Trofeo Moriwaki 250 4t: a Imola Locatelli vince in volata su Migno

Trofeo Moriwaki 250 4t: a Imola Locatelli vince in volata su Migno

Commenta per primo!

Si è corsa oggi pomeriggio sul tracciato “Enzo e Dino Ferrari” di Imola la seconda gara internazionale della stagione del Trofeo Moriwaki 250 4T. Il semaforo rosso si è spento alle 14:30 e ha visto i piloti darsi battaglia davanti a decine di migliaia di spettatori, accorsi numerosi sul circuito imolese per assistere al round italiano del Campionato Mondiale Superbike. Per i giovani talenti italiani e olandesi, iscritti stabilmente al monomarca a 4 tempi nei rispettivi Paesi, è stata l’occasione per sfidarsi su una delle piste più impegnative del mondo, respirando l’atmosfera mondiale. A regalare un grande spettacolo agli appassionati sono state due promesse italiane, che hanno dato vita ad uno splendido duello iniziato alla prima curva e finito all’ultimo centimetro utile prima della bandiera a scacchi: protagonisti, il campione in carica della Moriwaki italiana, Andrea Locatelli (Team Bierreti) e il romagnolo Andrea Migno (Ago Racing Team), che hanno sbaragliato la concorrenza dei diciotto avversari giocandosi la vittoria di questo round. Per soli sette centesimi di secondo, ad esultare sul primo gradino è stato proprio Locatelli, che con un ultimo giro da manuale è riuscito a tenersi dietro il rivale e a conquistare l’ennesima vittoria della stagione, rivelando di avere freddezza agonistica e una gestione perfetta della gara. Alle sue spalle un ottimo Migno, che grazie a questo risultato di prestigio conferma ancora una volta (come Locatelli) di essere uno dei migliori talenti del panorama nazionale. Terzo di giornata è arrivato Livio Loi, portacolori del Team Osvi Racing. Il giovane pilota belga ma di origini italiane ha confermato a Imola quanto di buono fatto vedere al Mugello lo scorso 7 agosto, in occasione di uno dei round italiani vinto a braccia alzate. Livio ha corso gara solitaria, chiudendo a quattro secondi dal vincitore ma con tre di vantaggio sul duo formato dal romano Luca Fabrizio (Team 3) e dal cattolichino Francesco Magro (A-Benz Racing Team), bravi a conquistare la top five assoluta. Tra i primi dieci hanno chiuso anche Andrea Zanella (Team Bierreti), l’olandese Mike Brouwers (primo dei non italiani all’arrivo, con la Moriwaki Holland), Paolo Arioni (2V Motoracing), Cecilia Masoni (unica ragazza iscritta, in sella alla MD del Team Bierreti) e Kenzo De Koning. A seguire, Jonker, Peeters, Troost, Louwes e Van Duijn mentre tra i ritiri da segnalare Vladik Cangi (Motokrono Racing Team), protagonista delle prove ufficiali. Ufficio Stampa Racing Link

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy