8h Suzuka: seconda pole consecutiva di Nakasuga e YART, Schwantz omaggia Rainey

8h Suzuka: seconda pole consecutiva di Nakasuga e YART, Schwantz omaggia Rainey

Michael van der Mark in evidenza

Commenta per primo!

La pioggia, attesa per tutto il fine settimana a Suzuka, si è presentata giusto a 10 minuti dall’inizio dell’attesissimo “Top 10 Trial” della 8 ore comportando inevitabili stravolgimenti nel programma. Cancellata la “Superpole”, sostituita da un turno di prove cronometrate da 40 minuti dalle 16:00 alle 16:40 locali riservati ai 10 migliori team emersi dalle qualifiche ufficiali con ammessi tutti i piloti di ciascun equipaggio (ma con solo una moto a disposizione per “fare il tempo”), il ribattezzato “Top 10 Time Trial” si è tuttavia disputato con la pista completamente asciutta, l’ideale per esaltare nuovamente il nuovo “Re” di Suzuka: Katsuyuki Nakasuga. Tri-Campione All Japan Superbike (2008, 2009, 2012) con Yamaha YSP, collaudatore ed occasionalmente pilota Yamaha MotoGP (2° assoluto lo scorso anno a Valencia in sostituzione dell’infortunato Ben Spies), il 31enne pilota giapponese ha regalato alla casa dei Tre Diapason ed al Yamaha Austria Racing Team la seconda pole position consecutiva alla 8 ore di Suzuka con annesso nuovo, sensazionale record del tracciato. Sceso in pista sin dai primissimi minuti di attività del “Top 10 Time Trial” (con la minaccia pioggia tutt’altro che scongiurata doveroso dar subito vita al “Time Attack”), il buon “Kats” a 20 minuti abbondanti dal termine ha realizzato un vero e proprio capolavoro: appena uscito dai box, giusto al giro di lancio, un clamoroso record al T4 (!), settore dove fa la differenza interpretando al meglio la velocissima piega sinistrorsa della 130R (dove incappò in una rovinosa caduta lo scorso anno in gara) e la celebre “Casio Triangle Chicane” con il successivo curvone che immette il rettifilo dei box. Qui Nakasuga con la Yamaha YZF R1 #7 e con gli pneumatici Michelin “da tempo”, dopo aver staccato il primo ed il secondo parziale record, ha distanziato di soli 143 millesimi un velocissimo Takuya Tsuda su Yoshimura Suzuki, ritoccando in 2’06″817 il primato di 2’06″845 siglato lo scorso anno. Gran giro anche da parte di Broc Parkes Un crono che 12 mesi or sono sembrava irripetibile (quasi da MotoGP del 2003, pur con una variante in più nel disegno del tracciato dopo il celebre “Hairpin”), ma che Katsuyuki Nakasuga ha ritoccato confermandosi il numero 1 sul giro “da qualifica” a Suzuka per la gran festa di Yamaha (seconda pole consecutiva dopo un digiuno lungo ben 12 anni), di tutto il team YART di Mandy Kainz, compagine europea Campione del Mondo Endurance 2009, da due anni a questa parte abituata a batter al sabato della 8 ore i top-team dell’All Japan Superbike. L’ennesimo capolavoro di Nakasuga e del Monster Energy Yamaha YART al gran completo, ribadito nel finale da una rimarchevole sequenza di giri veloci dell’ex vice-iridato Supersport Broc Parkes (in 2’07″5 non distante dai tempi del suo caposquadra), mentre Josh Waters è rimasto ai box lasciando spazio ai suoi due compagni di squadra. Ha seguito la stessa medesima strategia il glorioso team Yoshimura Suzuki, mancando di un soffio una pole che sfuma prmai da diversi anni a questa parte. Takuya Tsuda, tester del progetto Suzuki MotoGP 2015 e portacolori Yoshimura nella JSB1000 (recente vincitore a Tsukuba), è stato il primo a scendere in 2’06″960 sotto il muro del 2’07”, a 143/1000 dalla pole e battuto soltanto da un Nakasuga in stato di grazia: nulla pertanto ha potuto il giovane prospetto del motociclismo nipponico, nè tantomeno Joshua Brookes, al secondo gettone di presenza a Suzuka dopo l’esperienza con Sakurai Honda del 2008, autore nel finale di un apprezzabile 2’07″330 scavalcando nelle gerarchie interne Nobuatsu Aoki, rimasto “a riposo” in attesa di domani. Michael van der Mark terzo all'esordio Yamaha e Suzuki monopolizzano le prime due posizioni con la Honda che manca nuovamente l’assalto alla pole ritrovandosi, con i suoi due team di riferimento, in terza e quarta piazza. I vincitori del 2010 di HARC-PRO hanno concluso nella top-3 grazie ad un sensazionale Michael van der Mark, all’esordio assoluto a Suzuka (nonostante due test all’attivo pre-evento), con le Bridgestone ed in sella ad una Honda CBR 1000RR Fireblale, autore di un pazzesco 2’07″260 valso all’avvio la pole position provvisoria, meglio rispetto al più esperto e quotato compagno di equipaggio Leon Haslam (2’07″584) ed al capoclassifica dell’All Japan Superbike Takumi Takahashi. L’olandese Campione Europeo Superstock 600 in carica e protagonista del Mondiale Supersport con Honda Ten Kate si conferma “Magic Michael”, risultando il più veloce tra i piloti “in prestito” da Pata Honda anche a scapito di Jonathan Rea, con F.C.C. TSR Honda quarto in graduatoria con il crono di 2’07″302, successivamente autore di un’escursione nelle vie di fuga asfaltate della curva 1. Il nordirlandese vincitore della passata edizione sempre con la Honda #11 cercherà domani di bissare questo trionfo in compagnia del quattro volte vincitore della 8 ore (a -1 dal record di Tohru Ukawa, fermo a quota cinque successi) Ryuichi Kiyonari, non andato oltre un miglior giro personale in 2’08″398. Quarto crono per Jonathan Rea Ha sorpreso in positivo anche il BMW Motorrad France Team Thevent con il Campione FSBK 2010 e IDM Superbike 2012 Erwan Nigon detentore del T2 record e con la BMW S1000RR #99 Michelin quinto assoluto in 2’07″368, YART a parte il migliore tra i piloti e team dell’EWC a scapito dei Campioni del Mondo in carica di Suzuki S.E.R.T. (7° con la GSX-R 1000 #1 Dunlop condotta in 2’08″491 dal sei volte iridato Vincent Philippe) e Yamaha GMT94, 10° con David Checa dopo una caduta di Kenny Foray nella sessione di prove libere che ha preceduto il “Top 10 Time Trial”. La compagine di Christophe Guyot prenderà il via dalla decima casella preceduta dalle Fireblade “Private” di Honda Team Asia (CBR preparata da TSR, 2’08″507 a firma di Yuki Takahashi affiancato dal malese Azlan Shah Kamaruzaman con Makoto Tamada all’Ospedale) e TOHO Racing (preparazione Moriwaki Engineering, 9° con Tatsuya Yamaguchi in 2’09″091 affiancato da Kazuma Watanabe e dal rientrante Shinichi Itoh dai 4 successi a Suzuka), ma soprattutto dalla Suzuki GSX-R 1000 #071 del “Dream Team Kagayama”. Se lo stesso Yukio ha fermato i cronometri sul 2’08″188 avvicinato nel finale da Noriyuki Haga in 2’09″197, il leggendario Kevin Schwantz ha percorso soltanto un giro in 2’11″348, indossando un casco “replica” omaggio ad uno dei suoi grandi rivali nella classe 500cc come Wayne Rainey, strappando un applauso dal numeroso pubblico presente per la 36esima edizione della 8 ore di Suzuka che prenderà il via domani alle 11:30 locali. Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2013 Classifica Top 10 Time Trial 01- Monster Energy Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Nakasuga/Parkes/Waters – 2’06.817 02- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Tsuda/Aoki/Brookes – 2’06.960 03- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Haslam/van der Mark – 2’07.260 04- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Kiyonari – 2’07.302 05- BMW Motorrad France Team Thevent – BMW S1000RR – Nigon/Pridmore – 2’07.368 06- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – Kagayama/Schwantz/Haga – 2’08.188 07- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Delhalle/Da Costa – 2’08.491 08- Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – Kamaruzaman/Takahashi – 2’08.507 09- TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – Yamaguchi/Itoh/Watanabe – 2’09.091 10- Yamaha France GMT94 Michelin – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray/Lagrive – 2’09.275 Noriyuki Haga con la Suzuki del Team KagayamaLa Griglia di Partenza 01- Monster Energy Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Nakasuga/Parkes/Waters 02- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Tsuda/Aoki/Brookes 03- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Haslam/van der Mark 04- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Kiyonari 05- BMW Motorrad France Team Thevent – BMW S1000RR – Nigon/Pridmore 06- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – Kagayama/Schwantz/Haga 07- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Delhalle/Da Costa 08- Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – Kamaruzaman/Takahashi 09- TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – Yamaguchi/Itoh/Watanabe 10- Yamaha France GMT94 Michelin – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray/Lagrive 11- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – Hiura/Kitaguchi/Yasuda 12- Sweets Labo Motorrad 39 – BMW S1000RR – Sakai/Takeishi/Tsujimura 13- Team JP Dog Fight Yamaha – Yamaha YZF R1 – Fujita/Kimura/Tamura 14- MotoMap Supply – Suzuki GSX-R 1000 – Konno/Teramoto/Nakamoto 15- EVA RT Test Type-01 Trick Star – Kawasaki ZX-10R – Serizawa/Deguchi/Izutsu 16- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – Stauffer/Hook 17- Confia H.M.F. LunaSol Japan – Suzuki GSX-R 1000 – Suma/Hasegawa/Takamiya 18- Motobum & Ishigaki Island – Honda CBR 1000RR – Kunikawa/Ohki/Matsukawa 19- Bolliger Team Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Saiger/Stamm/Sutter 20- Team Hashimotogumi – Suzuki GSX-R 1000 – Kanayama/Inagaki/Yamashita 21- Team R2CL – Suzuki GSX-R 1000 – Buisson/Shinjo/Giabbani 22- RS-Itoh & Asia – Kawasaki ZX-10R – Higashimura/Iwasaki/Murakami 23- Honda Kunamoto Racing – Honda CBR 1000RR – Yoshida/Kojima/Tokudome 24- Team38 PS-K – Kawasaki ZX-10R – Karita/Keyes/Yamashita 25- Honda Hamamatsu Escargot – Honda CBR 1000RR – Kuboyama/Nakatsuhara 26- Honda Dream Takasaki B’WISE RT – Honda CBR 1000RR – Shimizu/Sakurai/Kobayashi 27- Team Ebata – Honda CBR 1000RR – Igarashi/Sato/Furukawa 28- Team Honda Technical College – Honda CBR 1000RR – Furusawa/Kodama 29- Honda TT Legends – Honda CBR 1000RR – McGuinness/Andrews/Rutter 30- Team Tras 135 BMW – BMW S1000RR – Harada/Takada/Katahira 31- Over & Moto Italiana Suzuka – Aprilia RSV4 – Aragaki/Veghini/Day 32- B-Square Racing & Osaka SAM RT – Kawasaki ZX-10R – Tanaka/Ohita/Sato 33- Yamashina Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – Mizusawa/Yamasaki/Matsumoto 34- Team Vital Spirit Shark Energy Drink – BMW S1000RR – Saiki/Tsujimoto/Soma 35- Honda Dream RT Wakayama – Honda CBR 1000RR – Nishinaka/Miki/Gonzui 36- Team Motorsport – Yamaha YZF R1 – Fukuyama/Okuda/Yoshimichi 37- Team Flemmbo Leader Team – Kawasaki ZX-10R – Demarey/Prosenik/Nishijima 38- Plus One MCRT – Kawasaki ZX-10R – Imazu/Tajima/Kumeda 39- Iwata Racing Family – Yamaha YZF R1 – Ueno/Sawamura/Nishimura 40- Dog House & Higuchi – Suzuki GSX-R 1000 – Higuchi/Iwatani 41- RS Garage Harada Himeji – Kawasaki ZX-10R – Harada/Okamura/Tanaka 42- NOI:Z & Clever Wolf Team DDD – Yamaha YZF R1 – Nakai/Usami/Adachi 43- Team Little Wing – BMW S1000RR – Miyazaki/Yamauchi 44- Dog Fish O-Tec Suzuka – Honda CBR 1000RR – Ohuchida/Akimoto/Watase 45- Team Karbar Cafe Racing From Shiga – Kawasaki ZX-10R – Morimoto/Nakajima 46- KTM Hamaguchi Bakuon Racing – KTM RC8R – Fujishima/Dairaku/Hamaguchi 47- Hamamatsu Team Titan – Suzuki GSX-R 1000 – Shimizu/Inuki/Ohshiro 48- Honda EG Racing – Honda CBR 1000RR – Kuribayashi/Honda 49- Winner Z-Tech – Suzuki GSX-R 1000 – Kunimatsu/Yoshida 50- Team Sugai Racing Japan – Ducati 1199 Panigale – Sugai/Kamatani 51- Motorrad Toyota Nagasaka – BMW S1000RR – Noda/Nakamura/Sasaki 52- Banner Racing H-K-C – Ducati 1199 Panigale – Kaneda/Dan/Asahina 53- Honda Ryokuyoukai Kunamoto – Honda CBR 1000RR – Mitaori/Ohashi/Mori 54- Honda Sayama Racing & Hamamatsu – Honda CBR 1000RR – Yamashita/Ishizuka/Ohyama 55- Hamamatsu 8H Team – Yamaha YZF R1 – Tonari/Nakao/Izumi 56- Motobox Kremer Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Scherrer/Paavilainen/Bauer 57- SNDheater Human-Revo DRAG Roadway ACtech – Suzuki GSX-R 1000 – Sagoh/Hisadumi 58- Hinoseiki Iwaki & T2 with Autoboy – Suzuki GSX-R 1000 – Yamauchi/Wada/Takano 59- Honda Kouyoukai Dream – Honda CBR 1000RR – Kurayama/Nakamura 60- T.Motokids Nac Kawauso RT – Yamaha YZF R1 – Higuchi/Kojima/Washimi 61- La Bellezza Speed & Kumamon – Ducati 1199 Panigale – Itami/Hori/Toda 62- IMT satoracing – Yamaha YZF R1 – Sato/Inagaki/Yasutomi 63- Team Etching Factory – Yamaha YZF R1 – Nakaoka/Hayashi/Fukami Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy