Trofeo del Mediterraneo: si torna a Racalmuto per il quinto round

Trofeo del Mediterraneo: si torna a Racalmuto per il quinto round

Commenta per primo!

Quinto e penultimo round della serie 2011 per il Trofeo del Mediterraneo, rilanciato da Federmoto per consolidare la crescita dell’attività velocistica al Sud e nelle Isole. Dopo la pausa estiva (ma con temperature che si mantengono ancora elevate) in questo week end si torna all’Autodromo Valle dei Templi di Racalmuto (AG) che ha già ospitato la 4.a prova, il 31 luglio. Oltre alle tradizionali categorie del trofeo (125, 600, Open, Scooter e Moto d’epoca, Gruppi 4 e 5), la manifestazione organizzata dal Moto Club Sicilyonbike di Mascalucia (CT) – titolare della segreteria operativa del Mediterraneo – comprende anche le gare del Trofeo Junior, formula promozionale limitata alle tappe siciliane del trofeo a cui sono ammessi solo i neo-licenziati con sbarramento in base ai tempi sul giro, la Promo Race Amatori e Sicilia, la Twins Red Cup, riservata ai bicilindrici, ed il consueto confronto regolaristico per i non agonisti. Saranno dunque tredici le partenze complessive con lo schema ormai consueto che prevede doppia manche per tutte le categorie della 600 e della Open: ciascuna formula è abbinata con quella di livello immediatamente inferiore; il pilota può scegliere il miglior risultato, senza l’obbligo di scendere due volte in pista. Per quanto riguarda la situazione di classifica, l’attenzione si concentra come sempre sulle due cilindrate più elevate, derivate di serie. Il 4° round ha deciso la corsa al titolo della Open: inanellando un netto poker di successi, il siciliano Alfio Tricomi (Honda) si è confermato al vertice della top class, bissando il titolo 2010. Troppo netta la superiorità messa in campo dal trentenne siracusano che non ha solo dominato sulla pista di casa ma è andato a vincere anche a Binetto, tracciato tradizionalmente ostico per i non-pugliesi. Dunque un successo garantito dalla matematica (Tricomi può scartare gli eventuali due prossimi zero) ma ampiamente meritato che si spera possa schiudere al collaudatore Pirelli le porte di qualche campionato più impegnativo. La prevedibile assenza del leader potrebbe aprire la caccia al primo posto a cui ambiscono tutti gli inseguitori, a cominciare dai regolarissimi Filippo Marino (Aprilia) e Francesco Squillaci (Suzuki), che occupano la 2.a e 3.a posizione in classifica assoluta. Si annuncia invece lotta serrata nella 600: il leader è il salernitano Max Iannone (Yamaha) che vanta un margine di 27 lunghezze sul ventitreenne marsalese Filippo Marino (Kawasaki), schierato in entrambe le cilindrate. Dunque Iannone potrebbe optare per una strategia prudente; ma la 600 ci ha ormai abituato all’equilibrio ed alla bagarre più spettacolare, con numerosi piloti che stazionano nel gruppo di testa. Si tratta del giovane catanese Salvatore Torrisi e dei palermitani Nino Mancuso, spesso imbattibile sui circuiti di casa, e Valerio Campione, detentore dei titoli 2008 e 2009, tutti su Yamaha, ovvero i tre che hanno monopolizzato il podio della gara di fine luglio. Il programma prevede prove di qualificazione per l’intera giornata di sabato 17 settembre e gare da domenica mattina alle 9.50 fino al tardo pomeriggio con una breve pausa nelle ore centrali della giornata. Ingresso gratuito per il pubblico. Sarà possibile seguire l’andamento delle competizioni attraverso il live timing disponibile agli indirizzi www.sicilyonbike.it/live e www.promoracecup.com/public/live . Notizie, risultati e classifiche del Trofeo del Mediterraneo, insieme agli identikit dei protagonisti, trovano spazio sul sito web www.civ.tv, portale di riferimento dell’attività velocistica italiana. Ufficio Stampa F.M.I.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy