CIV: il campionato dopo Monza, aspettando Vallelunga

CIV: il campionato dopo Monza, aspettando Vallelunga

Commenta per primo!

Il weekend del 6/7 giugno a Vallelunga il Campionato Italiano Velocità tornerà in azione per la terza prova stagionale. I ragazzini della 125 GP sono pronti a darsi battaglia, dopo lo spettacolo della gara di Monza, vinta da Riccardo Moretti del team Ellegi Racing che ha rifilato cinque secondi abbondanti a Luigi Morciano, primo del trio del team Junior GP Racing Dream che ha occupato dalla seconda alla quarta posizione nella classifica finale, mettendo Tonucci e Sabatino sul gradino più basso e appena fuori dal podio. Trasferta brianzola difficile per Gabriele Ferro e Marco Ravaioli, giunti rispettivamente sesto e settimo e protagonisti di un weekend monzese al di sotto delle aspettative. Chi può sorridere è Massimo Parziani, non ancora diciassettenne in forza al team Gabrielli, autore di una splendida gara chiusasi con il quinto tempo assoluto. Riccardo Moretti, vincitore a Monza, è anche il capoclassifica, con 45 punti dopo i primi due round, grazie anche al secondo posto rimediato nel diluvio di Misano, seguito da Gennaro Sabatino, secondo con 26 punti, e il tedesco Marcel Schrotter, wild card e vincitore sul circuito del Santamonica lo scorso 19 aprile. CIV Superstock 600 In Superstock 600, il dominatore incontrastato sul circuito brianzolo è stato Ferruccio Lamborghini. Il diciottenne del team Media Action Pro Race, su Yamaha YZF R6, ha infatti sbaragliato i diretti avversari staccando il secondo classificato, Andrea Boscoscuro di quasi tre secondi e mezzo. Terzo a Monza e da pochi giorni nuovo volto del Team Yamaha Lorenzini By Leoni è Fabio Massei, che va a sostituire Tommy Bridewell in Superstock 1000, sia nel Mondiale che nel tricolore. La gara di Monza della Superstock 600 ha visto tra i protagonisti anche Roberto Tamburini, ex pilota del Motomondiale 125cc e ora in forza al WCR Team Bike Service e i piloti del team Real Racing, con un incoraggiante ottavo posto di Tommaso Lorenzetti. La classifica parziale parla chiaro: i dominatori incontrastati dei primi due appuntamenti con il campionato italiano, Lamborghini e Boscoscuro, guidano con 50 e 40 punti, grazie ai due rispettivi primi e secondi posti. CIV Supersport Passando da una 600 Stock a una 600 Supersport, il dominatore incontrastato dello scorso round è stato Michele Pirro, primo in tutte le prove disputate nel weekend ad eccezione del warm up. Niente può descrivere il weekend del foggiano, che ha messo in riga tutti i diretti avversari in ogni occasione, mettendosi alle spalle Simone Sanna e Alessio Velini in gara, ma non in classifica generale, dove è secondo a mezzo punto di distacco da Franco Battaini, autore di un’ottima prestazione sul circuito di Monza e quarto al traguardo. CIV Superstock 1000 Le emozioni più grandi ai tifosi giunti sul tracciato di Monza le hanno riservate i piloti della Stock 1000, grazie alla battaglia tra Domenico Colucci, Claudio Corti e Danilo Petrucci, giunti sul traguardo a pochi decimi di distacco gli uni dagli altri, con il materano, wild card la settimana successiva nel Mondiale Superstock 1000 e prossimamente a Misano il 21 giugno, del Barni Racing Team su Ducati che ha dominato sulla concorrenza diretta, formata da piloti del Mondiale come Corti e Fores (giunto quarto), e dell’Europeo Stock 600, come Petrucci. La classifica generale della Superstock 1000 vede il ducatista primo con 25 punti, Corti con 20 e Petrucci con 16, in attesa del recupero di Misano Adriatico per l’annullamento della prima prova causa maltempo e inutilizzo della pista. CIV Superbike Passando alla classe maggiore, la Superbike, orfana del vincitore dello scorso anno Luca Scassa, la gara di Monza ha visto il britannico Shane Byrne su Ducati Sterilgarda (settata da Mondiale) dare distacchi incredibili agli inseguitori, con 16 secondi abbondanti sul secondo classificato, Luca Conforti e sul terzo, Flavio Gentile. Anche qui la classifica è dettata dall’ordine d’arrivo di Monza, a causa della mancata effettuazione del round di Misano. Un appuntamento, quello monzese, ricco purtroppo di incidenti spettacolari e cadute durante la tre giorni, senza alcuna grave conseguenza per i piloti, fatta eccezione per Leonardo Biliotti, protagonista di un spettacolare quanto rischioso incidente durante l’allineamento prima della partenza della Superstock 1000. Ricoverato al San Gerardo di Monza e vittima di un brutto trauma cranico, è pronto a tornare in pista. L’appuntamento è dunque fissato per il weekend dall 5 al 7 giugno, all’autodromo Piero Taruffi di Campagnano di Roma: entrata gratis per il venerdi e il sabato, 20 euro alla domenica con sconti per minori, donne e militari. Sara Vimercati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy