MXGP Stati Uniti: Antonio Cairoli ad un soffio dal 9° Mondiale, Jeffrey Herlings non molla

MXGP Stati Uniti: Antonio Cairoli ad un soffio dal 9° Mondiale, Jeffrey Herlings non molla

Il fuoriclasse siciliano è stato virtualmente iridato per 22 minuti, poi una scivolata è costata il sorpasso di Jeffrey Herlings. Ma la festa è solo rimandata: +96 punti su 100 disponibili

Commenta per primo!
Antonio Cairoli impegnato nel GP Usa Motocross MXGP 2017

Antonio Cairoli ha accarezzato per 22 minuti il nono titolo Mondiale. Sarebbe stata l’apoteosi, con due GP d’anticipo, per il 31enne siciliano. Ma mentre stava dominando la seconda manche del GP degli Stati Uniti a Jacksonville, in Florida, ha commesso un piccolo errore di guida permettendo il sorpasso del grande rivale Jeffrey Herlings. vincitore del round Usa. Mancavano solo 8 minuti e due giri al traguardo, ma non c’è da disperarsi. Adesso i punti di vantaggio di Super Tony sono 96, su 100 da assegnare: la festa è solo rimandata a domenica prossima ad Assen, in Olanda.

TRAGUARDO – Cairoli ci ha provato, voleva conquistare il nono Mondiale in America. Sarebbe stato anche l’84° successo iridato della sua strepitosa carriera. Ma una quasi caduta ha interrotto la sua fuga , fino a quel momento Cairoli era stato autore di una prestazione perfetta. Tony era scattato come un fulmine dal cancello, aveva preso il comando delle corsa costringendo Jeffrey Herlings, l’unico che ancora poteva rimandare il verdetto, ad una forsennata rimonta. Ma poco male: in Olanda, sul tracciato ricavato all’interno del circuito che ospita anche la MotoGP, sarà una festa ancora più bella. Nella prima manche si era imposto l’americano Eli Tomac (Kwasaki) con Herlings secondo e Cairoli terzo.

ARRIVO GARA 1  – 1. Tomax (Usa-Kawasaki); 2. Herlings (Ola-KTM); 3. Cairoli (KTM); 4. Gajser (Slo-Honda); 5. Nagl (Ger-Husqvarna); 6. Anstie (GB-Husqvarna); 7. Coldenhoff (Ola-KTM); 8. Bobryshev (Rus-Honda); 9. Desalle (Bel-Kawasaki); 10. van Horebeek (Bel-Yamaha).

ARRIVO GARA 2: 1. Cairoli (Ita-KTM); 2. Herlings (Ola-KTM); 3. Tomac (Kawasaki); 4. Paulin (Fra-Husqvarna); 5. Strijbos (Bel-Suzuki); 6. Anstie (GB-Husqvarna); 7. Gajser (Slo-Honda); 8. Desalle (Bel-Kawasaki); 9. van Horebeek (Bel-Yamaha); 10. Coldenhoff (Ola-KTM).

CLASSIFICA GP USA: 1. Herlings punti 47; 2. Tomac 45; 3. Cairoli 42; 4. Gajser 32; 5. Anstie 30.

CLASSIFICA MONDIALE (dopo 33 manche su 38):  1. Cairoli (Ita-KTM) punti 673; 2. Herlings (Ola-KTM) 577; 3. Desalle (Bel-Kawasaki) 545; 4. Paulin (FraHusqvarna) 544;  5. Gajser (Slo-Honda) 485; 6. Febvre (Fra-Yamaha) 441; 7. van Horebeek (Bel-Yamaha) 400;  8. Nagl (Ger-Husqvarna) 390; 9. Coldenhoff (Ola-KTM) 377; 10. Bobryshev (Rus-Honda) 366.

CALENDARIO – 10 settembre Olanda (Assen); 17 settembre Francia (Villars Sous Ecot).

IN TV –  Corsedimoto lancerà lunedi 4 settembre alle 0re 20  “Speciale MXGP” un nuovo programma di approfnndimento dedicato al Mondiale, con le immagini del 17° round iridato e interviste al termine del GP degli Usa.

MX2 AMERICANA – Lo statunitense RJ Hampshire (Honda) ha fatto doppietta nella MX2, il Mondiale under 23 anni. In classifica lo svizzero Jeremy Seewer (Suzuki), nono e terzo, recupera ulteriore terreno nei confronti del lettone Pauls Jonass (KTM), sempre leader con 680 punti. Seewer è a quota 636 quando ne restano 100 in palio.

MXGP Stati Uniti Gara 1 cronaca e classifiche

VIDEO MXGP Stati Uniti Il duello Herlings vs Cairoli nella qualifica

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy