MCS Racing prosegue l’avventura nel RFME CEV

MCS Racing prosegue l’avventura nel RFME CEV

Il team MCS Racing di Andrea Fanotto, per anni al via del Mondiale Endurance, si sta preparando alle prossime tappe del RFME CEV Superbike.

Commenta per primo!

Per tre lustri presenza fissa del Mondiale Endurance, il team MCS Racing di Andrea Fanotto quest’anno sta affrontando una nuova sfida rappresentata dal RFME CEV (Campeonato de España de Velocidad). Dopo un promettente esordio al MotorLand Aragón di Alcañiz, la compagine italiana ha recentemente preso parte ad una sessione di Test al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo con sempre Ricardo Soseta Soler alla guida. Proprio Andrea Fanotto ci ha raccontato l’andamento di queste prove, senza mai dimenticare il suo “primo amore” rappresentato dal FIM EWC…

Nei giorni scorsi abbiamo iniziato la prima tappa di avvicinamento al prossimo appuntamento del RFME CEV nello storico circuito spagnolo del Ricardo Tormo di Valencia. Al fine di non farci trovare impreparati ad un nuovo circuito come era accaduto per Aragon abbiamo pensato di programmare dei test privati sul tracciato valenciano. Un’occasione per “sgrezzare” un po’ la bilanciatura della moto e toglierci un po’ di dubbi sulle gomme da testare.

Questa, in realtà, era stata un’idea che ci era venuta nell’immediato subito dopo la gara di Aragon, con il chiaro intanto di ridurre un po’ di gap con i team e piloti iberici. La sorpresa più grande è stata che, al nostro ingresso in pista, abbiamo ritrovato tutti o quasi tutti i partecipanti al campionato, segno che in questa serie nessuno partecipa tanto per far “girare” gli sponsor.

Il test è stato decisamente positivo considerato il fatto che il nostro pilota Ricardo Soseta Soler non vi girava dal 2008 e non si ricordava più di quanto gli “gustasse” girare in questo tracciato. Appena centrato il rapporto finale e bilanciato le geometrie e tarature della nostra moto si sono subito visti degli ottimi crono, considerato anche l’eccessivo traffico in pista: questo ci fa veramente ben sperare per la gara.

Ricardo Soseta Soler con la Suzuki GSX-R 1000 del team MCS Racing a Valencia
Ricardo Soseta Soler con la Suzuki GSX-R 1000 del team MCS Racing a Valencia

Ci resta ancora qualche dubbio da risolvere sulla scelta della gomma posteriore. Come ormai noto ai piu’ attenti, la nostra moto (Suzuki GSX-R 1000) forse è l’unica in Europa (o forse addirittura al mondo…) a non poter utilizzare un sistema di traction control in quanto non presente nell’equipaggiamento originale. Faremo in ogni caso di necessità virtù, ma proprio per questo la scelta della gomma posteriore è fondamentale per la diversa usura che la medesima subirà nel corso dei 15/18 giri della gara.

Ora riordiniamo in po’ le idee per avere meno dubbi ed incertezze possibili nel weekend di gara del 17-18 di settembre… proprio in concomitanza con la “prima” tappa del nuovo corso del Mondiale Endurance, il Bol d’Or. Anche se ci siamo “dovuti” allontanare da poco più di un anno e mezzo dopo quindici anni di meravigliosa militanza, uno dei nostri occhi non perde mai di vista l’EWC… non si sa mai, il primo grande amore non si scorda mai!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy