Endurance FIM EWC: l’originale Metiss ci sarà a Le Mans

Endurance FIM EWC: l’originale Metiss ci sarà a Le Mans

Unica iscritta nella classe Open, la Metiss sarà nuovamente al via della 24 Heures Moto Le Mans sempre con una forcella non convenzionale.

Da diversi anni nelle maratone Endurance d’Oltralpe una moto originale, prototipo a tutti gli effetti, si distingue e macina successi nella classe ‘Open’. La Metiss, progetto su base motoristica Suzuki GSX-R 1000, dal 2003 è protagonista alla 24 Heures Moto Le Mans ed al Bol d’Or rinnovandosi di anno in anno per ambire quantomeno ad un posto nella top-20 oltre che alla vittoria nella graduatoria ‘Open’.

Sarà così anche quest’anno con una Metiss riprogettata partendo dalla base di partenza del 2015 con la disponibilità di propulsori Suzuki GSX-R 1000 del 2013 (e non più della precedente versione K9). La Open transalpina manterrà inalterata la sua principale peculiarità: la forcella non telescopica, bensì a doppio-triangolo (brevetto JBB, acronimo del progettista Jean Bertrand Bruneau) come in Formula 1 con apparenti vantaggi in fase di staccata, usura dello pneumatico e da un punto di vista aerodinamico.

Il team Metiss JLC ha già provato la nuova moto nelle scorse settimane al Circuit d’Alcarras in Spagna con Stéphane Vadé, Team Manager, determinato a condurre la propria squadra ad aggiudicarsi la vittoria nella ‘Open’ e migliorare il 18° posto assoluto della 24 Heures Moto Le Mans 2016.

La Metiss sarà regolarmente presente ai Pre-Test ufficiali del 29-30 marzo prossimi in programma sempre sul celebre tracciato Bugatti di Le Mans con l’equipaggio titolare formato da Emmanuel Cheron, Christophe Michel e Cyril Huvier, riconfermati dopo l’esperienza dello scorso anno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy