Superbike “Erano due mesi che…”

Lorenzo Savadori 1° riaccende la Superbike “Erano due mesi che…”

Il 23enne di Iodaracing Aprilia racconta la sua giornata da leone. Rivela dettagli interessanti e tiene i piedi piantati per terra

Commenta per primo!

Tra black out del calendario e digiuno di vittorie italiane ci eravamo scordati quanto fosse eccitante vedere uno dei nostri là davanti. Lorenzo Savadori, appena dieci GP di Mondiale all’attivo, ha fulminato tutti con un giro capolavoro. Okay, sabato sarà un’altra storia, anche perchè il meteo annuncia pioggie al mattino e schiarite in prossimità dell’orario di partenza di gara 1, le abituali 13. Ma intanto ce la godiamo.

“Ragazzi, restiamo coi piedi per terra. Il mio obiettivo era entrare in Q2 e ci siamo riusciti. Nel turno del mattino avevo usato solo gomme dure, erano due mesi che non giravo con la 1000. E avevo bisogno di conoscere la pista”.

Poi è arrivata la prodezza.

“A metà seconda sessione ero ottavo-nono, poi ho montato la morbida e sono riuscito ad andare forte. Ma non siamo a posto, non abbiamo dati, ci dobbiamo sistemare su parecchie cose.”

Che gara puoi fare?

“Partiamo con mille incognite, faccio fatica a fare pronostici. Intanto bisognerà vedere che tempo fa, poi non so proprio cosa ci aspetta. Ma intanto essere davanti è molto bello: per noi, per Iodaracing e per l’Aprilia.”

Anche in Malesia eri davanti il venerdi. Poi…

“Il giorno dopo sono caduto. Ma rispetto alla Malesia ho più esperienza. Le due piste sono completamente differenti, se riuscissimo a fare qualche passo avanti potremmo riuscire ad andare forte.”

Lausitzring la seconda sessione

Lausitzring la prima sessione

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy