8h Suzuka: conclusi i test ufficiali, Rea il più veloce, progressi per Kevin Schwantz

8h Suzuka: conclusi i test ufficiali, Rea il più veloce, progressi per Kevin Schwantz

Appuntamento ora al weekend di gara

Commenta per primo!

Il caldo non ha risparmiato squadre e piloti presenti nella conclusiva giornata di test ufficiali pre-evento della 8 ore di Suzuka 2013, la 36esima edizione della corsa più importante della Terra del Sol Levante. Con temperature ambientali intorno ai 35° (quasi 60° per quanto concerne la temperatura dell’asfalto) ed un elevato tasso d’umidità, gli attesi protagonisti della maratona Endurance tradizionalmente in programma sul tracciato dell’ottovolante non si sono risparmiati nella conclusiva giornata di prove di mercoledì 10 luglio con la sostanziale riconferma dei valori in campo emersi martedì ed, ancor prima, nei test di settimana scorsa. Presentatosi a Suzuka da detentore del trofeo, ma senza l’apporto del compagno di trionfi della passata edizione Kousuke Akiyoshi (fuori gioco per la frattura alla gamba sinistra rimediata nelle qualifiche dell’All Japan Superbike a Tsukuba), Jonathan Rea ha staccato la “pole” di giornata con un riferimento cronometrico già da “Top 10 Trial”: 2’07″742, sua miglior prestazione a Suzuka con la CBR 1000RR Fireblade ottimamente preparata da F.C.C. TSR Honda, una delle due formazioni di riferimento HRC per la JSB1000 e Suzuka. Al quinto gettone di presenza alla 8 ore dopo le precedenti apparizioni del 2007, 2008, 2010 e 2012, l’attuale portacolori Pata Honda del Mondiale Superbike nei due giorni di test è parso inavvicinabile ai comandi della blue Fireblade #11 preparata da TSR (acronimo di “Technical Sports Racing”) ed equipaggiata delle nuove specifiche Bridgestone sviluppate per l’edizione 2013: 2’08″144 martedì, 2’07″742 all’indomani, completando anche un “long run” con un mostruoso passo sul 2’08” nonostante le elevate temperature. Per Jonathan Rea si presenta bene la 8 ore di Suzuka 2013, deciso a bissare il trionfo dello scorso anno e allungare la striscia di vittorie consecutive di F.C.C. TSR Honda dopo le vittorie del 2011 (con Kousuke Akiyoshi, Ryuichi Kiyonari e Shinichi Itoh) e del 2012 con lo stesso Rea ed il già menzionato (infortunato) Akiyoshi. Per questa edizione il forte pilota nordirlandese, prossimamente impegnato in tre settimane di fila tra WSB (Mosca il 21 luglio e Silverstone il 4 agosto) e Suzuka (appuntamento nel weekend del 28 luglio), sarà affiancato dal quattro volte vincitore dell’evento, tri-Campione del BSB Ryuichi Kiyonari, già suo compagno di squadra nel British Superbike sotto le insegne di HM Plant Honda (biennio 2006-2007) e alla vittoriosa apparizione alla 300 kilometri di Suzuka del 2007, all’epoca con il team ufficiale HRC. Takumi Takahashi con HARC-PRO Honda “King Kiyo”, dalle quotazioni in rialzo negli ultimi due round del BSB (doppio-podio a Knockhill, punti importanti a Snetterton), è rimasto a 1″ dai tempi del proprio compagno di squadra (miglior crono in 2’08″736), ma con una giornata di test in meno e concentrandosi prevalentemente nel meticoloso lavoro di messa a punto insieme ai tecnici TSR e HRC. Kiyonari torna in forma giusto in tempo per la 8 ore, anche perchè sarà uno “spietato” confronto interno in casa Honda complice la rivalità con HARC-PRO, in trionfo nel 2010 con lo stesso Kiyo e Takumi Takahashi, attuale (giovane) capoclassifica dell’All Japan Superbike e “capitano” dell’equipaggio #634 che potrà vantare su innesti “europei” importanti come Leon Haslam e Michael van der Mark, in “prestito” dal team Pata Honda. Se per “Pocket Rocket” si tratta di un gradito ritorno a Suzuka dopo l’esperienza del 2008 con Sakurai Honda, per “Magic Michael” sarà l’esordio assoluto all’evento e sul celebre tracciato giapponese, ma vantando già ben 4 giorni di test in una settimana alternandosi in sella alle Fireblade dei team F.C.C. TSR e HARC-PRO, anche se con quest’ultima compagine affronterà l’edizione 2013. La formazione patrocinata da MuSASHi ha staccato con Takahashi il 2° crono assoluto della due giorni di test grazie a Takumi Takahashi in 2’08″877, meglio rispetto a Yoshimura Suzuki che con Takuya Tsuda (il più veloce in assoluto nelle prove di settimana scorsa), Nobuatsu Aoki e Joshua Brookes (direttamente dal BSB, alla seconda presenza alla 8 ore) ha lavorato più sulla costanza di rendimento riuscendo in ogni caso a viaggiare sul 2’08” alto-2’09” basso. Kevin Schwantz in azione Yoshimura andrà a caccia del quinto centro a Suzuka dopo le precedenti affermazioni del 1978, 1980, 2007 e 2009, offrendo assistenza tecnica all’equipaggio più atteso (vero e proprio “Dream Team”) dell’edizione 2013: il #071 del Team Kagayama con lo stesso Yukio Kagayama, Noriyuki Haga ed il leggendario Kevin Schwantz in sella alla bianco-azzurra GSX-R 1000. Prevedibilmente il primo, pilota e team manager, è stato il più veloce del trio in 2’09″190 (2’09″526), ma la “sorpresa” è trovar subito un Schwantz in gran spolvero a 49 anni compiuti, gli ultimi 18 senza presenze ufficiali in una gara di simile importanza. Al quarto giorno di test il Campione del Mondo 500cc 1993 ha staccato un miglior crono personale di 2’10″7, di buon auspicio per l’evento e per scrivere una nuova pagina di storia di questo sport. Per la conferma bisognerà attendere il weekend di gara del 25-28 luglio prossimi dove non sarà da sottovalutare il potenziale dei team europei a cominciare da Yamaha Austria (“Monster Energy Yamaha YART”), in questi giorni affidatasi al reparto corse dei Tre Diapason (nello specifico al YSP Racing Team dell’All Japan Superbike) per prove di sviluppo con Katsuyuki Nakasuga, 2° lo scorso anno in MotoGP a Valencia, pronto a stupire ancora dopo la sensazionale pole in 2’06″845 della passata edizione. Una tematica d’interesse in più per la corsa di maggior prestigio ed importanza del motociclismo giapponese, specie con una leggenda delle due ruote come Kevin Schwantz al via… Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2013 Official Test, i tempi dei Top-Team di mercoledì 10 luglio 01- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Kiyonari – 2’07.742 02- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Tsuda/Aoki/Brookes – 2’09.349 03- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – Kagayama/Haga/Schwantz – 2’09.526 04- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Haslam/van der Mark – 2’09.637 05- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – Hiura/Kitaguchi/Yasuda – 2’09.939 Classifica Official Test 9-10 luglio 01- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Kiyonari – 2’07.742 02- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Haslam/van der Mark – 2’08.877 03- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Tsuda/Aoki/Brookes – 2’08.919 04- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – Kagayama/Haga/Schwantz – 2’09.190 05- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – Hiura/Kitaguchi/Yasuda – 2’09.939 06- TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – Yamaguchi/Itoh – 2’10.094 07- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Delhalle – 2’10.706 08- MotoMap Supply – Suzuki GSX-R 1000 – Konno/Teramoto – 2’10.794 09- EVA RT Test Type-01 Trick Star – Kawasaki ZX-10R – Serizawa/Deguchi/Izutsu – 2’10.859 10- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – Stauffer/Hook – 2’11.749 11- Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – Tamada/Azlan – 2’13.029 12- RS-Itoh & Asia – Kawasaki ZX-10R – Higashimura/Iwasaki/Murakami – 2’13.083 Foto: Bridgestone, Team Kagayama

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy