FIM EWC: Suzuki S.E.R.T. a caccia del 16° titolo mondiale

FIM EWC: Suzuki S.E.R.T. a caccia del 16° titolo mondiale

Suzuki S.E.R.T. in pista a Le Mans per preparare la 24 ore del 21-22 aprile prossimi: l’obiettivo è il riscatto dopo un drammatico 2017 ed un Bol d’Or da dimenticare.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Vincent Philippe capitano della Suzuki S.E.R.T.

Sul piano sportivo e personale, il 2017 è stato un anno drammatico per la S.E.R.T., acronimo di Suzuki Endurance Racing Team, dal 1980 ad oggi squadra regina delle corse di durata. La tragica scomparsa di Anthony Delhalle il 9 marzo, ma i problemi fisici del condottiero Dominique Meliand (per la prima volta in 40 anni costretto a non presenziare ad alcuna gara del calendario…) hanno inevitabilmente pregiudicato la rincorsa al sedicesimo titolo iridato. Il (tardivo) esordio della nuova Suzuki GSX-R 1000 avvenuto soltanto al Bol d’Or non ha permesso alla S.E.R.T. l’opportunità di difendere il numero 1 conquistato e difeso nel biennio 2015-2016, iniziando ora la stagione 2017/2018 con l’obbligatorietà di riscattare le problematiche vissute proprio lo scorso mese di settembre al Circuit Paul Ricard di Le Castellet.

Per riuscirci la S.E.R.T., aspettando il rientro di Meliand ora capitanata da Dominique Hebrad (a lungo direttore tecnico della squadra), ha approntato diversi sviluppi alla GSX-R 1000 #2, iniziando con largo anticipo il programma di test in vista della 24 Heures Moto Le Mans del 21-22 aprile prossimi. Proprio al Circuito Bugatti nei giorni scorsi sono scesi in pista il 10 volte iridato Vincent Philippe (in ripresa da un infortunio), Etienne Masson ed il riconfermato Gregg Black, dal Bol d’Or nell’equipaggio titolare della S.E.R.T.

Insieme allo Junior Team LMS, nonostante le basse temperature la squadra regina per palmares del FIM EWC ha svolto prove funzionali ad accrescere l’affidabilità del mezzo, l’unica effettiva problematica registratasi al Bol d’Or. I test proseguiranno nelle prossime settimane anche a Mireval (tracciato di prova Dunlop) per poi far ritorno a Le Mans dove, il 21-22 aprile prossimi, si andrà a caccia della decima affermazione alla 24 ore, iniziando la scalata al sedicesimo titolo iridato…

IL PALMARES DI SUZUKI S.E.R.T.

– 15 titoli mondiali Endurance (83, 87, 88, 97, 99, 2005, 2006, 2007, 2008, 2010, 2011, 2012, 2013, 2015, 2016)

– 1 coppa del mondo Endurance (2001)

– 2 Master of Endurance (2002, 2003)

– 16 Bol d’Or (80, 84, 93, 98, 99, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2008, 2009, 2010, 2011, 2016)

– 9 successi alla 24 ore di Le Mans (82, 97, 2002, 2003, 2004, 2007, 2008, 2014, 2015)

– 9 trionfi alla 24 ore di Liegi (81, 85, 87, 88, 91, 97, 2001, 2002, 2003)

Corsedimoto.com porta il Mondiale Endurance FIM EWC in TV e web per l’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy