CIV: si torna in pista a Misano Adriatico, un weekend che vale doppio

CIV: si torna in pista a Misano Adriatico, un weekend che vale doppio

Commenta per primo!

Ad oltre un mese da Monza il Campionato Italiano Velocità questo fine settimana torna in pista a Misano Adriatico con due gare in programma (una al sabato, una la domenica) per tutte le classi in gara: dalla Superbike alla Superstock 1000 passando per Supersport, Moto2, Superstock 600 ed infine la 125 GP/Moto3 abbinata al trofeo Honda Italia. Un weekend ricco al Misano World Circuit dove tutti i protagonisti del CIV non potranno sbagliare in una fase calda della stagione. Superbike: grande confronto tra Ducatisti A seguito del successo di Monza Matteo Baiocco si presenterà a Misano Adriatico con la tabella tricolore ben in mostra sul cupolino della propria Ducati 1198 del Barni Racing Team, vantando 35 punti all’attivo ed una bella prestazione come wild card nel mondiale proprio all’ex circuito Santamonica, 12° in Gara 1. Il pilota di Osimo dovrà difendere la leadership dagli assalti di Luca Conforti, alla ricerca del primo centro stagionale con la Ducati Althea Racing gommata Michelin, distante solo 2 punti dalla vetta; gap esiguo anche per il campione in carica Alex Polita, sempre sul podio tra Monza e Misano (3°), 13° nella comparsata iridata proprio sul tracciato della Riviera di Rimini con la 1198 del Barni Racing Team. Pienamente in corsa per il casco tricolore Federico Sandi (Ducati Althea Racing), fermo a quota 31. Nel lotto degli attesi protagonisti non mancheranno Marco Borciani (Kawasaki Pedercini), la coppia del Gabrielli Racing Team composta da Lorenzo Mauri e Federico Mandatori Biaggi con le Aprilia RSV4, puntano a prestazioni convincenti anche Gianluca Nannelli (BMW MM Racing Team), Flavio Gentile (Ducati Althea), Alessio Aldrovandi (BMW Penta Race) e Simone Saltarelli (Ducati Grandi Corse) senza scordarci di Fabrizio Lai (Honda ECHO Racing) e del campione italiano Superstock 1000 in carica Ivan Goi con l’Aprilia Ecodem TRD Racing. A proposito della casa di Noale, grande ritorno per l’ex pilota e tester ufficiale Alex Antonello in sostituzione di Enzo Chiapello con la RSV4 del M2 Racing. Superstock 1000: Petrucci all’assalto della targa tricolore Lorenzo Zanetti, leader di campionato grazie al successo di Monza, non si presenterà a Misano Adriatico avendo già completato con BMW Motorrad Italia il programma di wild card in preparazione della Superstock 1000 FIM Cup. Sarà pertanto Danilo Petrucci il primo favorito per la conquista della tabella tricolore, motivato dal successo conseguito proprio a Misano (da assoluto dominatore) del primo round del CIV 2011 e dalla recente doppia pole (con podio al seguito) tra Misano e Motorland Aragon nella FIM Cup con la Ducati del Barni Racing Team. Il portabandiera del Team Italia FMI incontrerà in Michele Magnoni (BMW Baru Racing Team) il primo avversario, con legittime ambizioni di vittoria anche per BMW di Ivan Clementi (Asia Competition), Fabrizio Perotti (Play Racing Team) e Lorenzo Alfonsi (Team Riviera FCC), senza scordarci di Riccardo Della Ceca (Ducati Barni Racing Team) e Gianluca Vizziello (Yamaha Trasimeno) attesi protagonisti per la “doppia” di Misano. Superstock 600: grande confronto tra giovanissimi A tratti protagonisti, a tratti sfortunati nella serie continentale, i giovani talenti italiani della Stock 600 si preparano ad un week-end di gran bagarre a Misano Adriatico con una lista infinita di potenziali pretendenti alla vittoria. A seguito dei risultati di Monza Dino Lombardi (4° nell’Europeo) conduce in classifica con la Yamaha del Martini Corse, vantando tuttavia solo due punticini di margine su Luca Vitali dal rendimento in crescita con la R6 del Forward Racing Junior Team. Pienamente in corsa per il titolo nazionale Giuliano Gregorini, reduce dalla strepitosa affermazione proprio a Misano nel campionato europeo con il RCGM Team, senza sottovalutare Nicola Morrentino (Elle2 Ciatti Racing, 3° al MWC), il portabandiera del Team Italia FMI Riccardo Russo (vincitore a Misano del round inaugurale della stagione 2011) e Federico Monti, sul gradino più alto del podio a Monza prima della doccia fredda con la squalifica (confermata dal Giudice Unico Federale) per irregolarità tecnica alla propria Yamaha R6. Supersport: Dionisi per la fuga, Tamburini per la rimonta Più definita la situazione nella Supersport dove Ilario Dionisi, forte dei successi di Misano e Monza, si presenterà come leader a punteggio pieno nella classifica di campionato con la Honda CBR 600RR della Scuderia Improve. Il pilota laziale, assoluto protagonista da wild card nel mondiale proprio all’ex circuito Santamonica (5° dopo aver seguito a lungo il capofila Broc Parkes con la Kawasaki ufficiale), dovrà confrontarsi con il campione in carica Roberto Tamburini che in casa punterà alla prima affermazione stagionale con la Yamaha R6 del Bike Service Racing Team, reduce da un eccezionale 5° posto al Motorland Aragon nel WSS. Se tra i due ci sono 30 punti di differenza in classifica, gap ridotto a 18 lunghezze per Mirko Giansanti (Kawasaki Puccetti Racing), secondo davanti alla coppia del team Velmotor 2000 Alessio Velini (-19) e Alessio Palumbo (-27). Punterà al riscatto il pluri-campione italiano Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti), mentre sono attesi alla riconferma Cristiano Erbacci e Fabio Menghi a tratti protagonisti in questo primo scorcio di campionato. Moto2: pronostico incerto per la categoria Classifica compatta con sette piloti in 15 punti, valori in campo ancora in definizione per la Moto2 che, come sempre, affiancherà in gara la classe Supersport. Diego Ciavattini, vincitore del primo round a Misano con la GPD/Tecstra, conduce a pari punti (36) con Mattia Tarozzi che nel frattempo ha preso parte con la Suter del Faenza Racing alla tappa del CEV di Barcellona. Inseguono a breve distanza il vincitore di Monza Alessandro Andreozzi (FTR Andreozzi Reparto Corse), senza scordarsi del talento Federico D’Annunzio con la FTR del Ioda Racing Project, Tommaso Lorenzetti (RSV Motor DR600 della Scuderia Improve) e la coppia del Team QDP con le Bimota HB4 ufficiali, Danilo Marrancone e Davide Fanelli. Da valutare soltanto nel week-end la partecipazione di Ferruccio Lamborghini, grande assente di Monza a seguito della frattura alla spalla rimediata a Misano. 125cc: Popov braccato dai piloti italiani Grazie alla vittoria di Misano ed il secondo posto di Monza Miroslav Popov, vice-campione in carica con la Aprilia ElleGi Racing, conduce in classifica di campionato seppur “braccato” dai piloti italiani per il terzo e quarto round della 125 GP. In questa lista figurano Romano Fenati, portabandiera del Team Italia Gabrielli reduce dal podio nel CEV a Barcellona (3° proprio alle spalle di Popov), Kevin Calia (protagonista con la Aprilia MGP Racing 2B), Massimo Parziani (Faenza Racing), Niccolò Antonelli (Team Italia Gabrielli). Da seguire con interesse da un punto di vista tecnico anche i progressi della Rumi affidata all’ex campione italiano Riccardo Moretti e Toshimitsu Gondo oltre che della Friba di Alejandro Pardo. In gara a Misano insieme alla ottavo di litro anche il “Challenge Moto3” con Armando Pontone leader incontrastato con la TR001 su base TM del Ioda Racing Project, più il monomarca Honda Italia 125 RS GP Trophy con Michael Coletti vincitore del primo round disputatosi lo scorso mese di aprile proprio a Misano davanti a Federico Caricasulo e Matteo Ferrari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy