8h Albacete: primo successo di BMW Motorrad France, SERT resta leader

8h Albacete: primo successo di BMW Motorrad France, SERT resta leader

No Limits 3° tra le Stock

Commenta per primo!

Alla “8 Horas Nocturnas of Albacete”, tradizionale appuntamento del Mondiale Endurance sin dalla stagione 2003, la BMW ha conquistato la prima vittoria assoluta nella categoria con una S1000RR in configurazione EWC. Il merito è del team BMW Motorrad France 99, compagine diretta da Michael Bartholemy (ex-team manager Kawasaki MotoGP) che ha rilevato la gestione sportiva del progetto dal Bol d’Or 2010, a seguito di una serie di vicissitudini che hanno rallentato il processo di sviluppo della moto con il ben noto passaggio da Daffix a Witec ancor prima dell’esordio alla 24 Heures Moto di Le Mans. Preso in consegna il programma finanziato dalla filiale francese di BMW Motorrad con il pieno supporto ufficiale di Michelin, dopo tre gare di “rodaggio” ed una positiva prestazione al Bol d’Or (3°), il team BMW Motorrad France 99 ha celebrato la vittoria nella seconda prova del Mondiale Endurance 2011, conducendo la corsa dal primo all’ultimo minuto di gara. Erwan Nigon (campione francese Superbike in carica proprio su BMW), Sebastien Gimbert (leader del FSBK) ed il tester Michelin Hugo Marchand (chiamato a sostituire Damian Cudlin impegnato nell’IDM Superbike al Nurbugring) hanno condotto la BMW #99 alla vittoria tenendo sempre un margine rassicurante sui più diretti inseguitori, rilanciando oltretutto le quotazioni per la vittoria finale di campionato. Al via Nigon, scattato dalla seconda posizione in griglia, ha presto guadagnato un vantaggio intorno ai 40″ su Yamaha GMT94, squadra campione del mondo 2004, tornata protagonista dopo una serie di eventi sfortunati e problemi tecnici nei precedenti eventi in calendario. Ad accusare la prima battuta d’arresto è stato il Suzuki Endurance Racing Team, che ha dovuto scontare uno “Stop and Go” per non aver spento le luci nel corso di una sosta ai box per il rifornimento alle 21:30. Via libera dunque per il team ufficiale BMW che conquista la prima vittoria assoluta nell’EWC, mettendo a segno anche il trionfo tra le Superstock con la S1000RR del team Van Zon Boenig Motorsport con Werner Daemen, Michal Filla e Gregory Fastre settimi assoluti davanti al Team Motors Events (1° al Bol d’Or) e al nostro No Limits Motor Team, 3° di classe davanti ad un’altra compagine tricolore, MCS Racing Ipone. In campionato duello tra BMW e Suzuki SERT Grazie a questo “storico” trionfo il team BMW Motorrad France 99 si presenterà alla 8 ore di Suzuka, prossimo evento in calendario, con soli 2 punti di svantaggio nei confronti del Suzuki Endurance Racing Team. La squadra di Dominique Meliand ha pagato pesantemente la penalizzazione della serata del sabato, accusando 1 giro di ritardo sul traguardo con la Suzuki GSX-R 1000 #1 gommata Dunlop affidata al quattro volte iridato Vincent Philippe, Freddy Foray ed il giapponese Daisaku Sakai, richiamato come titolare dopo esser stato “messo in panchina” al Bol d’Or a favore del francese Anthony Delhalle (in gara tra le Stock con Suzuki AM Moto Competition). L’equipaggio vincitore alla 8 ore di Albacete lo scorso anno non ha fatto drammi, riuscendo comunque a limitare i danni e a vantare la conquista della pole position grazie al “solito” Philippe con un eccellente 1’30″409. Torna protagonista Yamaha GMT94, problemi per YART Sul tracciato che condizionò gran parte della passata stagione con l’incidente al via e conseguente infortunio di Gregorio Lavilla, il team Yamaha France GMT94 è tornato protagonista nel Mondiale Endurance. La R1 gommata Michelin affidata al velocissimo David Checa (idolo di casa ad Albacete), al pluri-campione del mondo Matthieu Lagrive e Kenny Foray è rimasta costantemente come prima inseguitrice della BMW di testa mantenendo lo svantaggio sempre tra i 30 ed i 40 secondi. Dopo una serie di ritiri, finalmente la struttura di Christophe Guyot ha raccolto un risultato importante portandosi al terzo posto nella classifica di campionato seppur staccata di 19 punti dalla SERT. Più problematico il week-end di Albacete per Yamaha Austria (oggi “Monster Yamaha YART”): nel secondo turno di qualifiche del sabato mattina Gwen Giabbani è volato a terra obbligando la squadra agli straordinari al fine di preparare il muletto per il via della corsa fissato per le 18:00. Il terzetto in sella alla R1 #7 è rimasto a lungo in corsa per il podio, prima di accusare qualche problema tecnico scontato con i 4 giri di svantaggio sul traguardo. Dopo il ritiro al Bol d’Or, adesso YART è al nono posto nella classifica di campionato con 16 punti, ben 38 da recuperare. Ritiro per Honda TT Legends, McGuinness a terra C’era grande attesa anche per Honda TT Legends, presente ad Albacete obbligando John McGuinness e Keith Amor a rinunciare addirittura alla North West 200 (forse meglio così, visto che si è disputata solo una gara al “Triangle”…). Affiancati come sempre da Steve Plater, il terzetto con la Honda #77 vestita dei colori “vintage” ricalcando le grafiche della RC30 ha navigato a lungo in quarta posizione: sarebbe stato un risultato prestigioso dopo il 5° posto del Bol d’Or, ma giusto a 50 minuti dalla bandiera a scacchi McGuinness è volato a terra mettendo fine all’avventura della squadra diretta da Neil Tuxworth. Zero punti raccolti, l’unica nota positiva che “McG” non si è fatto male in vista del Tourist Trophy dove, insieme a Keith Amor, sarà della partita a cominciare dalle prove libere del 30 maggio prossimo. Tra i ritiri eccellenti da segnalare anche quello del team vice-campione del mondo, Bolliger Team Switzerland, KO dopo 20 minuti per un problema al cambio, e di National Motos sempre per un problema tecnico. Vittoria BMW anche nella Superstock, No Limits 3° Dopo il successo nella classifica assoluta, la BMW ha fatto sua la vittoria anche tra le “Stocksport” con la S1000RR #13 del Van Zon Boenig condotta dall’esperto Werner Daemen, Michal Filla e Gregory Fastre. La squadra tedesca ha lottato a lungo con le Suzuki dei team AM Moto Competition, risistemata dopo una caduta nel Warm Up, e del Team Motors Events, reduce dall’affermazione al Bol d’Or. Grazie ad un’ottima strategia BMW si è assicurata la vittoria con un 1 giro di vantaggio rispetto a Motors Events, 2 sul nostro No Limits Motor Team che porta la bandiera italiana sul podio nel Mondiale Endurance con la Suzuki GSX-R 1000 #44 affidata ad Alessio Aldrovandi, Victor Casas e al nuovo acquisto Arturo Tizon. A completare l’eccellente prestazione dei nostri portabandiera ci ha pensato il MCS Racing Ipone, 4° di categoria, con tutte e due le Suzuki “italiane” nella top-10. Prossima tappa la 8 ore di Suzuka Per il FIM Endurance World Championship 2011 l’appuntamento è ora fissato per l’ultimo week-end di luglio con la 8 ore di Suzuka, evento “facoltativo” per le squadre iscritte al campionato. Tutti i top-team vi prenderanno parte dovendo confrontarsi, secondo tradizione, con gli equipaggi di riferimento dell’All Japan Road Race Championship: tre saranno le moto ufficiali HRC affidate a TSR e HARC-PRO, senza scordarci di Yoshimura Suzuki vittoriosa nel 2007 e 2009. 8 Horas Nocturnas of Albacete 2011 Classifica Gara 01- BMW Motorrad France 99 – BMW S1000RR – Gimbert/Nigon/Marchand – 306 giri (EWC) 02- Yamaha France GMT94 Ipone – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray/Lagrive – + 31.339 (EWC) 03- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Foray/Sakai – a 1 giro (EWC) 04- Monster Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Jerman/Martin/Giabbani – a 4 giri (EWC) 05- Maco Racing Team – Yamaha YZF R1 – Pridmore/Junod/Black – a 5 giri (EWC) 06- YMES Folch Endurance – Yamaha YZF R1 – Ribalta/Vallcaneras/Rita – a 7 giri (EWC) 07- Van Zon Boenig Motorsport – BMW S1000RR – Daemen/Fastre/Filla – a 10 giri (Stock) 08- Team Motors Events – Suzuki GSX-R 1000 – Gines/Bocquet/Humeau – a 11 giri (Stock) 09- No Limits Motor Team – Suzuki GSX-R 1000 – Casas/Aldrovandi/Tizon – a 12 giri (Stock) 10- MCS Racing Ipone – Suzuki GSX-R 1000 – Prosenik/Saseta/Molero – a 14 giri (Stock) 11- Atomic Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – Muteau/Lalevee/Lussiana – a 15 giri (Stock) 12- AM Moto Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Auger/Loiseau/Delhalle – a 15 giri (Stock) 13- Endurance Moto 45 – Suzuki GSX-R 1000 – Lagrive/Ganfornina/Benichou – a 16 giri (Stock) 14- Team R2CL – Suzuki GSX-R 1000 – Chausse/Hedelin/Briere – a 19 giri (EWC) 15- Rodi Circuit Alcarras – Yamaha YZF R1 – Sola/Moreno/Martinez – a 20 giri (Stock) 16- Motobox Kremer – Suzuki GSX-R 1000 – Gaziello/Scherrer/Paavilainen – a 20 giri (EWC) 17- Boening Penz13 – BMW S1000RR – Bachler/Seidel/Penzkofer – a 20 giri (Stock) 18- Viltais Racing Division – Yamaha YZF R1 – Besnard/Bardet/Rochet – a 22 giri (Stock) 19- Racing Team Sarazin – Kawasaki ZX-10R – Kokes/Barbancon – a 22 giri (Stock) 20- National Motos – Honda CBR 1000RR – Jonchiere/De Carolis/Masson – a 24 giri (EWC) 21- Team FMA Assurances – Honda CBR 1000RR – Boulange/Morin/Dumain – a 27 giri (EWC) 22- Slider Endurance – Yamaha YZF R1 – Lecouturier/Le Royer/Seroux – a 31 giri (EWC) 23- Serbian Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Perisic/Markov/Stojanovic – a 45 giri (Stock) 24- Motoplanete Racing Team – Yamaha YZF R1 – Ferre/Cancade/Mecene – a 46 giri (EWC)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy