MXGP Spagna Antonio Cairoli sesto nella manche di qualifica, Febvre ferito

MXGP Spagna Antonio Cairoli sesto nella manche di qualifica, Febvre ferito

Inizio difficile per SuperTony a Talavera de la Reina, sede del nono round Mondiale. Vince Tim Gajser. L’iridato Febvre travolto al primo giro rischia il forfait. In MX2 Ferrandis all’attacco

Commenta per primo!

Il Mondiale Motocross torna in pista a Talavera de la Reina, in Spagna, sede del nono round. Nella manche di qualifica vinta da Tim Gajser il nostro SuperTony Cairoli è arrivato sesto.

E’ stata una manche condizionata dall’incidente che al primo giro ha coinvolto il campione in carica Romain Febvre finito a terra e travolto da alcuni concorrenti, tra cui lo stesso Cairoli. Il francese, ritirato, ha accusato forti contusioni e la sua presenza al cancello di partenza è in forte dubbbio.  Febvre è secondo nel Mondiale, a un punto da Gajser e +24 su Cairoli.

Cairoli è reduce da due prestazioni eccellenti, in Germania e in Trentino, che hanno fruttato tre vittorie e un secondo posto, cioè 97 punti su 100 disponibili. A metà cammino il messinese otto volte campione del Mondo è a soli 25 punti dal capoclassifica Tim Gajser, per cui la tappa spagnola acquista un’importanza strategica sul proseguo della stagione.

Nella MX2 si è imposto il francese Dylan Ferrandis (Kawasaki) con il capoclassifica Mondiale Jeffrey Herlings (KTM) quarto a 3″824.

Il GP di Spagna (domenica 29 maggio)  verrà trasmesso in diretta TV da Mediaset Premium (a pagamento) con questi orari: gara 1 ore 14:10, gara 2 ore 17:10.

Ordine d’arrivo gara di qualifica:

1.Gajser (Honda) in 25’26″125; 2. Nagl (Husqvarna) a 8″939; 3. Bobrishev (Honda) a 15″887; 4. Guillod (Yamaha) a 21″306; 5. Desalle (Kawasaki) a 21″306; 6. Cairoli (KTM) a 22″984; 7. Nicholls (Husqvarna) a 23″310; 8. Paulin (Honda) a 25″113; 9. Van Horebeek (Yamaha) a 26″777; 10. Coldenhoff (KTM) a 33″230.

Qui le immagini dell’incidente Cairoli-Febvre

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy