CIV Misano: le gare di domenica, Baiocco, Dionisi e Dalla Porta campioni

CIV Misano: le gare di domenica, Baiocco, Dionisi e Dalla Porta campioni

di Redazione Corsedimoto

Giornata di sole e di elevatissime temperature (tra i 55 ed i 57°C sull’asfalto!) al Misano World Circuit Marco Simoncelli per l’ultima giornata in pista di questo doppio round di Misano, penultimo appuntamento stagionale della stagione 2012 del Campionato Italiano Velocità. Dopo il titolo della classe Moto2 andato ieri a Ferruccio Lamborghini (Quarantaquattro Racing), oggi sono stati assegnati altri tre scettri di campione, che sono andati a Matteo Baiocco (Ducati Team Barni) in Superbike, dominatore della corsa, per quello che è il suo secondo titolo consecutivo in categoria, a Lorenzo Dalla Porta nella 125GP nella gara vinta da Miroslav Popov (Mahindra Racing) ed a Ilario Dionisi (Honda Scuderia Improve), vincitore della prova Supersport e nuovamente campione dopo il successo dello scorso anno. Gran vantaggio ma ancora non certezza matematica del titolo (22 punti su 25 ancora in palio) in Stock 600 per Riccardo Russo (Team Italia FMI), quest’oggi quarto al traguardo nella corsa vinta dal suo rivale per la vittoria finale Franco Morbidelli (Yamaha Bike Service Racing Team), mentre Ivan Goi (Ducati Team Barni), primo in gara nella Stock 1000, ha ora 7 punti di margine  in classifica su Alessio Velini (BMW Asia Competition). Dodici lunghezze di margine invece per Kevin Calia (Honda Elle 2 Ciatti) su Matteo Ferrari (Honda San Carlo Junior Team), dopo il dominio e successo in gara della wild-card di provenienza Mondiale Moto3 Niccolò Antonelli (FTR Honda San Carlo Team Gresini). Questi titoli verranno decisi nell’ultimo round di Vallelunga in programma dal 12 al 14 ottobre prossimi. Superstock 600: doppietta di Morbidelli, Russo ad un passo dal titolo Franco Morbidelli (Yamaha Bike Service Racing Team) conclude nel migliore dei modi il doppio round di Misano, ottenendo nuovamente il successo in gara dopo l’affermazione di ieri. Il pilota di Tavullia ha visto per primo la bandiera a scacchi di una corsa ad alto tasso di spettacolarità, con a lungo ben cinque piloti in corsa per il successo. Morbidelli, dopo aver condotto la prima parte della corsa per poi piazzarsi in terza posizione in attesa del finale, ha rotto gli indugi nel finale riprendendosi prima il secondo posto e poi infilando Gennaro Sabatino (Yamaha Prorace Squadra Corse) alla fine del penultimo giro, mantenendo la posizione fino al termine sul rivale. A chiudere il podio troviamo Nicola Morrentino (Yamaha Elle 2 Ciatti), protagonista di un piccolo errore alla staccata della “Quercia” a metà gara che gli ha fatto perdere del terreno prezioso e costretto ad un recupero forsennato. Quarto posto invece per il leader della classifica Riccardo Russo (Team Italia FMI), intento a non compiere errori per non compromettere un titolo che verrà comunque deciso nell’ultimo round di Vallelunga, visto che il pilota di Aversa detiene 22 punti di vantaggio su Morbidelli con 25 ancora da assegnare. Quinto al termine è Alessandro Nocco (Kawasaki Nocco Racing Team), ultimo dei piloti in lotta per la top-3 finale, a precedere con grande vantaggio Luca Oppedisano (Kawasaki Puccetti Racing), Filippo Benini (Yamaha GAS Racing Team), Stefano Casalotti (Yamaha Team Riviera) e Nicolas Stizza. Superstock 1000: la prima di Magnoni, Goi precede Velini ed ora è a +7 Michele Magnoni ottiene il primo successo nel Campionato Italiano Velocità nella gara 2 Stock 1000 di questo doppio round di Misano, in sella alla S 1000 RR messa in pista da Mirko Guandalini (ex conoscenza del Mondiale Superbike) e preparata da Feel Racing. Il pilota di Cagli ha fatto una differenza abissale sulla concorrenza, girando su un passo di gara assolutamente irresistibile e concludendo la corsa con 4 secondi e 7 di vantaggio sul primo degli inseguitori, con margine che era arrivato fino a 6 secondi e mezzo. Dietro al centauro marchigiano però si è scatenata la vera lotta per il titolo tricolore di categoria, con Ivan Goi (Ducati Team Barni) il quale, dopo il problema tecnico che lo aveva costretto ad un mesto ritiro nella gara di ieri, ha lottato a denti stretti ed è riuscito a transitare sul traguardo, assieme alla sua 1199 Panigale, al secondo posto, dopo aver difeso strenuamente la posizione dagli attacchi nel finale di Alessio Velini (BMW 2R Antonellini by Bargy). Quarta posizione e primo pilota fuori dal podio è Alessio Corradi (Aprilia Nuova M2), che con Goi e Velini ha formato un terzetto molto agguerrito fino praticamente alla bandiera a scacchi, senza però riuscire ad avere la meglio sugli avversari. Seguono dalla quinta posizione a scendere Marco Muzio (BMW DMR Racing Team), protagonista di un errore nelle prime fasi della corsa che ha compromesso le sue speranze di podio, Simone Saltarelli (Ducati Team Barni), autore di una performance discreta dopo il problema tecnico di ieri e Lorenzo Alfonsi (BMW Play Racing). Il compagno di squadra di quest’ultimo, Fabrizio Perotti, dopo essere partito benissimo dalla pole è stato prima protagonista di un lungo e successivamente di una scivolata alla curva 1 che ha messo definitivamente fine alla sua gara. La situazione di classifica vede ancora Goi leader con 127 punti, 7 in più di Velini. Fuori dai giochi per il titolo, che verrà deciso nell’ultimo round di Vallelunga, è Alessio Corradi, a -34 con 25 lunghezze ancora da assegnare. 125 GP/Moto3: Antonelli si ripete, Dalla Porta campione italiano 125 GP Non c’è storia al Misano World Circuit Marco Simoncelli, come ieri d’altronde, per la gara della 125GP – Moto3. Niccolò Antonelli, pilota di casa (residente a Cattolica) e wild-card di provenienza Mondiale Moto3 nel quale corre col il Team San Carlo Gresini, ha letteralmente dominato la corsa concludendo con un vantaggio abissale sui rivali. Secondo sul traguardo e vincitore della prova per la 125GP è Miroslav Popov (Mahindra Racing), autore di una prova pazzesca alternata tra momenti di velocità e spettacolo assoluto ad attimi di attesa per vedere la situazione del compagno di squadra e pilota full-time del team Riccardo Moretti, non in grado di recuperare il terreno sul rivale Lorenzo Dalla Porta (O.R. by 2B Corse-Zack M. Aprilia) e costretto a lasciare le speranze di titolo della ottavo di litro (concludendo comunque al terzo posto in gara per la classe 125GP). Secondo posto in  Moto3 per il terzo pilota a transitare sul traguardo Kevin Calia (Honda Elle 2 Ciatti), a punteggio pieno in questa gara visto che Antonelli non prende punti viste le differenze regolamentari che intercorrono tra le moto del Mondiale e quelle dell’italiano (come da decisione della Federmoto). Il leader della classifica italiana guadagna così cinque punti preziosi su Matteo Ferrari (Honda San Carlo Junior Team), quinto assoluto al traguardo preceduto dalla seconda wild-card proveniente dal Mondiale Moto3 Alex Rins (Suter Honda Team Estrella Galicia 0,0). Diverse le cadute in pista, l’ultima in ordine di tempo che ha coinvolto uno sfortunato John McPhee, wild-card schierata dal Team KRP Racing Step Foundation, nel corso del penultimo giro all’uscita del “Carro”. Con Dalla Porta vincitore del titolo 125GP, lo scettro di campione della Moto3 CIV resta ancora da assegnare con Calia che detiene 12 punti di margine su Matteo Ferrari, con ancora una gara da disputare a Vallelunga. CIV Superbike: ennesima vittoria e nuovo titolo italiano per Baiocco Dopo una gara condotta in testa nonostante non fosse necessaria la vittoria (dopo il successo di ieri deteneva un vantaggio di 47 punti sul primo degli inseguitori con 50 da assegnare), Matteo Baiocco (Ducati Team Barni) ottiene l’ennesima affermazione della stagione che gli permette di portare a termine nei migliori dei modi la difesa del titolo conquistato lo scorso anno. Al Misano World Circuit Marco Simoncelli quest’oggi, “Baiox” è stato autore di una buona partenza e dopo aver conquistato la leadership nelle fasi iniziali della corsa ha preso il largo arrivando in solitaria alla bandiera a scacchi. Niente da fare per Ivan Clementi (BMW Asia Competition), beffato nel finale per la seconda posizione da un Fabrizio Lai (Ducati Althea Racing by Echo) capace di un’ottima performance, nonostante gli evidenti e persistenti problemi alla caviglia che lo avevano costretto al forfait nel doppio round del Mugello. Quarto posto per Luca Conforti (Ducati Team Barni) dopo una prova che lo ha visto a lungo in lotta per il secondo gradino del podio fino ad un calo di prestazioni che lo ha costretto a giocare in difesa. Ancora una volta sono solo 10 i piloti al traguardo, con Gianluca Nannelli (Ducati Grandi Corse) quinto a precedere Remo Castellarin, Andrea Di Vora, Francesco Ciacci (BMW DMR Racing Team), Matteo Di Donato (BMW Team Gost), e Cristian Serri. Supersport/Moto2: Dionisi si conferma campione con una vittoria Ilario Dionisi (Honda Scuderia Improve) difende nel migliore dei modi il titolo Supersport CIV conquistato lo scorso anno, andando a centrare in solitaria la vittoria di gara al Misano World Circuit Marco Simoncelli che gli vale matematicamente la riconferma al vertice della categoria anche in questa stagione 2012. Il centauro laziale è scattato nel modo migliore al via ed ha impresso un ritmo costantemente più veloce della concorrenza, arrivando ad accumulare un massimo di 5 secondi di margine sui primi due inseguitori, che rispondono al nome di Stefano Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing) e Vladimir Leonov (Yamaha Yakhnich Motorsport), impegnati in una lotta senza quartiere per il secondo gradino del podio. Ad avere la meglio è l’esperto pilota di Urbisaglia, capace di sopravanzare a due giri dal termine il giovane rivale russo ed in grado di difendere la posizione acquisita con delle grandi staccate. Per Leonov si tratta comunque di un podio importante, in attesa di prendere parte al round mondiale di Silverstone, in programma il prossimo fine settimana. Quarto posto per Mirko Giansanti  (Kawasaki Puccetti Racing), vincitore in volata di una bella lotta con Marco Faccani (Honda Velmotor). Sesto posto per Roberto Tamburini (Honda Lorini), protagonista di una caduta nel corso dell’ottavo passaggio alla seconda curva del “Carro” ma comunque in grado di fare il suo rientro in pista. Settimo sul traguardo il già campione della Moto2 Ferruccio Lamborghini (Quarantaquattro Racing). Valerio Piccini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy