FIM EWC: AvioBike conferma l’impegno per la stagione 2017/2018

FIM EWC: AvioBike conferma l’impegno per la stagione 2017/2018

Dopo il convincente esordio al Bol d’Or, il team AvioBike di e con Giovanni Baggi sarà al via dei restanti eventi del FIM EWC 2017/2018 con i fratelli Federico e Christian Napoli.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Il Team AvioBike al via del FIM EWC

Tra le note positive di un Bol d’Or che lo scorso mese di settembre ha parlato (e molto…) italiano spicca l’esordio più che convincente del team AvioBike. La squadra di Giovanni Baggi, alla “prima” in proprio nel Mondiale Endurance FIM EWC con una Yamaha R1 contraddistinta dal numero 101 e l’inconfondibile colorazione giallo-nera, ha concluso al tredicesimo posto assoluto e 6° di classe Superstock, spiccando riferimenti cronometrici di valore.

Un debutto che ha dato ulteriore impulso e slancio alla compagine tricolore, iscritta in forma permanente a tutto il FIM EWC 2017/2018 e prossimamente impegnata alla 24 Heures Moto Le Mans del 21/22 aprile prossimi. Per i restanti eventi del calendario il team AvioBike, oltre allo stesso Giovanni Baggi, porterà in pista sempre i fratelli Christian e Federico Napoli, dal rendimento pregevole in tutte le loro pregresse esperienze nell’Endurance.

Quest’anno porterò infatti il progetto Endurance“, afferma Giovanni Baggi, “confermando la collaborazione con Christian e Federico Napoli che mi affiancheranno in pista. Una grande sfida che ci ha visto conquistare il 6° posto nella Stock dell’81esimo Bol d’Or e che vogliamo assolutamente ripetere nella tappa di Le Mans. Un ringraziamento speciale va a tutti i ragazzi del team e agli sponsor che ci danno la possibilità di raggiungere traguardi importanti in ogni stagione“.

Il team AvioBike parteciperà inoltre al CIV Superbike con una Yamaha R1 affidata ad un protagonista della serie tricolore come Denni Schiavoni mentre Mario Spatari proseguirà l’impegno nel National Trophy.

Photo Courtesy Bol d’Or

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy