Superbike Laguna Seca: Davies resta 1° ma Rea è a un soffio

Superbike Laguna Seca: Davies resta 1° ma Rea è a un soffio

Dalle 23:30 italiane la seconda sessione del venerdi. Nella prima Chaz Davies fenomenale, bene Aprilia e Marco Melandri

Chaz Davies ha chiuso al comando le due ore di prove libere del round americano del Mondiale Superbike a Laguna Seca. Nella seconda sessione Jonathan Rea è piombato a soli 11 millesimi dalla Ducati, bene anche Marco Melandri terzo tempo. L’Aprilia torna a ruggire con Eugene Laverty 4° tempo. Qui le interviste di Melandri e Davies.

I TEMPI DEL VENERDI: 1. Davies (GB-Ducati) 1’23″425; 2. Rea (GB-Kawasaki) 1’23″436; 3. Melandri (Ita-Ducati) 1’23″778; 4. Laverty (Irl-Aprilia) 1’24″098; 5. Sykes (GB-Kawasaki) 1’24″242; 6. Fores (Spa-Ducati) 1’24″253; 7. Camier (GB-MV Agusta) 1’24″283; 8. Lowes Alex (GB-Yamaha) 1’24″330; 9. Torres (Spa-BMW) 1’24″388; 10. De Angelis (RSM-Kawasaki) 1’24″626; 11. Mercado (Arg-Aprilia) 1’24″670; 12. De Rosa (Ita-BMW) 1’24″783; 13. van der Mark (Ola-Yamaha) 1’24″755; 14. Bradl (Ger-Honda) 1’24″928; 15. Ramos (Spa-Kawasaki) 1’25″279; 16. Savadori (Ita-Aprilia) 1’25″421; 17. Gagne (Usa-Honda) 1’25″618; 18. Badovini (Ita-Kawasaki) 1’25″835; 19. Krummenacher (Svi-Kawasaki) 1’26″009; 20. Smrz (Cze-Yamaha) 1’26″448; 21. Jezek (Cze-Kawasaki) 1’26″836.

PROGRAMMA SABATO – Alle 18:15 italiane la FP3 (25 minuti) non valida per l’accesso alla Superpole. Alle 20 comincia la qualifica, alle 23 la partenza di gara 1, sulla distanza di 25 giri. Stesso orario, domenica, per gara 2

REA VOLA – Scoppiettante FP2 antipasto di due gare (sabato e domenica ore 23) da gustare. Chaz Davies non è riuscito a migliorare lo strepitoso 1’23″425 del mattino, ma resta davanti a tutti. Si avvicina però Jonathan Rea, miglioramento anche per Marco Melandri, comunque sempre terzo, mentre Eugene Laverty resta al palo ed è quarto nella riepilogativa del venerdi. Un passo avanti per Tom Sykes (da sesto a quinto) mentre arretra al settimo posto Leon Camier, pupillo MV Agusta,  sopravanzato anche da Xavi Fores con la Ducati-Barni. Completano la top ten Alex Lowes, con l’unica Yamaha qualificata in SP2, Torres e un fantastico Alex De Angelis, sanmarinese 10° con la Kawasaki Pedercini.

Bandiera a scacchi! Jonathan Rea con un affondo imperioso si proietta a soli 11 millesimi da Chaz Davies risultando (abbondantemente…) il più veloce di FP2

02:00 Sessione apena ripartita: sprint finale per conquistare una posizione nella top ten e l’accesso diretto alla SP2. Gli altri dovranno passare da Superpole 1, i due migliori sono promossi alla fase successiva.

-03″32 Nuovo stop con bandiera rossa per la caduta dello statunitense Jake Gagne, 24enne californiano che sostituisce, solo in questa occasione, il compianto Nicky Hayden.

-07:00 Marco Melandri dà il via ai time attack finali: con due tornate ai limiti della perfezione scende per la prima volta sotto il muro di 1’24” balzando al secondo posto della classifica, dietro al compagno Chaz Davies  adesso a soli 0″353. In FP il gallese per adesso è fermo a 1’24″087.

-27:00 Com’era nelle previsioni questa sessione si sta rivelando più lenta della precedente, che si era disputata con 27°C di temperatura aria e 38°C sull’asfalto. Che invece adesso ha raggiunto i 47°C. Jonathan Rea è impegnato in lunghe sequenze. Chaz Davies al momento è nei box, per quanto riguarda il talento Ducati sarà da verificare anche la tenuta fisica, vista la convalescenza e la difficoltà ad allenarsi.

-35:00 L’interruzione della sessione ha giocato contro Rea che abitualmente nella FP2 fa la simulazione della gara. Qui la distanza da percorrere sarà di 25 giri. Nelle retrovie non decollano Michael van der Mark, che in gara 1 a Misano ha giocato per la vittoria, tantomeno Lorenzo Savadori, con la seconda Aprilia del team Milwaukee. Al momento sono rispettivamente 15° e 17°

-44:00 La sessione è fermata con bandiera rossa per la caduta di Stefan Bradl al Cavatappi. Pilota OK, la Honda CBR-RR è notevolmente danneggiata. L’incidente non è stato grave ma Laguna Seca non ha una stradina di servizio, per cui spesso in caso di cadute è necessario fermare tutto per soccorrere il pilota e rimuovere i rottami. E’ una variabile da tenere in considerazione anche in ottica gara: spesso qui, specie negli ultimi anni, ci sono state diverse ripartenze.

.45:00 Dopo quindici minuti Jonathan Rea balza in seconda posizione con 1’24″001, limite ragguardevole considerando che al pomeriggio, con temperature asfalto più alte, la pista è meno veloce che al mattino. Davies, che non ha ancora migliorato, resta comunque distante oltre mezzo secondo, che per un tracciato così corto, è una differenza notevole.

-60:00 Comincia la seconda sessione di prove libere di Laguna Seca. I piloti hanno a disposizione 60 minuti per tentare di migliorare le prestazioni del mattino. E’ la sessione più indicativa dal punto di vista tecnico perchè si disputa allo stesso orario (più o meno) delle due gare che scatteranno sabato e domenica alle 14:00 locali, le 23:00 in Italia.

Chaz Davies è stato il più veloce nella prima ora, con una prestazione fenomenale. Bene l’Aprilia e Marco Melandri. Qui cronaca e classifica completa

Foto DIEGO DE COL

Superbike Laguna Seca Il futuro è elettrico?

Superbike Laguna Seca Marco Melandri, l’Amerikano

Superbike Laguna Seca Tutti gli orari in pista e TV

Superbike Laguna Seca Marco Melandri omaggia l’America

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy