Coppa Italia: le gare di Misano Adriatico

Coppa Italia: le gare di Misano Adriatico

Commenta per primo!

La seconda tappa della Coppa Italia Velocità 2011 è andata in scena oggi sul romagnolo “Misano World Circuit” ed è stata condizionata dal maltempo, presente durante gran parte delle undici gare in programma. E’ stato il 16enne romagnolo Michael Ruben Rinaldi a vincere la Coppa Italia 125 Sp e a portarsi in testa alla classifica di campionato. Il pilota di Santarcangelo di Romagna, alfiere del Team Italia – Gabrielli, ha portato la sua Aprilia alla prima vittoria della stagione con una gara dominata dall’inizio alla fine. Il giovanissimo talento azzurro ha trionfato grazie al notevole vantaggio accumulato nelle prime tornate e gestito nelle fasi finali. “E’ bellissimo vincere sul circuito di casa – ha detto Rinaldi – abbiamo lavorato bene sin dal venerdì ed eravamo pronti per qualsiasi condizione atmosferica. Sono riuscito subito a prendere un buon vantaggio ma sinceramente non mi aspettavo di fare gara solitaria. Ora speriamo di continuare così fino alla fine del campionato”.

Ottimo secondo si è presentato sul traguardo il siciliano Sergio Arena (Aprilia): il 17enne di Acireale ha dimostrato di trovarsi a suo agio anche su asfalto bagnato, centrando così il suo secondo podio dopo quello di Vallelunga. “E’ il mio secondo podio consecutivo e non posso che essere soddisfatto – rivela Sergio – avevo una buona moto e un buon set-up, che mi hanno permesso di correre al top anche sotto il diluvio. Ringrazio la mia squadra, il VR2 Racing, per il grande lavoro svolto”.

Terza piazza per un’altra new entry della Coppa Italia, il 17enne toscano Alessio Chessa (Aprilia). Pilota di Grosseto, proviene dalle minimoto e dopo aver vinto tutto con le ruote basse è pronto a diventare protagonista assoluto anche nella 125. “E una grande soddisfazione aver centrato il podio alla mia seconda gara con le ruote alte – dice Alessio – mi sono trovato subito a mio agio su questo circuito e con la mia moto e così, dopo una buona partenza, sono riuscito a fare la differenza e a portare a casa un risultato prestigioso”.

Nella top five di giornata hanno chiuso anche il pugliese Marco De Luca (Aprilia) e l’ex leader della classifica, Luca Oppedisano (Kawasaki), non a suo agio su pista bagnata. Zannini, Milioli, Bertolasio, Mazzola e Palli, nell’ordine, completano le prime dieci posizioni.

Mototemporada Romagnola: A Misano si è corsa anche la seconda gara stagionale della Mototemporada Romagnola, affidata in questo round all’organizzazione del Motoclub Celeste Berardi di Riccione. Le vittorie sono andate al vicentino Alessandro Calgaro nella 125 Sport, al russo Vladimir Ivanov (600 Stock) e al pugliese Cosimo Diviccaro (1000 Stock) tutti al primo successo stagionale in questa competizione. Nel Challenge Mototemporada, riservato alle moto 4 tempi impegnate nella 125 Sport, successo di Andrea Locatelli mentre Agostino Santoro si è imposto nella graduatoria Metrakit. Leader della classifica, al giro di boa, sono il romagnolo Massimiliano Spedale (125, oggi secondo), Kevin Caloroso (600 Stock, anche lui secondo in gara) ed il vincitore dei tappa della Stock 1000, Cosimo Diviccaro.

Suzuki Gladius Cup: Il primo round del trofeo monomarca dedicato alle moto naked della Casa giapponese ha visto il trionfo del campione in carica, Lorenzo Segoni. L’esperto toscano si è confermato al vertice grazie ad una fuga solitaria che l’ha fatto passare in monoruota sotto la bandiera a scacchi davanti al piemontese Eric Marangon e al lombardo Stefano Cordara. Cadute senza conseguenze per il romagnolo Gianluca Donati e il bresciano Mattia Dell’Aglio, tra i protagonisti dei primi giri.

Le altre categorie: La gara del Kawasaki Ninja Trophy 600, corsa su asfalto asciutto, è stata vinta dal triestino Mitja Emili, che grazie ad un ultimo giro da manuale ha avuto la meglio sul toscano Marco Morreale e su Kevin Galdes. Le tre sfide riservate ai monomarca Honda sono andate a Maurizio Prattichizzo (CBR 600 RR Cup), Sebastiano Zerbo (Hornet Cup) e Emanuele Vidoli (CBR 600 F Cup) mentre quelle riservate ai giovanissimi hanno visto le vittorie del lombardo Andrea Locatelli (Moriwaki 250 4T) e del campano Agostino Santoro (Trofeo Italia PreGP 125). Nel Trofeo Italiano Amatori si sono imposti Cimica (600) e Leoni (1000)

Ufficio Stampa FMI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy