Trofeo del Mediterraneo: i risultati di Vallelunga

Trofeo del Mediterraneo: i risultati di Vallelunga

Commenta per primo!

Ancora sole, ma con temperature non canicolari, anche per le gare del 3° round del Trofeo del Mediterraneo, andato in scena a Vallelunga nell’ambito del Trofeo del Centauro, organizzato dal GMC di Roma. In coincidenza con la manifestazione, Federmoto, titolare del campionato concepito per sostenere l’attività velocistica al sud e in Sicilia, e il Moto Club Sicilyonbike, responsabile della segreteria operativa, hanno comunicato che la prova di Binetto, “saltata” il 22 luglio, sarà recuperata il 3 e 4 novembre all’Autodromo Valle dei Templi di Racalmuto (AG).

Il giovane pugliese Rodolfo Oliva (Aprilia) onora al meglio l’impegno nella classe 125. Il diciassettenne pilota di Mesagne (Brindisi), partito con il sesto tempo, chiude la gara in settima posizione ma riesce a migliorare di altri due decimi la sua performance sul giro (1’58”1 la tornata più veloce in gara) ma soprattutto chiude al secondo posto della 125, in un nugolo di Pre-GP e 250 4 tempi, e si guadagna dunque l’onore del podio. Felicissimo dopo l’arrivo, Oliva ha rivolto un ringraziamento al Team Galasso di Francavilla Fontana al quale si è affidato proprio a partire dalla gara di Vallelunga. “Ho esordito quest’anno nelle competizioni“, spiega il pilota che disputa anche la Coppa Italia, “con una struttura “familiare”.

Venerdì sono scivolato nelle prove libere e oggi ho utilizzato gomme usate ma la moto è andata benissimo e la presenza del team, a cominciare dal mio amico Mirko Galasso (in gara nella 1000 Interclub, n.d.r.), mi ha dato fiducia e morale. I progressi sono evidenti“, conclude Oliva, studente al 4° anno dell’Istituto tecnico industriale, “rispetto al primo round del Mediterraneo, a marzo, ho migliorato i miei tempi sul giro di 4 secondi”. E così Oliva vola al comando della classifica del trofeo.

Nella 1000 un imprevedibile incidente, verificatosi durante il giro di allineamento, lungo il rettilineo che immette nella curva Roma, mette fuori causa un sicuro protagonista della corsa. Il pugliese Cosimo Diviccaro (BMW), che parte con il secondo tempo, alle spalle del poleman Alessio Velini, entra in collisione con un altro pilota proveniente dalle retrovie. Il tamponamento richiede la pulizia della pista ed un ritardo di qualche minuto della partenza; la squadra del leader del Mediterraneo, diretta dal fratello Ruggiero Diviccaro, tenta di realizzare, in quei pochi frenetici minuti, una riparazione d’emergenza. Il trentaseienne barlettano riesce anche ad effettuare un nuovo giro di allineamento ma le condizioni della moto lo costringono a rinunciare definitivamente. Alle spalle dei protagonisti Velini, Tocca e Di Giannicola, che termineranno poi in quest’ordine, si mettono dunque in luce altri protagonisti del Mediterraneo.

Alla fine di dieci tiratissimi giri la spunta il ventottenne abruzzese Giacomo Cucci (BMW), settimo nella generale, che precede, nell’ordine, il popolarissimo campano Armando Iannuzzo (Yamaha), che a 57 anni conquista un invidiabile nono posto assoluto, e il quarantaquattrenne calabrese Paolo Guzzo (Ducati), quattordicesimo. Il risultato di Vallelunga proietta Cucci al vertice della classifica del Mediterraneo, classe Open.

Prossimo appuntamento con il Trofeo del Mediterraneo il 22 e 23 settembre all’Autodromo Valle dei Templi di Racalmuto (AG).

Ufficio Stampa Trofeo del Mediterraneo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy