MXGP Solo Gajser piega Cairoli nel GP d’Argentina

MXGP Solo Gajser piega Cairoli nel GP d’Argentina

A dieci mesi di distanza dall’ultimo successo, Tony Cairoli torna sul podio con una straordinaria seconda posizione. MX2 sempre più nel nome di Herlings

Commenta per primo!

La domenica del quarto appuntamento con il Campionato del Mondo Cross si è aperta all’insegna della passione, del sudore e della forza di volontà.

A vincere la MXGP è stato il diciannovenne Tim Gajser (Honda): una prova senza sbavature, di alto livello tecnico, fisico e mentale, in cui il vero protagonista è stato però un nostro azzurro.
Infatti, la trasferta sudamericana, quarta prova del Campionato Mondiale Motocross, disputata in Argentina, sul tracciato nei pressi di Villa La Angostura, Neuquen, in Patagonia, è stata una prova a dir poco maiuscola per il nostro Tony Cairoli (KTM). Sulla spettacolare pista caratterizzata da un fondo di sabbia scura di origine vulcanica, Tony è stato autore di una grande gara, che lo ha riportato sul podio dopo più di dieci mesi, lasciando alle spalle l’infortunio di Maggiora, che lo aveva estromesso dalla lotta al titolo nella passata stagione, e il più recente infortunio in allenamento in Sardegna. Per lui due seconde posizioni, che lo hanno consacrato secondo assoluto davanti al tedesco Maximilian Nagl (Husqvarna).

Argentina GP: sul podio Cairoli, Gajser e Nagl
Argentina GP: sul podio Cairoli, Gajser e Nagl

Antonio Cairoli: “Sono molto contento della mia gara, l’infortunio di questo inverno è stato più grave del previsto e ancora adesso non sono al 100%. Sono molto contento di essere tornato sul podio: finalmente sento nuovamente un buon feeleing di guida. Le gare sono un ottimo allenamento, mi sento ogni volta meglio e non vedo l’ora ai prossimi appuntamenti di continuare per migliorare. In gara uno ho fatto una buona partenza, ma mi mancava la velocità anche se in alcuni momenti avevo anche raggiunto Gajser”.

HERLING SENZA RIVALI –  Non c’è storia nella MX2, dove ancora una volta è Jeffrey Herlings (KTM) a stradominare. L’olandese, con la vittoria in questo GP, arriva a quota 100 vittorie di gara e 50 di GP in MX2. I numeri parlano da soli. Indietro anni luce, separati da un gap di oltre 30 secondi, Jeremy Seewer (Suzuki) e Alexander Tonkov (Yamaha), completano il podio. Ottima prestazione per Samuele Bernardini (TM): alla sua seconda stagione in MX2 e con due partenze fantastiche, domenica ha conquistato il quarto tempo assoluto, il suo migliore risultato in carriera. Al suo debutto nella MX2 a metà dello scorso anno, l’italiano aveva già dimostrato di avere tutte le carte in regola per ottenere risultati, ed ora devo solo acquisire quell’esperienza che lo può lanciare sul podio.

MX2: continua il dominio di Jeffrey Herlings
MX2: continua il dominio di Jeffrey Herlings

Il prossimo appuntamento con il Mondiale Cross è il prossimo fine settimana con il GP del Messico, a Leon.

Le classifiche

MXGP classifica di giornata: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 45 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 44 p.; 3. Maximilian Nagl (GER, HUS), 41 p.; 4. Romain Febvre (FRA, YAM), 35 p.; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 34 p.; 6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 27 p.; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 27 p.; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), 25 p.; 9. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 24 p.; 10. Clement Desalle (BEL, KAW), 24 p.

MXGP Race 1: 1. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), 34:29.721; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:05.185; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:07.776; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:11.472; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:12.973; 6. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:24.641; 7. Clement Desalle (BEL, Kawasaki), +0:34.253; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:40.168; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:46.162; 10. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:52.900

MXGP Race 2: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:47.423; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:03.936; 3. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:07.794; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:11.910; 5. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:19.640; 6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:40.886; 7. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:47.977; 8. Valentin Guillod (SUI, Yamaha), +0:51.197; 9. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:53.609; 10.

MXGP Mondiale: 1. Romain Febvre (FRA, YAM), 172 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 169 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 144 p.; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 138 p.; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 134 p.; 6. Maximilian Nagl (GER, HUS), 125 p.; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), 105 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 103 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 82 p.; 10. Tommy Searle (GBR, KAW), 74 p.

MX2 classifica di giornata: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 40 p.; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 40 p.; 4. Samuele Bernardini (ITA, TM), 31 p.; 5. Petar Petrov (BUL, KAW), 28 p.; 6. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 25 p.; 7. Benoit Paturel (FRA, YAM), 24 p.; 8. Thomas Covington (USA, HUS), 22 p.; 9. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), 22 p.; 10. Max Anstie (GBR, HUS), 22 p.

MX2 Race 1: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:29.494; 2. Max Anstie (GBR, Husqvarna), +0:34.840; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:36.815; 4. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:49.465; 5. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:56.817; 6. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +1:07.056; 7. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), +1:09.327; 8. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +1:13.359; 9. Jorge Zaragoza (ESP, Honda), +1:22.090; 10. Thomas Covington (USA, Husqvarna), +1:23.679

MX2 Race 2: Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:54.991; 2. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:30.746; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:33.248; 4. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:41.457; 5. Benoit Paturel (FRA, Yamaha), +0:43.160; 6. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:51.648; 7. Roberts Justs (LAT, KTM), +0:57.064; 8. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +0:58.093; 9. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +1:03.564; 10. Thomas Covington (USA, Husqvarna), +1:11.648

MX2 Mondiale: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 200 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 152 p.; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 131 p.; 4. Pauls Jonass (LAT, KTM), 130 p.; 5. Petar Petrov (BUL, KAW), 104 p.; 6. Benoit Paturel (FRA, YAM), 99 p.; 7. Samuele Bernardini (ITA, TM), 91 p.; 8. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 84 p.; 9. Brent Van doninck (BEL, YAM), 78 p.; 10. Alvin Östlund (SWE, YAM), 70 p.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy