CIV Mugello: cronaca e risultati del venerdì di prove

CIV Mugello: cronaca e risultati del venerdì di prove

di Redazione Corsedimoto

Presso l’Autodromo Nazionale del Mugello si è svolta la prima giornata di prove del round di debutto del Campionato Italiano Velocità edizione 2012. Visto il cambio di regolamento e di orari, oggi si è svolto un turno di prove libere ed uno di qualifica, quest’ultimo di importanza essenziale vista la pioggia prevista nelle giornate di domani e dopodomani mentre oggi il tempo, seppur ballerino, ha tenuto. Le pole position provvisorie per le classi Superbike e Supersport sono state appannaggio dei rispettivi campioni in carica carica Matteo Baiocco (Ducati Team Barni) ed Ilario Dionisi (Honda Scuderia Improve). Nella Stock 1000 e Stock 600, invece, i due più rapidi sono stati Alessio Corradi (Aprilia Nuova M2) e Gennaro Sabatino (Yamaha W La Moto). Riccardo Moretti (Mahindra Racing) ha fatto segnare il miglior tempo nella 125GP, mentre Kevin Calia (Honda Elle2 Ciatti) è il primo dei piloti Moto3. Nella Moto2 invece, che corre nuovamente assieme alla Supersport con classifiche separate, Ferruccio Lamborghini (Quarantaquattro Racing) ha conquistato un quarto tempo assoluto risultando il primo classificato della categoria.

Superbike: Baiocco riparte alla grande, ma Clementi è molto vicino

La difesa del titolo conquistato lo scorso anno comincia bene per Matteo Baiocco. Il pilota del Team Barni Ducati ha conquistato il miglior tempo nelle qualifiche pomeridiane (1’52.162) dopo essere risultato il più veloce anche nel turno di libere della mattina. Per il pilota di Osimo però, la vita non è facile come sembra in quanto, a giudicare da questa prima giornata, pare aver trovato un avversario tosto in Ivan Clementi, alfiere del Team BMW Asia Competition. Clementi infatti ha chiuso a soli 29 centesimi dalla vetta nelle libere e con 73 millesimi di gap in qualifica. Al terzo posto in classifica invece troviamo Fabrizio Lai, in sella alla 1198 della neonata partnership Althea Racing by Echo Ducati, staccato di 3 decimi ed a precedere Luca Conforti (Ducati Team Barni), Davide Caselli (Ducati Grandi Corse), Lorenzo Mauri (Ducati M-Motocorsa), Enrico Pasini (Yamaha Bike Service-WTR Ten 10) e Luca Pedersoli (Ducati Batter Pedersoli Motosport).

Supersport-Moto2: Dionisi si riconferma al vertice, Lamborghini primo tra le Moto2

Ottimo inizio nella classe Supersport per Ilario Dionisi, pronto a difendere a denti stretti il titolo conquistato lo scorso anno. Tutto lascia presupporre per questo week-end l’ennesima riproposizione della sfida infinita tra il pilota romano ed il suo principale antagonista degli scorsi anni, ovvero Roberto Tamburini, quest’anno in sella alla Honda del Team Lorini con la quale affronta regolarmente il Mondiale Supersport (mentre qui al Mugello partecipa come wild-card). A seguire, in terza posizione, troviamo Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing), seguito dalla wild card di casa Alex Gramigni su Yamaha, dal compagno di squadra Mirko Giansanti, da Alessio Palumbo (Honda Velmotor), Gabriele Cottini (Honda Scuderia Improve) e da Danilo Dell’Omo, quest’ultimo capace di un ottimo piazzamento alla prima giornata ufficiale in sella alla MV Agusta F3 del Team Laguna Moto Racing. Non pervenuti, nel turno di qualifica, Vladimir Leonov (Yamaha Yakhnich Motorsport) e Giuliano Gregorini (Yamaha Team Rosso e Nero), entrambi in fondo alla classifica, dopo che nelle libere del mattino si erano piazzati rispettivamente in seconda e terza posizione.
Nella Moto2 invece grande prestazione di Ferruccio Lamborghini (ciclistica su base Ten Kate del Quarantaquattro Racing) il quale ha fatto segnare un ottimo quarto tempo assoluto, risultando il primo tra i piloti della categoria e precedendo il campione in carica Alessandro Andreozzi (FTR Andreozzi Reparto Corse) ed il danese Robbin Harms (Bimota by Edo Racing), vecchia conoscenza del Mondiale Supersport.

Superstock 1000: ottimo tempo per Corradi che precede Perotti e Velini

La classe Stock 1000 ha visto il miglior tempo di Alessio Corradi (Aprilia RSV4 di Nuova M2 Racing ), il quale ha staccato un ottimo miglior crono di 1’53.894 nel turno di qualifiche odierne, risultando l’unico pilota capace di scendere sotto il muro del minuto e cinquantaquattro secondi. Secondo classificato, invece, è il lombardo Fabrizio Perotti, ancora una volta quest’anno assieme al Team BMW Play Racing e fermo a 540 millesimi di gap. Terzo posto invece per Alessio Velini (BMW 2R Antonellini by Bargy), davanti al pilota di casa Lorenzo Alfonsi (BMW Play Racing), ad Ivan Goi (con la esordiente Ducati 1199 Panigale del Barni Racing Team), Federico Dittadi (Aprilia Team Riviera), a Franco Zenatello in sella ad una MV Agusta F4, a Marco Muzio (BMW DMR Racing Team) ed a Matteo Gabrielli (Aprilia Gabrielli Team).

Superstock 600: equilibrio tra i piloti in pista, la spunta Sabatino davanti a Menchetti e Grandi

Grande competitività in pista per la Stock 600, che ha visto nel turno di qualifiche il miglior tempo fatto segnare da Gennaro Sabatino, in sella alla YZF-R6 del Team W la Moto. Il 19enne pilota di Calvizzano, provincia di Napoli, grazie al tempo di 1’56.272, ha preceduto il giovane pilota di casa Yuri Menchetti  e Manuel Grandi (Yamaha Trasimeno). Rispettivamente quarto e settimo i due piloti del Team Italia (portati in pista sempre dal Team Trasimeno) Luca Vitali e Riccardo Russo, con in messo a loro Stefano Casalotti (Yamaha Team Riviera) e Francesco Cocco (Yamaha Team PATA by Martini). Completano la top ten altri tre protagonisti della scors stagione, ovvero Nicola Morrentino (Yamaha Elle 2 Ciatti),  Franco Morbidelli (Yamaha RCGM Team) e Federico Monti, quest’ultimo passato col Team Boselli Races Suzuki. Da segnalare il quindicesimo tempo per Dakota Mamola, figlio del ben più celebre Randy, in sella alla Yamaha del Team Yakhnich Motorsport.

125GP – Moto3: Moretti porta la Mahindra al top, Calia il migliore tra le Moto3 

Il ravennate ed ex-campione italiano Riccardo Moretti ha conquistato il primo posto al termine del turno di qualifiche pomeridiano della 125GP. Il pilota Mahindra Racing ha fatto praticamente “selezione” sul resto dei piloti, visto che l’unico rivale che è riuscito a rimanere ad un distacco contenuto (494 millesimi!) dalla leadership è stato il buon Lorenzo Dalla Porta (Aprilia O.R. by 2B Corse Zack Motorsport). Il terzo classificato infatti, ovvero il primo delle tre wild-card tedesche del KTM Freudenberg Racing Team, Max Enderlein, si è ritrovato al termine con un gap superiore ai due secondi. A poca distanza da quest’ultimo troviamo il ferrarese Andrea Mantovani (Aprilia VFT), davanti al secondo tedesco in classifica Florian Alt, a Simone Mazzola (Aprilia GT Racing Publisport Aprilia) ed a Cristiano Carpi. Kevin Calia (Honda Elle 2 Ciatti) ottiene il quinto crono assoluto, risultando il più veloce della categoria Moto3, precedendo la wild-card ed ex-campione IDM 125 Luca Grunwald (Honda Freudenberg Racing Team), il nostro Matteo Ferrari (Honda San Carlo Junior Team), Manuel Pagliani (Oral M3 del Gabrielli Racing Team) e Stefano Valtulini (Honda Imperiali Racing). Luca Marini, fratellino di Valentino Rossi, per il momento è 13° di classe Moto3 (su 16 partecipanti) con la Honda NSF250R preparata dal Bierreti Racing, preceduto dalla Sherco del Moro Racing affidata ad Alessio Cappella e Pedro Rodriguez, wild card nel CIV con la Honda del Speed Master Team.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy