CIV Mugello 2: Pirro rompe, pole di Alessandro Andreozzi in Superbike

CIV Mugello 2: Pirro rompe, pole di Alessandro Andreozzi in Superbike

Al Mugello Alessandro Andreozzi conquista la pole position nel CIV Superbike mentre Michele Pirro è 5° dopo problemi al motore. Ecco tutti i poleman.

di Alessandro Palma

Dopo un venerdì chiuso al comando, Michele Pirro è stato fermato nelle Qualifiche 2 da problemi al motore e questo ha impedito al tester Ducati MotoGP di migliorare il tempo fatto registrare ieri (1’50.865). Di conseguenza, il pilota pugliese è retrocesso fino al quinto posto nella classifica combinata Q1-Q2, mentre la pole position è andata a un ottimo Alessandro Andreozzi davanti a Riccardo Russo e Matteo Ferrari.

I poleman delle altre categorie sono invece Kevin Zannoni (Moto3), Nicola Jr. Morrentino (Supersport 600), Nicola Bernabè (Supersport 300), Alessandro Morosi (PreMoto3 250 4T) e Filippo Bianchi (PreMoto3 125 2T). Ecco com’è andata nel dettaglio.

SUPERBIKE – Le Qualifiche 2 della SBK si sono svolte senza il leader del campionato Michele Pirro, fermatosi subito per problemi al motore, e così il pilota Ducati Barni Racing è stato relegato al quinto posto dopo la pole provvisoria conquistata ieri. Chi invece scatterà al palo nelle due gare del weekend è Alessandro Andreozzi (Yamaha Faieta by Speed Action), che con un giro in 1’50.135 ha battuto nei minuti finali un Riccardo Russo (Ducati Motocorsa) che si era portato al comando poco prima col tempo di 1’50.199. Per Andreozzi questa è la prima pole position stagionale, nonché la terza per lui nel CIV Superbike, e l’obiettivo per le due gare sarà quello di ottenere il tanto desiderato podio, sfiorato da “Cecio” in più occasioni. Dietro ad Andreozzi e Russo, chiuderà la prima fila un Matteo Ferrari in cerca di riscatto dopo le difficoltà avute a Misano. Il compagno di squadra e rivale di Pirro ha preceduto Luca Vitali (BMW DMR Racing), lo stesso Pirro e l’altro pilota Barni Samuele Cavalieri. Solo 10° l’altro pretendente alla corona Lorenzo Zanetti, preceduto anche da Axel BassaniMatteo Baiocco e Andrea Mantovani. Il bresciano del team Motocorsa è stato rallentato da problemi di elettronica e in gara aprirà la quarta fila davanti a Claudio Corti, 11° e reduce dai bei piazzamenti ottenuti nella Superstock 1000 britannica (tra cui il 5° posto di Silverstone e l’ottavo posto di Cadwell Park, dove è stato anche premiato come miglior esordiente).

MOTO3 – Grazie a un giro in 1’58.192 messo a segno poco prima della bandiera a scacchi, Kevin Zannoni ha conquistato la sua seconda pole position consecutiva dopo quella dello scorso luglio a Misano e l’obiettivo del pilota TM Racing Factory 3570 MTA è quello di replicare al Mugello la doppietta di quasi due mesi fa, cosa che gli consentirebbe di vincere il titolo con una tappa d’anticipo. Zannoni, reduce dalla wild card nel Mondiale a Misano, dovrà comunque vedersela con un Nicholas Spinelli più motivato che mai: nonostante una scivolata nel finale, il Campione Italiano in carica (che guida la Honda del Gresini Racing Junior Team) ha chiuso le qualifiche a soli 53 millesimi da Zannoni (1’58.245) e questo gli consentirà di partire dal centro della prima fila tra il leader del campionato e il compagno di team Riccardo Rossi (1’58.392). Dietro ai primi tre, la seconda fila sarà occupata da Nicola Fabio Carraro (Mahindra Minimoto Portomaggiore), Davide Pizzoli (TM Racing Factory 3570 MTA) e il debuttante Joel Kelso (KTM 3570 MTA). Da rimarcare la prestazione di Kelso: abitualmente impegnato nella PreMoto3 250 4T, al Mugello il giovanissimo australiano sta correndo anche nella categoria superiore, ottenendo ottimi risultati in entrambe. Chiudono la top 10 Matteo RipamontiEdoardo SintoniRaffaele Fusco e Thomas Rossi.

SUPERSPORT 600 – Alla luce di una sessione di Qualifiche 2 con ben 11 piloti racchiusi in quattro decimi, la SS600 promette grandissimo spettacolo anche al Mugello e tra chi cercherà di farsi valere nel gruppone c’è il poleman Nicola Jr. Morrentino. Il pilota del team Kawasaki Renzi Corse ha mantenuto la prima posizione pur non migliorando l’1’53.546 fatto segnare ieri pomeriggio e l’obiettivo per le due gare sarà quello di riconfermarsi e lottare per il podio o la vittoria, cosa che il campano non è ancora riuscito a fare in questa stagione. Morrentino sarà affiancato in prima fila dal Campione Italiano in carica Davide Stirpe (MV Agusta Extreme Racing Service BARDAHL, 1’54.030) e dal sempre più convincente Mattia Casadei (Yamaha GAS Racing Team, 1’54.072), mentre al quarto posto troviamo un Andrea Tucci (Yamaha Tucci Racing Team) mai così in alto in questa stagione prima della giornata odierna. Il milanese aprirà la seconda fila davanti al vincitore delle due gare di Misano Stefano Valtulini (Kawasaki Pleo Racing) e al compagno di squadra di Casadei Lorenzo Gabellini. L’altro pilota GAS Racing Team (nonché cinque volte Campione Italiano Supersport) Massimo Roccoli ha invece ottenuto il decimo tempo dietro anche a Luigi Montella, il leader del campionato Marco Bussolotti e Luca Ottaviani. 12° posto per Marco Muzio (prossimamente wild card nel Mondiale di categoria a Magny Cours), il quale ha preceduto un Roberto Mercandelli in trionfo quattro mesi proprio al Mugello e Michel Fabrizio. Solo 16° Kevin Manfredi, che partirà davanti a Noriyuki Haga. 23° il debuttante Filippo Fuligni, salito dalla Supersport 300.

SUPERSPORT 300 – A chiudere in testa le qualifiche della SS300 è stato Nicola Bernabè, grazie a un giro in 2’05.964 messo a segno negli ultimi minuti della sessione. Bernabè (Kawasaki RM Racing) ha conquistato a sorpresa la sua prima pole position stagionale e l’obiettivo per le due gare del weekend è quello di ottenere il suo primo podio in assoluto nel CIV Supersport 300, campionato in cui il giovane pilota veronese gareggia dal 2016. Alle spalle del fresco Campione Italiano Ohvale 190 troviamo invece due pretendenti al titolo quali Luca Bernardi (Yamaha Team Trasimeno, 2’06.160) e il leader del campionato Manuel Bastianelli (Kawasaki ProDina Ircos, 2’06.245), con quest’ultimo che non si è migliorato rispetto alle Qualifiche 1. Ha invece ottenuto il settimo tempo l’altro rivale di Bastianelli Kevin Sabatucci (Yamaha ProGP), che aprirà la terza fila e sarà preceduto anche da Kevin Arduini (Yamaha MMR), Omar Bonoli (Yamaha Team Trasimeno) e Leonardo Carnevali (Kawasaki Pleo Racing), qualificatisi in questo ordine dal quarto al sesto posto. Top 10 anche per Alessandro ArcangeliMatteo Bertè e l’australiano Jack Mahaffy, che hanno preceduto l’ormai ex-leader del campionato Thomas Brianti. Il 15enne di Parma, vincitore di quattro gare su otto, ha preceduto con la KTM del team Runner Bike Jacopo Facco, il suo compagno di squadra Lee Doti e un altro pilota in corsa per il titolo quale lo spagnolo Marc Luna Bayén.

PREMOTO3 – Ha rischiato di venire scavalcato nel finale delle Qualifiche 2, quando i suoi avversari si sono avvicinati, ma alla fine Alessandro Morosi si è preso la pole position assoluta e nella classe 250 4T senza compiere un giro questa mattina per una caduta. Al giovanissimo pilota del team RMU Full Moto Squadra Corse, leader del campionato 250 4T, è bastato infatti il 2’04.028 messo a segno nella sessione di ieri pomeriggio, tempo sufficiente a contenere gli assalti finali dell’olandese Collin Veijer (Speed Up, 2’04.199) e di Mattia Rato (RMU Pasini Racing, 2’04.402). È invece rimasto a un secondo da Morosi l’australiano Joel Kelso (RMU JDS Moto, 2’05.223), che nelle due gare aprirà la seconda fila davanti a Matteo Boncinelli e Gabriele Mastroluca. Da segnalare la presenza in top 10 di due piloti della 125 2T quali Filippo Bianchi, 8° assoluto e poleman di categoria, e Mirko Gennai, 10°, mentre il leader del campionato Jacopo Adriano Hosciuc è decisamente più attardato (19°).

Photo Credit: Marco Lanfranchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy