CIV Vallelunga Venerdì: il bilancio della giornata

CIV Vallelunga Venerdì: il bilancio della giornata

Le prime prove libere del CIV sul tracciato capitolino di Vallelunga non hanno tradito le aspettative: sin dal mattino, infatti, i “big” del campionato tricolore hanno fatto registrare i tempi migliori, salvo qualche eccezione. Protagonista della sessione mattutina nella categoria 125GP è stato Davide Stirpe, che, con il tempo di 1’46″921 ha staccato di oltre sette decimi Riccardo Moretti. Il vincitore del round di Monza ha preceduto il primo dei quattro piloti del team Junior Gp Racing Dream, Luigi Morciano, che ha fermato il cronometro sull’ 1’47″944, il quale è reduce da una positiva esperienza come wild-card nel mondiale al Mugello. Chiude le prima fila provvisoria mattutina Gabriele Ferro, distaccato di 1 secondo e 78 millesimi dal capoclassifica Stirpe. Diverso è il discorso per le libere pomeridiane, che hanno visto le prime posizioni stravolte completamente e, un pò a sorpresa, un Alessandro Tonucci in grande spolvero dopo l’ottima prestazione di Monza, con il terzo posto complessivo. Tonucci, altro pilota del team Junior Gp, ha fermato il cronometro sull’1’47.093, un tempo leggermente più lento rispetto alle prove libere di questa mattina, ma che è bastato al giovane marchigiano per mettersi alla testa degli inseguitori, seguito dalla wild card Jakub Kornfeil staccato di soli 29 millesimi. Terzo posto per il più veloce nella sessione mattutina, Davide Stirpe, con il tempo di 1’47.134. Delusione per Marco Ravaioli: per il giovane cesenate un diciannovesimo posto che non convince.

Altra categoria, altra storia: le prove della Stock 600 hanno visto l’ennesima conferma di Ferruccio Lamborghini, primo nella sessione mattutina con il tempo di 1’41″929, terzo in quelle pomeridiane.
Secondo posto nella prima delle due prove libere odierne per Giuliano Gregorini sulla Yamaha del team Baru Racing, staccato di 216 millesimi da Lamborghini e terzo posto provvisorio per il padovano classe 1988 Marco Marcheluzzo, del team New Magic Moda. A completare la prima fila provvisoria è una vecchia conoscenza del Mondiale 125cc, Roberto Tamburini. Andrea Boscoscuro si impone invece nella sessione pomeridiana grazie a un 1’41.506 capace di abbassare il tempo di Lamborghini di quattro decimi abbondanti. Secondo Fabio Massei, terzo per l’appunto Lamborghini. Da registrare l’ottimo quarto tempo di Thomas Caiani, in miglioramento rispetto al quinto tempo del mattino e il nono tempo di Remo Castellarin del Real Racing Team, dopo l’infortunio al braccio. Il compagno di team di Castellarin, Tommaso Lorenzetti, è risultato invece ultimo nella sessione mattutina e non ha neppure girato al pomeriggio; il ventiquattrenne di Foligno ha infatti accusato problemi alla sua Yamaha.

Nella categoria Supersport 600 il dominio incontrastato di Michele Pirro è stato interrotto da Alessio Velini, su Yamaha, primo, e da Alessandro Brannetti del WCR Team Bike Service, secondo con il distacco di 415 millesimi. Terzo il campione in carica della 600, Pirro. Il portacolori del team Yamaha Lorenzini By Leoni ha subito un ritardo di mezzo secondo, precedendo un ottimo Ilario Dionisi. Nella sessione pomeridiana Michele Pirro fa registrare il miglior tempo fermando il cronometro sull’ 1’40″888, staccando di oltre 6 decimi Alessandro Brannetti. Terzo Alessio Velini.

In Superstock 1000, Stefano Cruciani del team Stop&Go Dunlop ha ottenuto la prima posizione provvisoria nelle libere mattutine, precedendo di soli 163 millesimi il vincitore dello scorso round di Monza, il ventenne Domenico Colucci su Ducati del Barni Racing Team. Il materano ha messo alle sue spalle la new entry della categoria, il giovane Fabio Massei, nuovo volto del team Yamaha Lorenzini By Leoni dopo l’addio di Tommy Bridewell, passato al BSB. Quarto è Danilo Petrucci, terzo classificato a Monza, che precede Michele Magnoni in sella a un’altra Yamaha dopo l’addio al team RCGM Moto nel Mondiale Superstock 1000. Sesto Emanuele Russo del team Supersonic (al debutto su Honda), seguito a ruota dall’australiano Seaton. Completano i primi dieci Della Ceca, Sirch e Salvatore. Il pomeriggio della Superstock 1000 ha visto le due prime posizioni invertite, con il ducatista Domenico Colucci davanti a tutti. Il materano ha preceduto di oltre un secondo Cruciani, primo nella sessione mattutina. Terzo Emanuele Russo, quarto Fabio Massei.

La classe regina ha visto un Marco Borciani in grandissimo spolvero in entrambi le sessioni. Il team manager della Ducati Sterilgarda ha infatti ottenuto il miglior tempo in entrambi i turni di prove libere, precendendo Ivan Clementi nel primo e Luca Conforti nel secondo. Terzo in entrambi i turni è stato Matteo Baiocco, wild card a Vallelunga con la Kawasaki del team PSG-1 con il quale sta disputando il Mondiale Superbike. La “new entry” di Vallelunga, direttamente dal team WSS Hoegee Suzuki che ha abbandonato le corse dopo la prova del Mondiale a Miller, Alex Polita, ha invece portato la Suzuki del team Celani ad un ottimo quarto tempo al mattino, salvo poi far registrare il dodicesimo crono utile nel secondo turno.

Sara Vimercati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy