Trofeo del Mediterraneo: a Racalmuto vittoria e titolo per Iannone

Trofeo del Mediterraneo: a Racalmuto vittoria e titolo per Iannone

Commenta per primo!

Massimiliano Iannone (Yamaha) è stato la vedette della 5.a e penultima prova del Trofeo del Mediterraneo, disputata all’Autodromo Valle dei Templi di Racalmuto (AG). Imponendosi nella gara della classe 600, il trentaduenne salernitano ha infatti matematicamente conquistato il titolo; ma Iannone ha anche stabilito il nuovo record di categoria della pista siciliana, con il tempo di 1’04”468. Dunque una giornata particolarmente favorevole al veloce e spettacolare pilota nato in Svizzera che nell’albo d’oro del Mediterraneo affianca il suo nome a quello di Alfio Tricomi, già campione della Open ed assente a questa prova. L’impresa di Iannone, che ha contemporaneamente fissato il nuovo limite sulla distanza dei 15 giri, a conferma di un ritmo di gara molto elevato, non ha comunque fatto passare in secondo piano quella compiuta dal giovane Filippo Marino (Aprilia) che ha meritamente vinto la prova della top class. Il ventitreenne di Marsala non è partito benissimo dalla pole position ma la sua progressione si è rivelata poi irresistibile. Per quanto riguarda la cronaca, nella 600, alle spalle del fuggitivo Iannone (che ha stroncato le velleità degli avversari inanellando subito una serie di giri sul piede dell’1’04”), si sono messi in luce il ventiquattrenne ragusano Giuseppe Barone ed il trentaseienne palermitano Valerio Campione, tutti e due su Yamaha, terminati in quest’ordine. Gli altri prim’attori della Open sono stati invece Lorenzo Lo Magno (Honda), partito al comando dalla prima fila, Claudio Diprima (Kawasaki) e Gaetano Gemelli (Yamaha), quest’ultimo estromesso dalla classifica dopo le verifiche tecniche. Diprima e Lo Magno sono stati protagonisti di uno spettacolare testa a testa che si è concluso alla penultima curva quando il pilota di Vittoria ha spalancato troppo presto il gas, incappando in una scivolata. Così Diprima ha preceduto Robeto Blunda (Aprilia). Nel Mediterraneo Junior, formula promozionale limitata alle tappe siciliane del trofeo a cui sono ammessi solo i neo-licenziati con sbarramento in base ai tempi sul giro, si sono imposti due piloti di Messina: Giuseppe Smedile (Yamaha) nella 600 e Vincenzo Di Costa (Suzuki) nella Open. Al favorito Giovanni Mancuso (Honda) non è sfuggito il successo nelle moto d’epoca gruppo 5 davanti agli altri due palermitani Antonino Laporta (Honda) e Valter Tumminello (Yamaha). Ufficio Stampa F.M.I.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy