MXGP Russia, Gara 1: Tony Cairoli 2°, vince Clement Desalle

MXGP Russia, Gara 1: Tony Cairoli 2°, vince Clement Desalle

Grande spettacolo ad Orlyonok: la spunta il belga della Kawasaki, duello spalla a spalla fra Cairoli e Herlings

di Redazione Corsedimoto
MXGP Russia, Antonio Cairoli

Tony Cairoli conclude al secondo posto la spettacolare gara 1 del GP Russia, sesto round del Mondiale MXGP.  Primo successo stagionale per il belga Clement Desalle (Kawasaki) ma in chiave italiana la cosa più importante è che Tony sia riuscito a vincere il confronto diretto con il rivale per il titolo Jeffrey Herling, finito al terzo posto. Cairoli ha recuperato due punti al leader Mondiale: adesso l’olandese è 261 punti, Tony 247. Questo fantastico GP Russia si assegnerà in gara 2, il via alle 16. La diretta web di Corsedimoto sarà l’unico modo per non perdere neanche un istante dello show.

CRONACA – Cairoli è partito benissimo, trovandosi spalla contro spalla con Jeffrey Herlings alla prima curva. Nel concitato avvio è stato Clement Desalle a trovare il varco giusto, riuscendo ad impostare un gran ritmo con la Kawasaki gommata Dunlop. Cairoli sempre secondo è scivolato a sei secondi dal battistrada, salvo farsi sotto nel finale, anche per resistere al ritorno di Herlings. I tre protagonisti sono arrivati racchiusi in tre secondi: sul duro e velocissimo tracciato di Orlyonok vedremo una gara 2 da impazzire.

ARRIVO GARA 1: 1. Desalle (Bel-Kawasaki) in 33’30″670; 2. Cairoli (Ita-KTM) a 1″582; 3. Herlings (Ola-KTM) a 3″510; 4. Paulin (Fra-Husqvarna) a 23″418; 5. Gajser (Slo-Honda) a 34″150; 6. Van Horeebeek (Bel-Yamaha) a 39″001; 7. Febvre (Fra-Yamaha) a 44″901; 8. Lieber (Bel-Kawasaki) 45″440; 9. Seewer (Svi-Yamaha) a 45″905; 10. Jasikonis (Lit-Honda); 11. Lupino (Ita-Kawasaki): 20. Monticelli (Yamaha).

MX2 OK CERVELLIN– Pauls Jonass ha vinto gara 1 del sesto round del Mondiale MX2 (under 23 anni) precedendo lo spagnolo Jorge Prado, per la doppietta KTM. Terzo posto al britannico Ben Watson (Yamaha). Per il pilota lettone si tratta del settimo centro 2018: ormai è fuga nel Mondiale. Bellissimo settimo posto per Michele Cervellin (Honda). Gli altri italiani: 14. posto di Samuele Bernardini (TM), 16. Simone Furlotti (Yamaha); 19. Morgan Lesiardo (KTM).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy