8h Suzuka: BMW balza in testa nelle seconde libere, caduta per Kevin Schwantz

8h Suzuka: BMW balza in testa nelle seconde libere, caduta per Kevin Schwantz

Buon giro e caduta per Kevin

Commenta per primo!

Una squadra ed una moto europea in corsa per la vittoria alla 8 ore di Suzuka? Un fatto senza precedenti nei 36 anni di storia dell’evento, con l’eccezione che conferma la regola registratasi oggi nel corso della seconda sessione di prove libere andata in scena dalle 15:40 alle 16:40 locali con il miglior riferimento cronometrico siglato dai vice-Campioni del Mondo in carica di BMW Motorrad France Team Thevent in 2’08″833, ad un soffio dal 2’08″812 conseguito nella mattinata da un velocissimo Jonathan Rea su F.C.C. TSR Honda. Ad un soffio dalla conquista del titolo iridato EWC nell’ultimo biennio, la compagine di Michael Bartholemy (ex-responsabile del progetto Kawasaki MotoGP, tuttora team manager del Marc VDS Racing Team in Moto2) si è presa questa bella soddisfazione nell’inaugurale giornata di attività a Suzuka con il Campione IDM Superbike in carica Erwan Nigon in grado, nonostante le altissime temperature ben al di sopra dei 30°, di staccare la “pole” del pomeriggio portando la S1000RR #99 equipaggiata degli pneumatici Michelin davanti a tutti. Prestazione da rimarcare per la compagine supportata ufficialmente dal Reparto Corse “Clienti” BMW Motorrad (“BMW Motorrad HP Race Support”) e Michelin, ma che deve fare i conti con l’ennesimo episodio sfortunato dell’ultimo periodo. Già fuori gioco il “capitano” Sebastien Gimbert (frattura del braccio sinistro rimediato nella prova del CIV a Vallelunga) ed il Campione Superstock 1000 FIM Cup in carica Sylvain Barrier (incappato in una rovinosa caduta nei test pre-evento), a seguito di una caduta nel corso delle seconde libere è stato costretto alla resa anche Damian Cudlin, KO alla prima curva in fondo al rettilineo dei box rimediando la frattura della tibia sinistra. Una brutta notizia per l’esperto pilota australiano tuttora capoclassifica dell’IDM Superbike, lasciando così ai soli Erwan Nigon e Jason Pridmore (Campione del Mondo Endurance nella classe Superstock, convocato in sostituzione proprio di Barrier) i semi-manubri della BMW S1000RR per il prosieguo del weekend con strategie in previsione gara da rivedere. Un problema non di poco conto per il Team Thevent che si avvale per l’occasione della consulenza di Naoya Kaneko, non il primo team europeo iscritto a tempo pieno nel Mondiale Endurance in evidenza oggi grazie a Yamaha Austria (“Monster Energy Yamaha YART”), ad un soffio dal primato in 2’08″972 (139/1000 di svantaggio) con la R1 #7 Michelin affidata agli “aussie” Broc Parkes e Josh Waters (in evidenza nelle precedenti due edizioni con Yoshimura), ma soprattutto con il Campione All Japan Superbike in carica Katsuyuki Nakasuga. Tester Yamaha MotoGP ed “eroe” a Valencia lo scorso anno con il secondo posto finale a Valencia in sostituzione dell’infortunato Ben Spies, “Kats” ha girato con regolarità sotto il muro del 2’09” preannunciando un nuovo exploit per sabato nel corso del “Top 10 Trial” dopo la sensazionale pole dello scorso anno in 2’06″845, primo ed unico nella storia a scendere sotto il muro del 2’07” sul tracciato della 8 ore comprensivo della “Coca Cola Chicane” subito dopo l’Hairpin. Ryuichi Kiyonari con F.C.C. TSR Honda Se BMW #99 e Yamaha #7 realizzando una “doppietta” dei team EWC lasciando Yamaha GMT94 (terzi assoluti lo scorso anno con David Checa, Kenny Foray e Matthieu Lagrive) ed i Campioni del Mondo in carica di Suzuki S.E.R.T. (Vincent Philippe, Anthony Delhalle e Julien Da Costa) rispettivamente in ottava e nona posizione, ha staccato il terzo crono della sessione in 2’09″141 ed il miglior tempo di giornata in 2’08″812 Jonathan Rea, deciso a ripetere la vittoria dello scorso anno con F.C.C. TSR Honda. “In prestito” dal Pata Honda World Superbike Team ed al quinto gettone di presenza (precedenti esperienze nel 2007, 2008, 2010 e 2012) all’evento, il nordirlandese è parso decisamente il pilota più veloce in pista a scapito del proprio compagno di squadra Ryuichi Kiyonari, quattro affermazioni in carriera alla 8 ore, ma rimasto ben distante (nell’ordine di un paio di secondi) dai crono di Rea alla ricerca del miglior affiatamento con le specifiche Bridgestone 2013 e le ultime soluzione sviluppate da HRC e TSR per l’evento. In scia ai detentori del trofeo che accusano l’assenza di Kousuke Akiyoshi (fuori gioco per la frattura alla gamba sinistra rimediata a Tsukuba, seppur in stampelle presente ai box) figura l’altro equipaggio di riferimento Honda, il #634 di HARC-PRO con Leon Haslam (seconda presenza a Suzuka) e Michael van der Mark (da “under 20” all’esordio assoluto) capitanati da Takumi Takahashi, giovane pupillo HRC e capoclassifica dell’All Japan Superbike, autore del quarto crono in 2’09″432. Restando sempre in “casa Honda”, sorpresa di giornata è l’equipaggio #22 di Honda Team Asia, compagine supportata tecnicamente da TSR con i finanziamenti di HRC e Two Wheels Motor Racing, quinta assoluta grazie ad un Makoto Tamada tornato ai livelli che più gli competono fermando i cronometri sul 2’09″525 con i suoi due compagni di squadra Azlan Shah Kamaruzaman (malese in evidenza nell’Asia SuperSports 600cc con Boon Siew Honda) e Yuki Takahashi (ex-MotoGP attualmente impegnato in Moto2 con la Moriwaki MD600 dell’IDEMITSU Honda Team Asia) non distanti. Con la casa dell’ala dorata ha concluso nella top-10 anche l’Honda Suzuka Racing Team (mezzo secolo di storia sulle spalle), mentre Honda TT Legends con Simon Andrews, Michael Rutter ed il leggendario 20 volte vincitore al TT John McGuinness non è andato oltre il 32esimo crono ad oltre 5″ dalla vetta. Kevin Schwantz protagonista di una scivolata Passando in Suzuki, prevedibilmente il leggendario team Yoshimura, concentrandosi su long run a serbatoio pieno con un sensazionale passo in 2’10”, risulta tuttora il riferimento con la GSX-R 1000 #12 Bridgestone affidata a Takuya Tsuda, Nobuatsu Aoki ed il protagonista del British Superbike Joshua Brookes (vincitore domenica scorsa di Gara 1 a Brands Hatch), anche se tutte le attenzioni sono state doverosamente riservate per l’equipaggio #071 del Team Kagayama formato da un vero e proprio “Dream Team” con Yukio Kagayama, Noriyuki Haga e l’eccezionale ritorno alle competizioni a 49 anni di Kevin Schwantz. Se il “capitano” e proprietario Kagayama ha viaggiato in 2’10” avvicinato da “Nitronori” in 2’11” (netto passato avanti rispetto ai test pre-evento), il texano soltanto alla sua seconda gara dal ritiro annunciato al Mugello nel 1995 a questa parte (un precedente al Bol d’Or 2004 con una Suzuki Superstock) ha fermato i cronometri sul 2’13” non prima di incappare in una scivolata all’altezza della curva 5 risoltasi fortunatamente senza conseguenze. Il Campione del Mondo 500cc 1993 avrà l’occasione domani nella terza sessione di prove libere e nel doppio-turno di qualifiche ufficiali di perfezionare l’affiatamento con la Suzuki GSX-R 1000 #071 preparata da Yoshimura e “calzata” Dunlop, medesimo discorso per l’altro eccezionale ritorno in gara dell’edizione 2013: Shinichi Itoh, ritiratosi soltanto al termine della stagione 2011, oggi al via con la Honda Fireblade #104 del TOHO Racing with Moriwaki accanto all’amico Tatsuya Yamaguchi, secondo assoluto lo scorso anno. Shinichi Itoh al rientro con TOHO Racing with Moriwaki Passando ai colori italiani, Daniele Veghini (unico nostro portabandiera al via) figura 39esimo in classifica con la Aprilia RSV4 schierata dal team Over & Moto Italiana Suzuka, più staccate le Ducati 1199 Panigale: 49esima con il Banner Racing H-K-C, 59esima con il team La Bellezza Speed & Kumamon, nessun giro all’attivo nei due turni per la più attesa, la #5 del Team Sugai Racing Japan addirittura in piena top-10 lo scorso anno, fermata da non meglio precisati problemi tecnici. Domani alle 9:00 locali in programma la terza sessione di prove libere, dalle 11:00 spazio invece alle Qualifiche ufficiali che determineranno le 10 squadre ammesse sabato al “Top 10 Trial”. Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2013 Classifica Prove Libere 2 01- BMW Motorrad France Team Thevent – BMW S1000RR – Nigon/Cudlin/Pridmore – 2’08.833 02- Monster Energy Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Nakasuga/Parkes/Waters – + 0.139 03- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Kiyonari – + 0.308 04- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Haslan/van er Mark – + 0.599 05- Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – Tamada/Kamaruzaman/Takahashi – + 0.692 06- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Tsuda/Aoki/Brookes – + 0.697 07- Sweets Labo Motorrad 39 – BMW S1000RR – Sakai/Tsujimura/Takeishi – + 1.385 08- Yamaha France GMT94 Michelin – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray/Lagrive – + 1.517 09- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Delhalle/Da Costa – + 1.846 10- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – Kagayama/Haga/Schwantz – + 1.864 11- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – Hiura/Kitaguchi/Yasuda – + 1.879 12- Team JP Dog Fight Yamaha – Yamaha YZF R1 – Fujita/Kimura/Kruger – + 2.565 13- EVA RT Test Type-01 Trick Star – Kawasaki ZX-10R – Serizawa/Deguchi/Izutsu – + 2.657 14- MotoMap Supply – Suzuki GSX-R 1000 – Konno/Teramoto/Nakamoto – + 2.712 15- TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – Yamaguchi/Itoh – + 2.906 16- Team Hashimotogumi – Suzuki GSX-R 1000 – Kanayama/Inagaki/Yamashita – + 3.197 17- RS-Itoh & Asia – Kawasaki ZX-10R – Higashimura/Iwasaki/Murakami – + 3.310 18- Honda Kumamoto Racing – Honda CBR 1000RR – Tokudome/Kojima/Yoshida – + 3.632 19- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – + 3.797 20- Team R2CL – Suzuki GSX-R 1000 – Buisson/Dietrich/Giabbani – + 4.110 21- Confia H.M.F. LunaSol Japan – Suzuki GSX-R 1000 – Suma/Hasegawa/Takamiya – + 4.136 22- Motobum & Ishigaki Island – Honda CBR 1000RR – Kunikawa/Ohki/Matsukawa – + 4.191 23- Yamashina Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – Mizusawa/Yamasaki/Matsumoto – + 4.960 24- Team Ebata – Honda CBR 1000RR – Igarashi/Sato/Furukawa – + 5.081 25- Team38 PS-K – Kawasaki ZX-10R – Karita/Keyes/Yamashita – + 5.241 26- Bolliger Team Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Saiger/Stamm/Wildisen – + 5.276 27- Honda Hamamatsu Escargot – Honda CBR 1000RR – Kuboyama/Nakatsuhara – + 5.304 28- Honda Dream RT Wakayama – Honda CBR 1000RR – Nishinaka/Miki/Gonzui – + 5.461 29- Team Tras 135 BMW – BMW S1000RR – Takada/Katahira/Harada – + 5.570 30- B-Square Racing & Osaka SAM RT – Kawasaki ZX-10R – Tanaka/Ohita/Sato – + 5.624 31- Team Vital Spirit Shark Energy Drink – BMW S1000RR – Tsujimoto/Saiki/Mukoyama – + 5.701 32- Honda TT Legends – Honda CBR 1000RR – McGuinness/Andrews/Rutter – + 5.785 33- Team Honda Technical College – Honda CBR 1000RR – Kodama/Furusawa – + 5.974 34- RS Garage Harada Himeji – Kawasaki ZX-10R – Harada/Okamura/Tanaka – + 6.512 35- Honda Dream Takasaki B’WISE RT – Honda CBR 1000RR – Sakurai/Shimizu – + 6.605 36- Plus One MCRT – Kawasaki ZX-10R – Imazu/Tajima/Kumeda – + 6.665 37- NOI:Z & Clever Wolf Team DDD – Yamaha YZF R1 – Nakai/Usami/Adachi – + 6.683 38- Team Little Wing – BMW S1000RR – Miyazaki/Asano/Yamauchi – + 6.926 39- Over & Moto Italiana Suzuka – Aprilia RSV4 – Aragaki/Veghini/Day – + 7.003 40- Dog Fish O-Tec Suzuka – Honda CBR 1000RR – Ohuchida/Akimoto/Watase – + 7.125 41- Team Flemmbo Leader Team – Kawasaki ZX-10R – Demarey/Prosenik/Nishijima – + 7.807 42- Dog House & Higuchi Legal Office – Suzuki GSX-R 1000 – Iwatani/Higuchi – + 7.885 43- Winner Z-Tech – Suzuki GSX-R 1000 – Yoshida/Kunimatsu – + 8.015 44- Honda EG Racing – Honda CBR 1000RR – Honda/Kuribayashi – + 8.512 45- Team Karbar Cafe Racing From Shiga – Kawasaki ZX-10R – Morimoto/Nakajima – + 8.784 46- Team Motosport – Yamaha YZF R1 – Okuda/Yoshimichi/Fukuyama – + 8.863 47- Honda Ryokuyokai Kumamoto Racing – Honda CBR 1000RR – Kitoki/Mori/Ohnashi – + 8.927 48- Hamamatsu Team Titan – Suzuki GSX-R 1000 – Shimizu/Inuki/Ohshiro – + 8.976 49- Banner Racing H-K-C – Ducati 1199 Panigale – Kaneda/Kazuyoshi/Asahina – + 9.933 50- Motorrad Toyota Nagasaka Racing – BMW S1000RR – Noda/Nakamura/Sasaki – + 9.953 51- Iwata Racing Family – Yamaha YZF R1 – Ueno/Sawamura/Nishimura – + 10.001 52- Honda Sayama Racing & Hamamatsu – Honda CBR 1000RR – Yamashita/Ishizuka/Ohyama – + 10.303 53- T.Motokids Nac Kawauso RT – Yamaha YZF R1 – Higuchi/Kojima/Washimi – + 10.337 54- KTM Hamaguchi Bakuon Racing – KTM RC8R – Fujishima/Dairaku/Hamaguchi – + 10.415 55- Hinoseiki Iwaki & T2 with Autoboy – Suzuki GSX-R 1000 – Yamauchi/Wada/Takano – + 10.453 56- SNDheater Human-Revo DRAG Roadway ACtech – Suzuki GSX-R 1000 – Sagoh/Hisadumi – + 10.495 57- Hamamatsu 8H Team – Yamaha YZF R1 – Tonari/Nakao/Izumi – + 11.399 58- Honda Kouyoukai Dream – Honda CBR 1000RR – Kurayama/Ebinuma/Nakamura – + 11.900 59- La Bellezza Speed & Kumamon – Ducati 1199 Panigale – Itami/Hori/Toda – + 12.436 60- Team Etching Factory – Yamaha YZF R1 – Hayashi/Fukami/Nakaoka – + 12.649 61- IMT satoracing – Yamaha YZF R1 – Sato/Inagaki – + 13.317 62- Motobox Kremer Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Scherrer/Paavilainen/Bauer – + 13.378 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy