CIV: i verdetti del terzo round 2012 a Monza

CIV: i verdetti del terzo round 2012 a Monza

Commenta per primo!

Aspettando la “doppia” all’Autodromo Internazionale del Mugello del 23-24 giugno prossimi, il terzo round del Campionato Italiano Velocità a Monza ha offerto cinque gare spettacolari per le sette classi al via. Sin dalla primissima mattinata la Superstock 600 ha aperto le danze premiando Franco Morbidelli, talento emergente del RCGM Faber Team, sul gradino più alto del podio grazie ad un’azzeccata scelta in materia di pneumatici (le slick con l’asfalto che andava man mano asciugandosi), riuscendo a battere nel finale Riccardo Russo (Team Italia FMI) sempre più leader della classifica di campionato. Sempre con le slick Manuel Grandi (Yamaha Trasimeno) si è aggiudicato il terzo posto per soli 23 millesimi di secondo su Mattia Cassani (Yamaha Pasama Racing Team), mentre Alessia Polita, in evidenza e nella top-3 per quasi tutta la distanza di gara, è stata costretta a scontare un “ride through” mancando di un soffio un risultato storico nell’ambito del CIV. Pronostico ampiamente rispettato invece nella Superstock 1000 con il trionfo, da wild card, del capoclassifica della FIM Cup Sylvain Barrier, dominatore con la S 1000 RR di BMW Motorrad Italia GoldBet, staccando il terzetto in lotta per le restanti due posizioni sul podio: Simone Saltarelli, 2° con la Ducati 1098R del Barni Racing Team davanti all’ex campione italiano e compagno di squadra Ivan Goi (su Ducati 1199 Panigale) e l’altro alfiere BMW Motorrad Italia Lorenzo Baroni. Con Alessio Velini (BMW 2R Antonellini by Bargy Design) in 5° e Alessio Corradi (Aprilia Nuova M2 Racing) in 7° posizione, in campionato adesso Goi conduce con 57 punti, +4 su Saltarelli, +10 proprio su Velini e Corradi. Passando alla Superbike, il Barni Racing Team ha dominato la contesa con Luca Conforti al primo successo stagionale davanti al campione in carica e team-mate Matteo Baiocco, confermatosi al comando della classifica generale. Completa il podio Fabrizio Lai, 3° e grande protagonista delle prime fasi di gara con la Ducati Althea Racing by Echo, seguito dal vincitore di Imola Gianluca Nannelli (Ducati Grandi Corse) e Lorenzo Mauri (Ducati M.Motocorsa). La classifica di campionato vede ora leader solitario Matteo Baiocco con 65 punti, seguito a 7 lunghezze da Gianluca Nannelli ed a 16 da Luca Conforti. In 125 GP/Moto3 seconda vittoria assoluta dopo Imola per una Honda NSF250R Moto3, nello specifico la #74 del team Elle2 Ciatti condotta da Kevin Calia, al primo centro stagionale, riuscendo a spuntarla su Lorenzo Dalla Porta (Aprilia RSW 125 O.R. by 2B Corse-Zack Motorsport), nuovo leader grazie all’uscita di scena di Riccardo Moretti. Il team Mahindra Racing si è potuto consolare con il primo podio assoluto tra le 125 GP di Sarath Kumar, 3° a seguito della squalifica per irregolarità tecnica di Mantovani, diventando il primo indiano nella storia a conquistare un risultato così importante nell’ambito del Campionato Italiano Velocità. Super-volata infine anche per la Supersport con il campione italiano Stock 600 in carica Dino Lombardi (Team PATA by Martini Yamaha) in grado di spuntarla sul #1 della 600 SS Ilario Dionisi, 2° con la Honda della Scuderia Improve, capoclassifica di campionato con 52 punti, seguito da Mirko Giansanti (3° a Monza) a 45 e da Alessandro Gramigni a 39. In Moto2 Ferruccio Lamborghini, l’unico pilota transitato sul traguardo, è il nuovo leader con il prototipo su base Ten Kate del Quarantaquattro Racing Team, sfruttando le disavventure occorse ad Alessandro Andreozzi (vincitore al Mugello) e Robbin Harms (1° ad Imola). Servizio Fotografico: Michel Zonca

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy