Macau Grand Prix: Peter Hickman, tris di vittorie e Grand Slam 2018

Macau Grand Prix: Peter Hickman, tris di vittorie e Grand Slam 2018

Peter Hickman conquista la terza vittoria a Macau e realizza il Grande Slam delle road races. Gara conclusa anzitempo con bandiera rossa, doppia caduta alla curva dei Pescatori.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Peter Hickman

“The Fastest Man on the Planet” e, adesso, anche il nuovo “Re” del Circuito del Monte Guia. Peter Hickman trionfa alla 52esima edizione del Macau Motorcycle Grand Prix a precedere il compagno di colori Michael Rutter e Martin Jessopp portando a tre (2015, 2016, 2018) il numero delle personali affermazioni sull’ex colonia portoghese, suggellando un 2018 da incorniciare. In una corsa conclusasi anzitempo con l’esposizione della bandiera rossa a 3 giri dal termine in seguito all’incidente, registratosi alla Curva dei Pescatori, con coinvolti Ben Wylie e Phillip Crowe (dalle prime notizie fortunatamente fuori pericolo), “Hicky” completa l’opera in una stagione memorabile assicurandosi il “Grand Slam” delle road races: vittoria alla North West 200 tra le Superstock, 2 successi al Tourist Trophy (impreziositi dal nuovo primato del Mountain Course a 135 mph di media), altre 2 vittorie all’Ulster Grand Prix.

In sella alla BMW S1000RR sempre preparata dallo Smiths Racing ed iscritta sotto le insegne Aspire-Ho by Bathams Racing, l’abituale protagonista del BSB ha rilevato il comando delle operazioni da Michael Rutter, gestendo il proprio vantaggio di 1″ fino all’interruzione con bandiera rossa. Una gara gestita da Hickman nel miglior modo possibile, celebrando così la personale terza affermazione a Macau in cinque partecipazioni (quattro effettive), affermandosi come l’indiscusso riferimento del tracciato cittadino da Guia.

Alle spalle di Hickman, fino all’ultimo Michael Rutter le ha provate tutte per assicurarsi la nona vittoria a Macau viaggiando su tempi in linea al proprio compagno di colori. “The Blade“, 46 anni, si è comunque garantito un pregevole secondo posto alla sua 24esima partecipazione a Macau, il tutto alla prima esperienza in gara con la Honda RC213V-S “MotoGP Replica”. Completa il podio in rimonta dopo una partenza da dimenticare Martin Jessopp (PBM Ducati) a precedere un convincente Danny Webb (4° su Penz13 BMW al suo terzo gettone di presenza al GP) e David Johnson, decimo al rientro John McGuinness con la seconda Ducati Panigale R del Paul Bird Motorsport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy