Endurance FIM EWC: nasce (finalmente) la classe Supertwin con un trofeo dedicato

Endurance FIM EWC: nasce (finalmente) la classe Supertwin con un trofeo dedicato

Nel regolamento 2016 del Mondiale Endurance trova conferma l’introduzione del Supertwin Trophy riservato alle migliori bicilindriche

Se ne parlava da un biennio a questa parte e, finalmente, al terzo tentativo la Federazione Motociclistica Internazionale è riuscita nel suo intento. In base a quanto espresso dal regolamento 2016 divulgato in questi giorni, a partire dalla stagione 2016 nel FIM EWC debutterà l’inedita classe Supertwin riservata alle migliori bicilindriche sul mercato, iscritte in un trofeo dedicato: il FIM Endurance Supertwin Trophy. Attese al via accanto alle EWC (classe regina), Superstock (protagoniste della FIM Endurance World Cup) e Open, l’istituzione della Supertwin è stata caldeggiata dall’Endurance Working Group della FIM, posticipando tuttavia di anno in anno il suo effettivo debutto nel Mondiale Endurance.

Sin dalla riunione della CCR (Road Racing Commission) tenutasi in Spagna nel settembre 2014, la Commissione Endurance aveva valutato il potenziale di una classe destinata esclusivamente alle bicilindriche. Pur tenendo presente che nelle precedenti 15 stagioni del Mondiale Endurance nessuna moto a due cilindri era riuscita a concludere in zona punti per varie ragioni (scarsa competitività della moto rispetto alle 4 cilindri in base al regolamento vigente, conseguenti problematiche relative all’affidabilità), l’ottima prestazione della KTM RC8R del team Hamaguchi Racing alla 8 ore di Suzuka 2014 (tempi da top-20 pur accusando noie meccaniche) aveva spinto i responsabili FIM a valutare l’effettiva validità di questa tipologia di frazionamento per le corse di durata.

Il precedente della KTM RC8R a Suzuka ed una costante crescita di Ducati Panigale al via (come nel caso della 8 ore di Oschersleben) hanno convinto definitivamente l’Endurance Working Group a sposare l’inedita formula ‘Supertwin‘, approvando una serie di normative tecniche prossime ad essere annunciate da qui all’esordio stagionale del 9-10 aprile a Le Mans.

Le moto iscritte al FIM Endurance Supertwin Trophy potranno contare su concessioni nella preparazione della ciclistica, mentre per quanto concerne i propulsori (carter motore, testate e cilindri) si mutueranno le specifiche delle moto di serie o da kit disponibili sul mercato commercializzati direttamente dalle case costruttrici. Va segnalato che, in base alla prima ‘bozza’ del regolamento, per partecipare alle gare del calendario le Supertwin dovranno rientrare nel 115% dal tempo della pole position.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy