Ana Carrasco e Markus Reiterberger campioni già a Portimao?

Ana Carrasco e Markus Reiterberger campioni già a Portimao?

A Portimao tornano i mondiali Supersport e Supersport 300 e l’Europeo Superstock 1000. Match point per Ana Carrasco (SS300) e Markus Reiterberger (STK1000).

di Alessandro Palma

A Portimao sta per riprendere dopo la lunga pausa estiva il Mondiale Superbike e sulla pista portoghese torneranno in azione anche i piloti dei mondiali Supersport e Supersport 300 e dell’Europeo Superstock 1000. Se in Supersport il discorso titolo è ancora apertissimo, le gare che si svolgeranno domenica 16 settembre saranno decisive per gli altri due campionati, in quanto Ana Carrasco e Markus Reiterberger potrebbero diventare campioni rispettivamente della Supersport 300 e della Stock 1000.

SUPERSPORT 300: ANA CARRASCO VINCE SE… – Il Mondiale Supersport 300 ha vissuto quest’anno una stagione problematica sotto il profilo regolamentare e tra una modifica e l’altra è emersa definitivamente Ana Carrasco. Grazie alle due vittorie ottenute in solitaria a Imola e Donington Park, la pilota spagnola del Kawasaki DS Junior Team di David Salom si presenterà a Portimao in testa al campionato, nonostante i risultati poco soddisfacenti ottenuti a Brno (11°) e Misano (10°). La “Pink Warrior” si presenterà a Portimao con 16 punti di vantaggio su Luca Grünwald (84 a 68) e quindi le basterà fare nove punti in più rispetto al tedesco e arrivare davanti all’altro rivale Borja Sánchez (terzo con 58 punti, a -26 dalla leader) per portare a casa il titolo, tenendo d’occhio anche altri piloti ancora in gioco come Scott Deroue, Galang Hendra Pratama e Mika Pérez (vicinissimi a Sánchez in campionato). Difficilmente questo accadrà, alla luce anche del suo momento di difficoltà, ma Carrasco darà tutto per mettere le mani sull’iride e il ricordo della vittoria ottenuta a Portimao un anno fa le darà ancor più motivazione. Da segnalare che in questa occasione debutteranno nel Mondiale l’olandese Victor Steeman, sostituto dell’infortunato Koen Meuffels, e l’australiano Jack Mahaffy, nuovo pilota Terra e Moto al posto di Imanuel Putra Pratna. Quattro le wild card al via: il portoghese Pedro Miguel Da Silva Fragoso (al debutto grazie al pilota Moto2 Miguel Oliveira, qui l’articolo) e tre piloti provenienti dal CEV RFME quali il tedesco Alex Borner e gli spagnoli Guillem Erill e Ferrán Hernández.

SUPERSTOCK 1000: REITERBERGER VICINO AL TITOLO – Con due gare e soli 50 punti a disposizione, Markus Reiterberger potrebbe diventare Campione Europeo già a Portimao, anche se le probabilità che questo accada non sono alte: il tedesco guida il campionato con 124 punti e 14 lunghezze di vantaggio su Maximilian Scheib e quindi “Reiti” dovrebbe fare undici punti in più del cileno dell’Aprilia, che non dovrebbe fare meglio di quinto in caso di vittoria dell’alfiere Alpha Racing-Van Zon-BMW. Come detto sopra è difficile che questo accada, dato che Scheib è ormai presenza fissa sul podio (e ha anche vinto a Brno), ma Reiterberger ha dimostrato di essere una spanna sopra rispetto alla concorrenza con quattro vittorie in sei gare (tutte con margine) e a questo punto è davvero difficile che il titolo gli sfugga. In ogni caso, Scheib e Roberto Tamburini (terzo con 97 punti, a -27 dal leader) proveranno a dare filo da torcere al tedesco e a guastare i suoi piani iridati. Oltre ai piloti fin qui citati si giocheranno il podio di Portimao anche Federico Sandi e Florian Marino, mentre bisogna segnalare la presenza della wild card spagnola Lucas de Ulacia e il debutto dell’indonesiano Ahmad Yudhistira, nuovo pilota del team Kawasaki C.M. Racing.

SUPERSPORT: TUTTO APERTO…MA CLUZEL? – Diversamente da quanto vediamo nella SSP300 e nella Stock 1000, la lotta per il titolo nel Mondiale Supersport è molto più serrata: quando mancano quattro gare al termine, Sandro Cortese conduce a quota 138 punti contro i 133 di Jules Cluzel e anche Randy Krummenacher (3° con 116 punti), Federico Caricasulo (4° a quota 104) e il duo Lucas MahiasRaffaele de Rosa (quinti a quota 103) possono dire la loro. Adesso c’è però grande incertezza sul futuro di Cluzel, perché come abbiamo già detto il team Yamaha NRT è in gravi difficoltà economiche e per questo il transalpino rischia di non poter finire la stagione, a meno che non venga in suo soccorso un’altra squadra (si parla di Yamaha GMT94). In attesa di novità su questo fronte, il Mondiale Supersport torna in azione a Portimao e sicuramente vedremo una gara combattuta come la maggior parte di quelle andate in scena finora. Il leader iridato Cortese dovrà affrontare una pista per lui sconosciuta, ma “Sandrissimo” ha dimostrato di poter imparare in fretta tracciati nuovi e in Portogallo cercherà di ottenere punti importanti. Grande interesse per l’attesissimo debutto nel team Kawasaki Puccetti di Héctor Barberá, con l’ex-MotoGP al ritorno in pista dopo la disavventura di tre mesi fa. L’esordio di Barberá non è la sola novità in griglia, perché a Portimao debutteranno anche i britannici Alex Murley, nuovo pilota GEMAR Lorini Honda al posto di Alex Baldolini (fermo per motivi economici e non fisici, come invece dichiarato dal team) e Samuel Hornsey, sostituto di Stefan Hill sulla Triumph del team Profile Racing. Quattro le wild card al via: il giapponese Kengo Nagao (che affiancherà Barberá e Hikari Okubo nel team Puccetti), il portoghese Ivo Lopes e gli spagnoli Borja Quero e Miquel Pons.

 

Credit foto Reiterberger: Matteo Cavadini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy